Angiomiolipoma del rene

Angiomiolipoma del rene sinistro o destro: che cos'è? L'angiomiolipoma è un tumore renale benigno, che si trova più spesso nella pratica degli urologi presso l'ospedale Yusupov. Istologicamente, è rappresentato da vasi sanguigni a pareti spesse, fibre muscolari lisce e tessuto adiposo maturo in varie proporzioni quantitative. L'angiomiolipoma del rene ha un codice in ICD-10 D30.

Nell'ospedale Yusupov sono state create tutte le condizioni per il trattamento dei pazienti con angiomiolipoma renale:

  • Le camere sono dotate di ventilazione pull-and-pull e condizionatori d'aria;
  • La clinica chirurgica è dotata delle più moderne apparecchiature diagnostiche delle principali aziende americane ed europee;
  • Nefrologi e urologi utilizzano metodi innovativi per il trattamento dell'angiomiolipoma renale;
  • Lo staff medico è attento ai desideri dei pazienti.

I casi gravi della malattia vengono discussi in una riunione del Consiglio di esperti. Ai suoi lavori prendono parte candidati e dottori in scienze mediche e medici della massima categoria. I principali nefrologi decidono collettivamente le tattiche di gestione dei pazienti con angiomiolipoma renale.

Cause di angiomiolipoma renale

Gli scienziati non hanno ancora stabilito se la forma isolata di angiomiolipoma sia una malformazione congenita (amartoma) o un vero tumore. I sostenitori della teoria amartomologica suggeriscono che il lipoma renale deriva da vari gruppi di cellule mature che sono migrate durante l'organogenesi. La presenza di tessuti maturi di varia origine embrionale nel tumore parla a favore di questa variante della patogenesi. Alcuni fatti indicano che l'angiomiolipoma è un vero tumore del rene. La natura neoplastica della neoplasia è indirettamente indicata da casi di crescita localmente invasiva, invasione vascolare e danno ai linfonodi. Raramente, l'angiomiolipoma renale si trasforma in una neoplasia maligna.

Sintomi e diagnosi dell'angiomiolipoma renale

Esistono 2 varianti cliniche principali di angiomiolipoma: una forma che è combinata con la sclerosi tuberosa (malattia di Bourneville-Pringle) e il lipoma renale sporadico. La malattia di Bourneville è una malattia ereditaria. Nel 50% dei casi, è ereditato in modo autosomico dominante. In altri casi, la malattia è associata a una mutazione genetica. La malattia si manifesta nella prima infanzia ed è caratterizzata dalla classica triade di sintomi:

  • Sviluppo mentale ritardato;
  • Epilessia;
  • La presenza di adenomi delle ghiandole sebacee nell'area del triangolo naso-labiale.

Nel 40-80% dei pazienti con sclerosi tuberosa si verifica un angiolipoma renale. Per lo più il processo patologico si sviluppa in entrambi i reni. Lesioni multiple portano allo sviluppo di insufficienza renale. L'angiomiolipoma renale associato alla malattia di Bourneville può essere associato al carcinoma a cellule renali.

Entrambi i tipi di angiomiolipoma renale possono essere sia asintomatici che causare sintomi gravi che richiedono un trattamento. La presenza di manifestazioni cliniche dipende dalle dimensioni del tumore. Il lipoma fino a 5 cm di diametro è solitamente asintomatico. Grandi neoplasie possono causare dolore causato da emorragia nel tumore, compressione degli organi e dei tessuti circostanti. Circa il 10% dei pazienti con tumori di grandi dimensioni presenta la rottura spontanea di angiomiolipoma con massiccia emorragia retroperitoneale. Si sviluppa il quadro clinico dello shock emorragico e dell'addome acuto.

L'ecografia (US) e la tomografia computerizzata (TC) svolgono un ruolo di primo piano nella diagnosi dell'angiomiolipoma. I tumori sono caratterizzati da una combinazione di iperecogenicità agli ultrasuoni e presenza di inclusioni grasse a bassa densità, che vengono rilevate alla TC. Il quadro angiografico nell'angiomiolipoma è variabile. Un segno specifico della malattia è la presenza di un tumore ben vascolarizzato con più pseudoaneurismi sacculari e vasi a spirale..

Fino a poco tempo, si credeva che le caratteristiche che vengono rilevate dagli ultrasuoni siano caratteristiche solo di questa malattia. Tuttavia, studi moderni hanno dimostrato che nel 12% dei casi un nodo tumorale nel carcinoma a cellule renali può essere iperecogeno e simulare un angiomiolipoma con gli ultrasuoni. Ciò si applica principalmente alle neoplasie fino a 3 cm di diametro. Se durante un esame ecografico viene rilevato un angiomiolipoma del rene con un diametro di 0,5 cm, i nefrologi dell'ospedale Yusupov devono eseguire una tomografia computerizzata per confermare la diagnosi.

In una grande percentuale di casi di angiomiolipoma renale, gli istologi con esame morfologico rivelano ipercromatismo nucleare, polimorfismo e singole mitosi. Questi segni non indicano un tumore maligno..

Trattamento dell'angiomiolipoma renale

Spesso i pazienti chiedono: "Se viene rilevato un lipoma renale, quanto è grave?" In presenza di angiomiolipoma, indipendentemente dalle dimensioni della formazione, i pazienti necessitano di un trattamento chirurgico. Data la natura benigna del tumore, gli urologi dell'ospedale Yusupov si sforzano di eseguire interventi chirurgici di conservazione degli organi anche in caso di più nodi tumorali..

In caso di dubbio sulla diagnosi, viene eseguito un esame istologico urgente. Con angiomiolipomi di grandi dimensioni (più di 5 cm di diametro), a causa di possibili complicanze emorragiche, nonché con tumori che si manifestano clinicamente, viene eseguita, se possibile, la chirurgia di conservazione dell'organo o l'embolizzazione superselettiva delle arterie segmentarie del rene, che forniscono il nodo tumorale. La trombosi dell'AMJI in crescita della vena cava renale e inferiore è un'indicazione diretta per un intervento chirurgico immediato. Ciò è dovuto a due fattori: primo, la minaccia di complicanze tromboemboliche; in secondo luogo, la possibile natura maligna di un trombo tumorale nel caso di una combinazione di AMJI con carcinoma a cellule renali.

Nei pazienti con sclerosi tuberosa, i lipomi renali sono prevalentemente multipli, bilaterali, spesso hanno un decorso complicato e sono associati al carcinoma a cellule renali. Per questo motivo, i chirurghi dell'ospedale Yusupov sono diffidenti nei loro confronti e mostrano un approccio individuale ai pazienti di questo gruppo. Le tattiche di trattamento sono determinate individualmente. Per sottoporsi a esame per la presenza di angiomiolipoma renale, chiamare. Dopo aver stabilito la diagnosi, i medici decideranno sulla scelta di un metodo per il trattamento della malattia..

Angiomiolipoma del rene: che cos'è, è pericoloso per la vita e come trattarlo

La neoplasia più comune nel rene è l'angiomiolipoma. Il suo aspetto non dipende dal sesso e dall'età, ma le persone dai 40 ai 60 anni e le donne incinte sono più suscettibili a questa malattia..

A volte queste neoplasie possono comparire sia nelle ghiandole surrenali che nel pancreas. Ma questi casi sono così rari che l'angiomiolipoma è principalmente attribuito a malattie renali..

  • Metodi di trattamento
  • Prevenzione
  • Cos'è l'angiomiolipoma e la sua classificazione

    L'angiomiolipoma è un tumore benigno che colpisce il tessuto muscolare e adiposo, nonché i vasi sanguigni, a seguito del quale questi ultimi perdono la loro forma e non svolgono le loro funzioni. Nel tempo, questa neoplasia per vari motivi può svilupparsi in una forma maligna..

    Secondo la classificazione statistica internazionale delle malattie ICD 10, l'angiomiolipoma si riferisce ai tumori dei tessuti adiposi e ha la seguente codifica - M8860 / 0 (D17).

    Queste neoplasie sono congenite e acquisite. Nel primo caso, il tumore inizia a svilupparsi nell'utero, quindi colpisce due reni contemporaneamente. Con la natura acquisita della malattia, le neoplasie nel 75% dei casi colpiscono solo un rene, quindi, quando si effettua una diagnosi, è necessario indicare in quale rene si trova il tumore.

    Il pericolo di angiomiolipoma

    A causa della loro natura benigna, tali neoplasie di per sé non danneggiano il corpo e, a piccole dimensioni, potrebbero non manifestarsi per molto tempo. Tuttavia, con la crescita del tumore, il flusso sanguigno nel rene è significativamente compromesso, a causa del quale alcune delle sue parti potrebbero morire, il che porterà alla rottura dell'organo.

    Inoltre, con una forte crescita della neoplasia, il rene si rompe, a causa del quale si forma un'emorragia interna, che può portare alla morte di una persona. Inoltre, in questo caso, c'è un'alta probabilità che il tumore degeneri da una forma benigna a una maligna con la sua diffusione ad altri organi..

    Cause di angiomiolipoma

    I motivi principali per i quali appare un angiomiolipoma nel rene sono:

  • Anomalie genetiche. La ragione principale per la comparsa di neoplasie nei neonati.
  • Tutti i tipi di malattie renali associate all'infiammazione del tessuto muscolare.
  • Oncologia del sistema urinario umano.
  • Violazione dello sfondo ormonale di una donna durante la gravidanza.
  • Morte naturale correlata all'età del tessuto adiposo e muscolare.
  • Flusso sanguigno insufficiente a causa del restringimento dei vasi sanguigni.

    Tuttavia, il meccanismo di formazione di tali tumori da parte dei medici non è completamente compreso. Pertanto, nel tempo, l'elenco dei motivi non farà che aumentare..

    Sintomi della malattia

    Come accennato in precedenza, con una piccola dimensione, il tumore non ha sintomi pronunciati. Tuttavia, con la sua crescita, più di 5 cm, iniziano a comparire rotture nei vasi e nei tessuti, che causano emorragie nel corpo. Tali processi sono accompagnati da:

    • Rossore dell'urina dovuto al sangue che vi entra.
    • Incoerenza della pressione sanguigna dovuta a perdita di sangue. La bassa pressione sanguigna può provocare vertigini e svenimenti..
    • Pelle pallida e anemia.
    • Dolore alla parte bassa della schiena e all'addome. Il dolore è particolarmente acuto quando si piega e si gira il corpo..

    Per tali sintomi, è necessario consultare un medico il prima possibile per sottoporsi a diagnosi e ottenere una consulenza specialistica.

    Procedure diagnostiche

    Per determinare la natura, le dimensioni e la posizione della neoplasia, i medici eseguono un'intera gamma di varie procedure diagnostiche. Questi includono:

  • Ecografia d'organo (ultrasuoni).
  • raggi X.
  • Analisi del sangue e delle urine.
  • Tomografia computerizzata e risonanza magnetica per immagini (TC e RM).
  • Angiografia ecografica.
  • Biopsia.

    Ogni metodo diagnostico è necessario in una determinata fase dell'esame del paziente.

    Procedura ad ultrasuoni

    L'ecografia è uno dei tipi più comuni di ricerca per la determinazione primaria della presenza di formazioni anormali. Durante questo periodo, il medico può determinare con precisione il grado della malattia e anche decidere un ulteriore trattamento. Il vantaggio più importante di questo metodo rispetto ad altri è l'assenza di radiazioni durante la sua attuazione..

    raggi X

    I raggi X, come gli ultrasuoni, sono il metodo principale per diagnosticare i tumori. L'immagine mostra chiaramente la dimensione e la posizione dell'anomalia. Recentemente, stanno cercando di sostituire questo tipo di esame con un'ecografia, poiché durante esso una persona riceve una piccola dose di radiazioni.

    Analisi del sangue e delle urine

    Sulla base dei risultati degli esami del sangue e delle urine, si può concludere che ci sono processi infiammatori nel corpo, nonché se è presente sanguinamento interno causato dalla crescita di neoplasie.

    TC e risonanza magnetica

    Questi metodi diagnostici vengono utilizzati quando è richiesta la rimozione chirurgica del tumore. Consentono di ottenere un'immagine tridimensionale di un'anomalia in un organo su vari piani. Tali studi aiutano a localizzare l'angiomiolipoma e rimuoverlo con conseguenze minime per il corpo..

    Angiografia ecografica

    L'angiografia a ultrasuoni viene utilizzata per esaminare i vasi in un organo. Questa ricerca consente di determinare le loro possibili patologie e cambiamenti strutturali. Quando si trattano i tumori, è necessario rimuovere completamente i vasi con difetti, poiché una neoplasia può svilupparsi di nuovo da essi.

    Biopsia

    Questo tipo di esame aiuta a determinare la natura della neoplasia. Per la ricerca, un piccolo pezzo di tessuto anomalo viene strappato via. Dopo averlo studiato, si conclude che il tumore è benigno o maligno..

    Metodi di trattamento

    Il trattamento dell'angiomiolipoma renale ha due direzioni: medicamentosa e chirurgica. La scelta del tipo di trattamento dipende dalle dimensioni e dal tasso di crescita dell'anomalia, nonché dalle condizioni generali dell'organo..

    Il trattamento farmacologico viene utilizzato per la malattia asintomatica, l'assenza o la crescita insignificante del tumore, nonché le sue piccole dimensioni, che non superano i 4 cm.Il corso della terapia viene eseguito con inibitori ed è progettato per un anno. Questo metodo non rimuove completamente la malattia, ma aiuta a fermare la crescita dell'anomalia e, in alcuni casi, a ridurla..

    Nei casi in cui il trattamento farmacologico non dà risultati e non vi è crescita di un'anomalia, i farmaci vengono sospesi e al paziente vengono assegnati esami annuali per monitorare lo sviluppo del tumore.

    L'intervento chirurgico è necessario con la rapida crescita della neoplasia, le sue dimensioni sono superiori a 5 cm, nonché con la comparsa di emorragie interne dovute alla rottura dei vasi sanguigni e dei tessuti degli organi. Uno dei seguenti metodi viene scelto a seconda del decorso della malattia:

  • Embolizzazione. Questa tecnica comporta il blocco dei vasi sanguigni associato all'angiomiolipoma, che porta a un rallentamento della sua crescita e in alcuni casi a una diminuzione delle dimensioni. Questo metodo è utilizzato principalmente per localizzare le anomalie prima della resezione parziale o completa e dell'enucleazione..
  • Enucleazione. La rimozione dell'angiomiolipoma viene eseguita senza danneggiare i tessuti adiacenti dell'organo. Questo metodo dovrebbe essere eseguito da un chirurgo altamente qualificato, poiché se rimane anche un piccolo pezzo di tumore, può svilupparsi di nuovo.
  • Resezione parziale. Un metodo in cui viene rimossa una parte del rene con un'anomalia. Questo metodo consente di mantenere la salute dell'organo, anche se in misura incompleta..
  • Crioablazione. Hanno iniziato a usarlo relativamente di recente. L'essenza del metodo è rimuovere l'anomalia in piccole parti, utilizzando una sostanza a bassa temperatura. Questo metodo è adatto per piccoli angiomiolipomi.
  • Resezione completa. Se è impossibile eliminare la neoplasia senza interrompere completamente il funzionamento del rene, viene rimosso completamente. È molto importante che il secondo rene funzioni normalmente e non presenti anomalie..

    Prevenzione

    Poiché il meccanismo di comparsa delle neoplasie non è completamente compreso, non ci sono raccomandazioni specifiche per prevenirne la comparsa. In questo caso, i medici consigliano di essere più cauti, si riferiscono a tutti i tipi di malattie e processi infiammatori nei reni e si sottopongono anche a un'ecografia almeno una volta all'anno, per il rilevamento tempestivo della presenza di anomalie.

    Angiomiolipoma del rene

    Informazione Generale

    L'angiomiolipoma (LMA) è un tipo relativamente raro di tumori benigni del tessuto mesenchimale. Codice ICD-10 angiomiolipoma renale: D30.0. L'angiomiolipoma nella maggior parte dei casi (80-85%) è una malattia sporadica indipendente e meno spesso è associata a linfangioleiomiomatosi e sclerosi tuberosa (15-20%).

    Il più tipico per questo tipo di tumore è il danno renale, molto meno spesso sono colpiti il ​​fegato, il pancreas e le ghiandole surrenali. Di conseguenza, gli angiomiolipomi del fegato, delle ghiandole surrenali e del pancreas sono rari. L'agiomiolipoma del rene è un tumore benigno vascolare altamente attivo, costituito da cellule endoteliali dei vasi sanguigni, tessuto adiposo e cellule muscolari lisce. Il tumore può svilupparsi sia nel midollo che nella corteccia renale. Il più delle volte proviene dalla pelvi renale / seno renale, mentre il rapporto tra endotelio, componente adiposa e tessuto muscolare liscio all'interno dello stesso tumore può variare in rapporti diversi.

    L'incidenza di leucemia mieloide acuta renale è relativamente bassa e varia entro lo 0,3-3%, e senza una connessione con la sclerosi tuberosa è ancora più bassa (0,1% negli uomini / 0,2% nelle donne). Si trova più spesso durante il superamento di esami preventivi o è un "ritrovamento accidentale" durante l'ecografia dei reni. La tendenza alla malignità è trascurabile. In quasi l'85% dei casi, il tumore cresce nella capsula fibrosa del rene e va oltre, meno spesso - la crescita invasiva si verifica nella vena cava inferiore / vena renale o nei linfonodi perirenali. Si verifica in persone di qualsiasi età, ma più spesso negli adulti di età pari o superiore a 40-50 anni. Nel gruppo di aumentato rischio di sviluppare angiomiolipoma - donne di età compresa tra 45 e 70 anni.

    Nella maggior parte dei casi, l'angiomiolipoma del rene destro, così come l'angiomiolipoma del rene sinistro, è una singola formazione unilaterale. E solo nel 10-20% dei casi ci sono tumori bilaterali (rene sinistro e rene destro), e solo nel 5-7% dei casi non tumori singoli, ma multipli. L'angiomiolipoma del rene è spesso associato ad altre malattie renali.

    Poiché l'AML appartiene a tumori rari, tra le domande nei motori di ricerca su Internet è spesso possibile trovare "angiomiolipoma del rene sinistro - che cos'è" o angiomiolipoma del rene - è pericoloso per la vita ". Ci sono poche informazioni realmente disponibili al pubblico su questo tumore, il che è spiegato dalla sua rara presenza. Abbiamo già smontato cos'è questo tumore e, per quanto riguarda la sua minaccia per la vita, va notato che le piccole AML, di regola, non rappresentano una minaccia per la vita, tuttavia, tali pazienti dovrebbero essere costantemente sotto osservazione ecografica dinamica.

    L'angiolipoma di grandi dimensioni è pericoloso per la vita perché ha una struttura relativamente fragile (debolezza della parete vascolare) e può rompersi a causa di un trauma minore o di un impatto fisico minimo con lo sviluppo di ematomi retroperitoneali e intrarenali e di sanguinamento potenzialmente letale.

    Patogenesi

    La patogenesi dell'AML non è praticamente studiata. Il tumore nasce da cellule epitelioidi perivascolari che si trovano intorno ai vasi e può essere caratterizzato come grandi cellule muscolari lisce poligonali con segni di differenziazione melanocitica. Queste cellule sono caratterizzate da un tasso di proliferazione e crescita relativamente alto (in media 1,5 mm all'anno), che si verifica sotto l'influenza di fattori precisamente sconosciuti. Si presume che i fattori ormonali giochino un ruolo di primo piano nello sviluppo della LMA, come evidenziato dalla presenza di recettori specifici per estrogeni / progesterone nelle cellule tumorali..

    Sono disponibili informazioni su mutazioni geniche caratteristiche sia in casi sporadici che in casi associati a sclerosi tuberosa dei reni (perdita di eterozigosità, mutazioni del locus del gene TSC2 / TSC1 localizzate sul cromosoma 16p13). Istologicamente, il tumore è rappresentato da vasi sanguigni a pareti spesse, fibre muscolari lisce e tessuto adiposo maturo in diverse proporzioni quantitative. Le varianti strutturali dell'AML possono variare in modo significativo e dipendono dalla maturità del tessuto muscolare liscio nella componente muscolare liscia del tumore..

    Classificazione

    La caratteristica di classificazione si basa sulla struttura morfologica del tumore, a seconda della componente predominante, in base alla quale si distinguono:

    • Forma classica (una caratteristica è l'assenza di una capsula tra il tessuto sano circostante e il tumore).
    • Epitelioide.
    • Oncocitico.
    • AML con cisti epiteliali.
    • LMA con predominanza della componente grassa.
    • ML con predominanza di una componente muscolare liscia.
    • forma tipica (include tutti i componenti: muscolo, grasso ed epitelio);
    • forma atipica (caratterizzata dall'assenza di cellule adipose nella composizione della neoplasia).

    Le ragioni

    Lo sviluppo dell'AML si basa sulle mutazioni genetiche ereditarie della linea germinale (TSC2 / TSC1) nel cromosoma 16p13. La perdita di eterozigosi è la principale causa di morbilità sia nei casi sporadici che nei casi associati alla sclerosi tuberosa. In effetti, l'angiomiolipoma è il risultato della riproduzione clonale di una cellula, il cui risultato è l'acquisizione da parte di essa di proprietà proliferative..

    Non esiste una visione generalmente accettata sui fattori di rischio per l'aspetto e lo sviluppo di questo tumore. Tuttavia, oltre al fattore ereditario, secondo i dati statistici, le malattie renali croniche (glomerulonefrite cronica, pielonefrite, urolitiasi), i cambiamenti nei livelli ormonali (menopausa, gravidanza, interruzioni ormonali e negli uomini - un aumento del livello di ormoni sessuali femminili) possono contribuire al suo sviluppo..

    Sintomi

    Nella maggior parte dei casi (76%), con piccoli tumori (meno di 4 cm), si osserva solitamente l'AML asintomatica. Con grandi neoplasie (più di 4 cm), la maggior parte dei pazienti presenta sintomi clinici. Esiste una chiara relazione tra le dimensioni della LMA e i sintomi renali: più grande è il tumore, più spesso sono presenti i sintomi renali e più sono pronunciati..

    La funzionalità renale, a seconda delle dimensioni e del numero di angiomiolipomi, può rimanere praticamente intatta o deteriorarsi gradualmente e progressivamente, portando spesso allo sviluppo di ipertensione arteriosa. I disturbi più comuni sono: dolore addominale, debolezza, ipertensione arteriosa, palpazione del tumore, macro / microematuria. Quando l'angiomiolipoma si rompe e si sviluppa sanguinamento - sintomi di addome affilato, shock.

    Analisi e diagnostica

    La diagnosi di neoplasie renali si basa principalmente su dati ecografici (ultrasuoni), tomografia computerizzata a raggi X (TC) e risonanza magnetica (MRI). Se necessario, viene eseguita una biopsia e un esame di laboratorio: OAM, OAC, analisi del sangue biochimica. Questi metodi sono piuttosto informativi e consentono di visualizzare il tumore e la caratteristica più caratteristica dell'AML: la componente grassa nella struttura del tumore. Per la verifica della piccola AML, l'opzione migliore sono i metodi di diagnostica radiologica MSCT (tomografia computerizzata multistrato), che consentono di determinare la dimensione del tumore, le sue dinamiche.

    AML su ecografia renale

    Attualmente è stato adottato il seguente algoritmo di osservazione dinamica: controllo della dimensione dell'AML mediante ultrasuoni ogni 3 mesi, TC con potenziamento endovenoso dopo 6 mesi e 1 anno..

    Trattamento dell'angiomiolipoma renale

    La scelta delle tattiche di trattamento per l'angiolipoma renale si basa sulle dimensioni dell'AML e sulla presenza / gravità delle manifestazioni cliniche. Lo standard generalmente accettato è l'osservazione ecografica dinamica di pazienti con piccole (

    Angiomiolipoma del rene

    L'angiomiolipoma del rene (chiamato anche amartoma) è un tumore benigno del rene. Le donne si ammalano più spesso degli uomini 4 volte, le manifestazioni si verificano nella mezza età e nell'età avanzata. Secondo le statistiche, questa è una delle neoplasie renali più comuni..

    Il tumore è formato da tessuto adiposo, muscolatura liscia, epitelio e vasi sanguigni. Gli amartomi si trovano in altri organi, inclusi l'ipotalamo, i polmoni e la pelle. È l'angiomiolipoma che si verifica nei reni, in cui prevalgono i tessuti muscolari ei vasi sanguigni. Il pericolo di angiomiolipoma renale è che i tessuti crescono in modo non uniforme, possono degenerare, i vasi possono formare aneurismi che tendono a rompersi.

    • Consultazione iniziale - 2700
    • Consultazione ripetuta - 1800
    Per fissare un appuntamento

    Cause e forme di angiomiolipoma renale

    • Prezzo: 2700 rubli.

    Le cause affidabili dell'angiolipoma sono sconosciute. È in corso un dibattito sul fatto che l'angiomiolipoma isolato sia congenito o acquisito durante la vita. La modalità di trasmissione autosomica dominante di tali tumori è stata dimostrata, quando il gene mutante viene trasmesso attraverso la linea maschile.

    Un tumore acquisito può essere associato a cambiamenti ormonali durante la gravidanza, allo sviluppo di altri tipi di tumori (in particolare del tessuto vascolare e connettivo). L'angiomiolipoma può anche svilupparsi con una varietà di danni ai reni, dal trauma all'infiammazione cronica.

    Sono note due forme di malattia:

    1. Sporadico o isolato, che si sviluppa da solo, fuori collegamento con altre patologie. È un singolo tumore incapsulato che si sviluppa in un rene nel midollo o nella corteccia. Forma comune, riscontrata in 9 casi su 10.
    2. Sindrome di Bourneville-Pringle o una forma congenita che si sviluppa sullo sfondo della sclerosi tuberosa. Con questa forma, più angiomiolipomi si trovano in entrambi i reni.

    La struttura di un angiomiolipoma può essere tipica e atipica: con uno tipico sono presenti tutti i tipi di tessuto (adiposo, tessuto muscolare, epitelio, vasi), e con uno atipico non c'è tessuto adiposo. Si scopre solo con un esame istologico del puntato o di un farmaco rimosso durante l'intervento chirurgico.

    Sintomi di angiolipoma

    • Prezzo: 10.000 rubli.

    Le manifestazioni della malattia dipendono dalle dimensioni: fino a 4 cm di diametro, il tumore è asintomatico. Tuttavia, anche con un aumento dell'angiomiolipoma del rene, potrebbe non manifestarsi per molto tempo. Quindi, nell'80% delle formazioni esaminate si trovano 5 cm di dimensione e nel 18% - 10 cm, trovati per caso durante l'esame dei reni per un altro motivo.

    Una dimensione di 4-5 cm è considerata estremamente sicura, poiché la stragrande maggioranza delle persone non presenta alcun sintomo. Inoltre, il tumore richiede più ossigeno. Il tessuto muscolare si forma più velocemente dei vasi sanguigni che non possono tenere il passo con la crescita muscolare.

    Di conseguenza, le navi si allungano, il carico su di esse aumenta in modo significativo. Nelle pareti dei vasi sanguigni si formano aree di assottigliamento e aneurismi, che si strappano facilmente. Inoltre, la struttura stessa della parete vascolare in un tumore è raramente normale. Le emorragie sono le complicanze più comuni di questi tumori..

    L'angiomiolipoma del rene può manifestarsi con i seguenti sintomi:

    • dolore sordo o fastidio nella parte bassa della schiena e nell'addome sul lato del tumore;
    • affaticabilità rapida, debolezza;
    • ingrossamento del rene o un sigillo elastico rotondo chiaramente palpabile nell'addome;
    • una miscela di sangue nelle urine;
    • picchi di pressione sanguigna.

    Con una rottura della nave e sanguinamento, si sviluppa un'immagine di shock emorragico, appare dolore acuto nella parte bassa della schiena, sangue visibile nelle urine, si avverte un sigillo crescente nell'area dei reni. Se il sangue viene versato nella cavità addominale, si forma un'immagine di "addome acuto".

    Le complicanze della malattia comprendono anche la compressione degli organi adiacenti, la necrosi dei tessuti tumorali, la trombosi vascolare e la degenerazione cancerosa. A volte il tumore rimane benigno, ma piccoli noduli si formano negli organi adiacenti, spesso nel fegato.

    Diagnosi di angiolipoma

    Nella fase iniziale della formazione, l'angiomiolipoma viene rilevato per caso agli ultrasuoni o durante l'esame a raggi X. Per la lombalgia di varia intensità, viene eseguita la diagnostica strumentale, che stabilisce rapidamente la patologia. È obbligatorio uno studio di laboratorio su urine e sangue. Micro- o macroematuria si trova nelle urine.

    Molto spesso, il tumore si trova sugli ultrasuoni sotto forma di un'area isolata arrotondata di ridotta ecogenicità. La posizione tipica, la forma rotonda e l'uniformità suggeriscono che si tratti di un angiomiolipoma. Piccoli tumori isolati si trovano più spesso nel rene destro. Il danno al rene sinistro è meno comune.

    Il secondo metodo di esame più informativo è la tomografia computerizzata multispirale (MSCT) con miglioramento del contrasto. Si tratta di uno studio multistrato che permette di studiare la struttura del rene in tempo reale. Con MSCT è possibile valutare bene l'afflusso di sangue al rene, il flusso sanguigno nel tumore.

    Inoltre, la risonanza magnetica viene utilizzata per la diagnostica, in cui il midollo e la corteccia del rene sono meglio visibili. Questi metodi si completano a vicenda. Inoltre, la risonanza magnetica non utilizza i raggi X, che è importante per alcune categorie di pazienti..

    L'angiografia a ultrasuoni (scansione duplex delle arterie renali) viene utilizzata per visualizzare i vasi sanguigni. Se lo studio rileva un tumore sotto forma di una sfera di vasi sanguigni, i cambiamenti nella parete vascolare, espansione, restringimento e altre formazioni sono chiaramente tracciati sul monitor.

    Se si sospetta un angiomiolipoma, può essere eseguita una biopsia del tessuto tumorale sotto guida ecografica o durante la chirurgia endoscopica. L'esame istologico consente di chiarire la diagnosi.

    I metodi di ricerca sono selezionati dal medico curante in base alle caratteristiche di un caso particolare.

    Come trattare gli angiomiolipomi renali

    L'angiomiolipoma del rene è una neoplasia di una struttura benigna che colpisce più spesso le donne rispetto agli uomini. A differenza di una normale cisti, questo tipo di tumore ha una struttura più complessa. La capsula consiste non solo di contenuti sierosi o purulenti, ma anche di grasso, vasi sanguigni, muscoli. La formazione cistica in rari casi raggiunge una dimensione di 5 cm e rappresenta una potenziale minaccia per la vita.

    Una neoplasia benigna.

    Cos'è l'angiomiolipoma renale?

    Questo è un tipo di sigilli poco conosciuto che colpisce gli organi accoppiati. Le statistiche mostrano che nella maggior parte dei casi le donne lo affrontano durante la menopausa o durante il trasporto di un bambino. Ciò è dovuto ai cambiamenti ormonali che si verificano nel corpo. Negli uomini, l'angiomiolipoma si verifica molte volte meno frequentemente nel rene..

    Il contenuto mostra tessuto adiposo, fibre muscolari.

    L'ispessimento ha una struttura molto complessa, che lo distingue da una normale cisti. Il contenuto mostra tessuto adiposo, fibre muscolari e vasi sanguigni alterati. La diagnosi di una neoplasia è difficile, poiché non ci sono sintomi nelle prime fasi..

    Sintomi

    I segni di angiomiolipoma del rene sinistro o del rene destro dipenderanno dal diametro della capsula. Se è leggermente aumentato di dimensioni, non ci saranno sintomi evidenti. Nella maggior parte dei casi, il sigillo viene rilevato solo dopo essere aumentato a 4-5 cm In questa situazione, i sintomi saranno i seguenti:

    Sensazioni dolorose nella zona dell'organo.

    • sensazioni dolorose compaiono nell'area di un organo interno (parte bassa della schiena o cavità addominale);
    • il paziente si stanca rapidamente, si sente costantemente debole;
    • man mano che la neoplasia cresce nell'area dei reni, si avverte una palla densa, l'organo interno stesso aumenta;
    • cadute di pressione;
    • aumenta il carico sulle navi, che provoca ulteriormente la loro rottura, emorragie. In questo caso, il dolore sarà acuto e appariranno coaguli di sangue nelle urine..

    Se l'ispessimento è troppo grande, può rompere i tessuti dell'organo accoppiato. In questo caso, il dolore diventa insopportabile, vengono aggiunti ulteriori segni di intossicazione.

    Esistono 2 forme di patologia: congenita e acquisita. Nel primo caso, è associato a un fattore ereditario. Spesso, con un tipo congenito, i tumori si formano non su un organo interno, ma su due contemporaneamente. Il tipo acquisito della malattia non ha una causa evidente. A volte rimangono poco chiari. In questa forma, la capsula è solitamente singola, con confini chiaramente delineati..

    I sigilli sono divisi in tipi a seconda della loro struttura. Tipici contengono tutti i possibili tipi di tessuto (adiposo, muscolare, epiteliale, vascolare). Atipico includono tutte le cellule tranne il grasso.

    Cause di occorrenza

    I medici non sono ancora stati in grado di stabilire i motivi esatti per cui compare l'angiomiolipoma del rene destro o del rene sinistro. Tuttavia, sono stati identificati diversi fattori di rischio che rappresentano un potenziale pericolo..

    I motivi che possono provocare la comparsa di una neoplasia includono:

    • problemi renali (questo include non solo il fallimento, ma anche il diabete mellito);
    • malattie infettive e focolai di infiammazione negli organi pelvici, sistema urinario. Le malattie croniche aumentano il rischio;
    • durante il periodo di gravidanza, si verificano cambiamenti ormonali nel corpo, il che aumenta la probabilità di sviluppo della patologia;
    • la menopausa è anche accompagnata da cambiamenti ormonali, quindi è uno dei fattori di rischio;
    • fattore ereditario.

    Maggiore è il numero di fattori di rischio, maggiore è la probabilità che una capsula appaia sull'organo associato..

    Angiomiolipoma del rene: è pericoloso per la vita?

    Il tumore rappresenta una potenziale minaccia non solo per la salute, ma anche per la vita. Spesso aumenta notevolmente di dimensioni, il che aumenta la probabilità di complicanze. Se la capsula si rompe spontaneamente, il paziente è a rischio di emorragia interna. Solo un'assistenza tempestiva in questa situazione salverà la vita della vittima..

    Se le pareti della capsula si rompono, sarà necessaria un'assistenza medica urgente.

    Un'altra complicanza pericolosa è il rischio di trasformazione di cellule benigne in cellule maligne. L'ispessimento deve essere trattato in modo da non affrontare il cancro. Oltre a questi potenziali problemi, il paziente deve affrontare le seguenti complicazioni:

    • capsule di grandi dimensioni premono su tessuti e organi interni. Ciò provoca la comparsa di coaguli di sangue e necrosi. Se non trattato, questo può portare alla rottura dei reni e al loro ulteriore fallimento;
    • i vasi sanguigni scoppiano, che forniscono la saturazione di ossigeno degli organi accoppiati;
    • un grande angiomiolipoma può causare la rottura del parenchima renale.

    Durante la gravidanza

    Il periodo di gravidanza aumenta il rischio di sviluppare una neoplasia. Ciò è dovuto a cambiamenti ormonali. Durante la gravidanza, l'angiomiolipoma cresce rapidamente e provoca spiacevoli sensazioni dolorose nella regione lombare. A volte si diffonde anche alla cavità addominale..

    Con lo sviluppo della patologia durante la gravidanza, appare il mal di schiena.

    Il metodo di trattamento dipende dalle caratteristiche del tumore. Se aumenta lentamente di dimensioni e non causa inconvenienti, il medico sceglie l'osservazione. Per il bambino in questo caso non c'è pericolo.

    Tuttavia, le capsule di grandi dimensioni che premono sugli organi interni devono essere rimosse chirurgicamente. L'operazione è prescritta quando l'angiomiolipoma rappresenta una minaccia non solo per il feto, ma anche per la futura mamma. Nella maggior parte dei casi, con questo tipo di formazione cistica, il parto naturale viene abbandonato. Possono provocare una rottura delle membrane, pertanto viene prescritto un taglio cesareo.

    Diagnostica

    All'esame iniziale, il medico determinerà con la palpazione se c'è un ispessimento estraneo nell'area degli organi interni. Tuttavia, sarà necessario chiarire la diagnosi, poiché una piccola neoplasia non può essere avvertita. Per questo, sono prescritte le seguenti procedure:

    • Ecografia dei reni. Vengono stabilite le dimensioni della capsula, il luogo del suo attacco e le caratteristiche. Se il tumore supera i 7 cm, i risultati dell'esame ecografico potrebbero non essere informativi;

    Imposta le dimensioni della capsula, il luogo del suo attacco.

  • per risultati accurati, sono prescritti MRI e tomografia computerizzata. Per l'angiomiolipoma del rene, la TC rileverà eventuali cambiamenti. Di solito, viene utilizzato un mezzo di contrasto per chiarire lo stato dei vasi sanguigni e di tutti i tessuti;
  • urografia - raggi X, che viene eseguita utilizzando reagenti di contrasto. Durante la procedura viene valutato lo stato dell'organo interno, eventuali variazioni intervenute;
  • L'angiografia ecografica comporta l'esame delle arterie dei reni. Durante la manipolazione, vengono determinati lo stato dei vasi, i cambiamenti nelle pareti vascolari;
  • viene prescritta una biopsia se si sospetta la presenza di cellule maligne nel tumore;
  • sono obbligatori esami del sangue e delle urine generali e biochimici.
  • Metodi di trattamento

    Per curare la neoplasia, viene prescritta una terapia conservativa o un intervento chirurgico. Se nel rene si riscontra un piccolo angiomiolipoma che non progredisce, si raccomanda il follow-up. È importante che il paziente non abbia malattie concomitanti. I test diagnostici vengono eseguiti regolarmente per controllare le dimensioni del tumore. Le capsule grandi richiedono la nomina di un'operazione, poiché minacciano la rottura spontanea delle membrane.

    Conservatore

    I piccoli angiomiolipomi del rene sinistro di solito non vengono trattati. Il paziente si sottopone a controlli di routine per controllare la crescita eccessiva dei tessuti. Se il diametro della guarnizione è inferiore a 4 cm, non è necessario un trattamento aggiuntivo.

    Il medico può prescrivere farmaci per alleviare la condizione. I farmaci aiuteranno a rallentare la progressione della patologia. Ma i farmaci vengono utilizzati solo se indicati e non sempre. Possono influire negativamente sulla salute.

    Chirurgico

    L'azione chirurgica è indicata nei casi in cui un tumore benigno aumenta fino a 4-5 cm di diametro e interferisce con il normale stile di vita di una persona. Il metodo di rimozione è determinato dal medico curante sulla base di misure diagnostiche.

    È prescritto uno dei seguenti tipi di intervento:

    • l'embolizzazione superselettiva è un tipo delicato di esposizione, in cui cercano di preservare tutte le funzioni degli organi accoppiati. Durante l'operazione, una soluzione viene iniettata nei vasi che sono collegati alla tenuta. Agisce sulle cellule e permette alla capsula di restringersi;
    • l'enucleazione è un tipo classico di intervento chirurgico. I tessuti colpiti vengono separati da quelli sani e il tumore viene asportato. Il rene non è interessato. Il recupero è rapido, ma per il piccolo angiomiolipoma è prescritto un intervento chirurgico;
    • la resezione è un metodo di influenza in cui viene rimossa non solo la neoplasia, ma anche parte dell'organo interno. Dopo l'operazione, le funzioni vengono parzialmente perse. Questo metodo viene utilizzato solo quando il secondo rene è in grado di far fronte al carico;
    • crioablazione - azione sulla zona interessata con basse temperature. Il freddo può distruggere i tessuti danneggiati;
    • la nefrectomia è l'ultimo metodo utilizzato dai medici. È necessario rimuovere non solo l'ispessimento, ma anche l'intero organo interno. Questo tipo di intervento viene utilizzato solo quando esiste una grave minaccia per la vita di una persona..

    Rimedi popolari

    I rimedi popolari per l'angiomiolipoma renale possono essere utilizzati solo in consultazione con il medico curante. Il loro uso incontrollato non farà che peggiorare la condizione. Allo stesso tempo, devi capire che le ricette popolari non ti aiuteranno a ridurre la capsula risultante. Riducono solo la probabilità di sviluppare un focolaio di infiammazione ed eliminano le sensazioni dolorose.

    Dopo aver consultato il medico, utilizza una delle seguenti ricette:

      un decotto di fiori di calendula fa fronte a focolai di infiammazione. Per prepararlo, prendi 1 cucchiaio di materie prime e versa un bicchiere di acqua bollente. Quindi mettete a fuoco basso e tenete per altri 10 minuti. Dopo che il brodo si è completamente raffreddato, filtrare e bere mezzo bicchiere tre volte al giorno per un paio di settimane;

    Un decotto di fiori di calendula affronta i focolai di infiammazione.

  • rallentare la crescita della formazione cistica aiuterà una tintura di gusci di noce. Avrai bisogno di 12 pezzi per mezzo litro di vodka. Pestare prima il guscio e poi riempirlo di vodka. Metti il ​​prodotto in un luogo buio per un paio di settimane. Quindi filtrare e bere 1 cucchiaino una volta al giorno prima dei pasti;
  • Il succo di bardana aiuta a ridurre l'infiammazione. Ogni volta è necessario preparare una porzione fresca del prodotto. Innanzitutto, bevi 1 cucchiaio 2 volte al giorno e il terzo giorno aumenta la porzione a 3 cucchiai.
  • la tintura di assenzio viene preparata con vodka o alcol. Per 20 grammi di una pianta medicinale, devi prendere 100 ml di vodka. Il rimedio dovrebbe essere infuso per diversi giorni. Quindi vengono prese 20 gocce tre volte al giorno prima dei pasti;
  • si prepara un decotto di pigne. Le proporzioni sono 10 coni per un litro e mezzo di acqua bollente. Far bollire il prodotto per un'altra mezz'ora, quindi filtrare, raffreddare e bere con il miele.
  • Trattamento con dieta

    Durante il periodo di cura è necessario seguire il piano nutrizionale elaborato dal medico. Una dieta moderata rallenterà leggermente la crescita della foca e ridurrà il rischio di complicanze. Dovrai eliminare completamente l'uso di sale (o ridurre significativamente il volume), prodotti contenenti alcol, caffè.

    Il menu non deve contenere cibi piccanti o grassi, semilavorati, prodotti affumicati. Non mangiare aglio e cipolle, dolci o biscotti. Anche la carne (manzo e maiale) dovrebbe essere eliminata dalla dieta. Dovresti anche abbandonare le cattive abitudini, specialmente l'alcol..

    Non puoi mangiare cibi piccanti, grassi, fast food.

    La dieta prevede l'utilizzo dei seguenti alimenti:

    • cereali (grano saraceno, miglio, ecc.), nonché pasta;
    • uova;
    • latticini (preferibilmente senza grassi);
    • pesce (al vapore);
    • pollo, tacchino (anche le parti magre del pollame vengono cotte a bagnomaria);
    • si possono consumare verdure, ma non tutte. Il menu non deve contenere ravanelli, prezzemolo, spinaci, rafano, aglio e cipolle;
    • la pasticceria è vietata. Se vuoi i dolci, mangia miele, frutta secca, mele al forno.

    Durante il periodo di trattamento, consumare una quantità sufficiente di acqua pulita (1,5 - 2 litri al giorno), a meno che il medico curante non abbia raccomandato di ridurre il volume del fluido. Non dovresti mangiare tre volte al giorno, ma 4-5 volte, ma in piccole porzioni.

    Se segui una dieta, puoi controllare la crescita delle neoplasie e ridurre il rischio di complicanze..

    Ulteriore prognosi e prevenzione

    L'angiomiolipoma del rene è una neoplasia pericolosa, ma la prognosi per il trattamento è generalmente buona. Se non ignori la diagnosi e segui tutte le raccomandazioni sviluppate dal medico, non si verificheranno complicazioni. Tuttavia, in assenza di terapia, esiste la possibilità di degenerazione delle cellule benigne in quelle maligne, nonché il rischio di sviluppare altre complicanze..

    Poiché le ragioni esatte che provocano lo sviluppo del tumore non sono state stabilite, non ci sono misure preventive chiare. Tuttavia, puoi ridurre la probabilità che si verifichi monitorando la tua salute..

    Trattare tempestivamente eventuali malattie infettive, processi infiammatori e prevenire la transizione delle malattie in una forma cronica. Sforzati di mangiare bene, rinuncia a cibi grassi e piccanti, dalle cattive abitudini. Bere molta acqua potabile pulita. In caso di problemi con il sistema urinario, consultare il medico. Non raffreddare troppo.

    L'angiomiolipoma, che si verifica su organi accoppiati, è una potenziale minaccia per la vita. Raggiunge grandi dimensioni e provoca una compromissione della funzionalità renale. L'intervento chirurgico è considerato l'unico trattamento efficace..

    Pericolo di angiomiolipoma renale: sintomi e metodi di terapia

    L'angiomiolipoma (LMA) è un tumore benigno a struttura complessa del rene, costituito da muscoli, calore, tessuti epiteliali e vasi sanguigni.

    Il rapporto quantitativo di questi componenti nel tumore può essere diverso - fino alla completa assenza di componenti muscolari e grassi.

    LMA può avere dimensioni fino a 20 cm, nel 75% dei casi è unilaterale, cioè colpisce un rene.

    Le cause della malattia

    Ad oggi, non sono state stabilite cause confermate di AML, ad eccezione di un fattore ereditario.

    La maggior parte degli esperti concorda sul fatto che, oltre all'ereditarietà, alcune malattie renali (pielonefrite) e tumori che non sono necessariamente localizzati nel sistema genito-urinario (angiofibroma, ecc.) Possono portare ad angiomiolipoma..

    La gravidanza è un fattore scatenante per l'AML.
    Ciò è dovuto alla presenza nell'angiomiolipoma di recettori per gli ormoni sessuali progesterone ed estrogeni, il cui livello aumenta durante la gravidanza.

    La patologia rappresenta una minaccia per la vita?

    L'AML è una malattia grave, in alcuni casi pericolosa per la vita. Gli angiomiolipomi sono lesioni benigne, ma in casi molto rari possono diventare maligni..

    Ci sono stati anche casi in cui gli angiomiolipomi erano principalmente cancerosi..

    Il principale pericolo di angiomiolipomi è l'emorragia interna e la necrosi, che a volte porta a infezioni e persino sepsi..

    I vasi sanguigni in AML sono cambiati, hanno una parete debole, le fibre muscolari crescono più velocemente di loro, quindi c'è il rischio di rottura dei vasi sanguigni e del tumore stesso con sanguinamento retroperitoneale o intrarenale, che richiede un intervento chirurgico urgente.

    Ciò porta a un aumento dello stress sulla parete vascolare, aneurismi e sfondamento. Il 15% dei pazienti che si rivolgono per la prima volta a un medico per la LMA presenta sanguinamento.

    Dati statistici

    Gli angiomiolipomi sono le neoplasie renali più comuni. L'AML si verifica principalmente nelle persone di mezza età e negli anziani (l'età media dei pazienti è di 48-50 anni), nelle donne - 4 volte più spesso degli uomini.

    La manifestazione del quadro clinico

    I sintomi degli angiomiolipomi dipendono direttamente dalle dimensioni del tumore. Con piccole neoplasie (fino a 4 cm) nell'80% dei casi, la malattia è asintomatica.

    Con un aumento delle dimensioni di oltre 5 cm, oltre il 70-80% dei pazienti inizia a sentire manifestazioni cliniche della malattia, costringendoli a consultare un medico, ovvero:

    • dolore sordo nella parte bassa della schiena e nelle aree laterali dell'addome, aggravato dalla rotazione e dalla flessione, secondo varie fonti, il sintomo del dolore si osserva nel 40-70% dei pazienti;
    • cambiamenti frequenti e improvvisi della pressione sanguigna - nel 12% dei casi;
    • neoplasia palpabile (in alcuni casi dal paziente stesso) - nel 22%;
    • debolezza.

    Quando il tumore raggiunge le dimensioni di 10 cm nell'80% dei pazienti, si verificano i soliti sintomi renali.

    La rottura del tumore è accompagnata da emorragia interna, forte dolore acuto e shock emorragico (pallore, ipotensione arteriosa, tachicardia, vertigini, svenimento). C'è un'immagine di un tumore palpabile in crescita.

    Metodi diagnostici

    1. Ultrasuoni. È un metodo altamente informativo per formazioni uniformi, di medie dimensioni (più di 5-7 mm), limitate dal parenchima epatico. Si manifesta come un segnale altamente eco-negativo sullo sfondo del parenchima renale, il che rende la diagnosi di AML molto affidabile.
    2. Scansione TC. Per diagnosticare gli angiomiolipomi, vengono utilizzati tutti i tipi di tomografia computerizzata: multispirale (MSCT), raggi X (RKT), risonanza magnetica (MRKT), ultrasuoni (UST). Una caratteristica della LMA è la presenza di un volume significativo di tessuto adiposo nel tumore, che in alcuni casi è patognomonico. I raggi X e l'ecografia in questo caso consentono di stabilire una diagnosi con una precisione del 95%. La LMA con basso contenuto di grassi è molto più difficile da diagnosticare, ma sono relativamente rare (nel 4,5% dei casi). L'assenza o la bassa quantità di tessuto adiposo complica la diagnosi differenziale per il cancro del rene.
    3. Angiografia. Non molto tempo fa, si credeva che le anomalie vascolari (shunt artero-venosi, tortuosità, aneurismi) fossero caratteristiche solo della LMA. Tuttavia, una nuova ricerca ha dimostrato che queste stesse caratteristiche possono essere trovate nei tumori maligni. Pertanto, l'angiografia - lo studio dei vasi sanguigni iniettando sostanze radiopache in essi e manifestandosi con una radiografia - ha in qualche modo perso il suo significato. Tuttavia, è ancora usato abbastanza ampiamente, poiché gli angiomiolipomi sono caratterizzati da vascolarizzazione.
    4. Biopsia. La biopsia per puntura o aspirazione viene utilizzata in tutti i casi in cui è difficile diagnosticare con metodi non invasivi (ecografia, tomografia, radiografia). La biopsia è indispensabile nella diagnosi di LMA a basso contenuto di grassi e, in alcuni casi, prima dell'emboloterapia.
    5. Dai metodi di laboratorio per la diagnosi di AML, vengono utilizzati analisi delle urine, analisi del sangue biochimiche e generali.

    Terapie

    La scelta del trattamento per gli angiomiolipomi dipende dalle loro dimensioni e dalle manifestazioni cliniche. Vengono utilizzate tre tattiche di trattamento:

    • osservazione dinamica;
    • terapia farmacologica;
    • Intervento chirurgico.

    In ogni caso, viene data preferenza al metodo di trattamento che consente di preservare l'organo e la sua funzionalità..

    Tattiche di osservazione

    L'osservazione dinamica viene utilizzata per piccole neoplasie asintomatiche (fino a 4-5 cm) e prevede una visita trimestrale a uno specialista e una diagnosi annuale mediante tomografia computerizzata ed ecografia.

    Se non c'è un aumento significativo del volume e il cambiamento di qualità, il tumore non viene rimosso.

    Trattamento farmacologico

    Ad oggi, non esiste una terapia farmacologica comprovata supportata da tutti gli specialisti per l'angiomiolipoma. È ancora impossibile sbarazzarsi dei tumori senza intervento chirurgico.

    La terapia farmacologica è in fase di sviluppo. Sono in fase di sperimentazione farmaci mirati innovativi, in particolare inibitori di mTOR, rapamicina e suoi analoghi.

    Il rischio di rottura e sanguinamento è ridotto, diventa possibile applicare metodi di trattamento minimamente invasivi: ablazione criogenica, resezione laparoscopica.

    Intervento chirurgico

    La chirurgia è il principale, nella maggior parte dei casi, l'unico modo per trattare la LMA. Le indicazioni per la chirurgia sono:

    • tumori grandi (più di 5 cm) che comportano il rischio di rottura e sanguinamento retroperitoneale;
    • rapida crescita di neoplasie;
    • ipertensione renale, che è una conseguenza di processi patologici che interessano le arterie renali;
    • manifestazioni cliniche sotto forma di dolore, sangue nelle urine e altri sintomi renali;
    • spremitura da un tumore della zona del bacino del calice e una violazione dei rifiuti urinari;
    • il rischio di malignità;
    • impossibilità di diagnosi preoperatoria.

    Resezione renale

    La resezione è la rimozione del tumore insieme a parte del rene. La condizione per la resezione di un organo è il normale funzionamento del secondo rene..

    Enucleazione

    Questo è un moderno metodo di rimozione del tumore che conserva gli organi che riduce al minimo i danni all'organo stesso. Se il tumore è in una capsula fibrosa, è possibile rimuoverlo (espellerlo), quasi senza intaccare il rene stesso, con una minima perdita di sangue.

    Nefrectomia (rimozione)

    Nefrectomia: rimozione dell'intero rene insieme ai tessuti adiacenti.

    La nefrectomia è indicata per la crescita del tumore nell'intero fascio, la sua localizzazione nell'area del seno e altri casi in cui l'integrità dell'organo non può essere ripristinata.

    Embolizzazione vascolare

    L'essenza dell'embolizzazione è che un materiale speciale viene iniettato in un'arteria o nel suo ramo che alimenta il tumore, che ostruisce il vaso e priva il tumore dell'afflusso di sangue.

    L'inserimento di un embolo artificiale viene monitorato mediante radiografia.

    L'embolizzazione consente di preservare le funzioni del parenchima e di rifiutare la chirurgia traumatica del bisturi.

    È indicato per angiomiolipomi multipli o singoli di grandi dimensioni, sanguinamento e anche quando la resezione d'organo è associata a un maggior rischio di insufficienza renale.

    Come materiale per l'embolizzazione vengono utilizzati olio iodato, spugne di gelatina, particelle di alcol polivinilico, etanolo puro, seta, feltro di teflon..

    La pratica dell'embolizzazione in tutto il mondo è piccola, quindi la sua efficacia può essere valutata solo dopo un sufficiente accumulo dei risultati delle operazioni.

    Crioablazione d'organo

    Un'operazione mininvasiva, che consiste nel congelare il tumore con argon con gel. Viene utilizzato per le taglie AML piccole (fino a 4 cm). La tecnologia è sperimentale, non ancora diffusa.

    Previsione e prevenzione delle complicanze

    Con uno sviluppo lento della malattia e un quadro clinico lieve, la prognosi dell'AML è favorevole. L'angiomiolipoma si circonda di una capsula di tessuto connettivo per facilitare la rimozione chirurgica.

    Le raccomandazioni generali per evitare complicazioni includono la necessità di mantenere uno stile di vita sano, una corretta alimentazione, smettere di alcol e fumare e un'attività fisica moderata..