Quali test vengono eseguiti per la pielonefrite: indicatori normali

La pielonefrite non occupa una posizione di primo piano nel gruppo di malattie del sistema urinario. Spesso le esacerbazioni asintomatiche e letargiche non costringono i pazienti ad andare in clinica.

La pielonefrite viene rilevata in modo tempestivo se vengono eseguiti i test necessari. L'urina con pielonefrite è il principale marker di patologia, pertanto l'analisi è di estremo valore diagnostico.

Con la pielonefrite, l'analisi principale è l'analisi delle urine. Ma i medici sono anche interessati all'emocromo che caratterizza la salute umana e il lavoro degli organi interni..

  1. Analisi del sangue (da una vena)
  2. Analisi delle urine
  3. Interpretazione dei risultati ottenuti
  4. Analisi secondo Zimnitsky
  5. video

Analisi del sangue (da una vena)

Un esame del sangue è prescritto da medici che trattano pazienti con pielonefrite. Donano fluido biologico al mattino, a digiuno fino a quando l'analisi non viene effettuata per almeno dieci ore.

L'uso di bevande alcoliche, il fumo di tabacco è severamente vietato. Con la pielonefrite, un esame del sangue mostrerà cambiamenti caratteristici nel corpo umano con patologia infiammatoria.

Durante la decodifica dei risultati dell'analisi, i medici prestano attenzione alle seguenti caratteristiche del sangue:

  1. emoglobina - cade con pielonefrite;
  2. eritrociti: con la malattia, il livello diminuisce;
  3. sedimentazione eritrocitaria: l'indicatore aumenta, tipico dei processi infiammatori che si verificano nel corpo;
  4. leucocitosi: aumento del numero di leucociti, che segnala la lotta del corpo contro le infezioni;
  5. spostamento della formula dei leucociti: si sposta a sinistra, viene diagnosticata la concentrazione di giovani neutrofili nel sangue.

Un esame del sangue per la pielonefrite fornisce anche ulteriori indicatori caratteristici. Variazione del contenuto proteico: l'indicatore sarà ridotto (norma - 65-85 g / l).

Un aumento della presenza di gamma globuline nel sangue (a un tasso del 12-22%) indica un processo infettivo.

Le patologie infiammatorie localizzate nei reni provocano un aumento del livello di alfa-2-globuline nel sangue, la quantità può essere superata. Con un aumento del contenuto di acido urico, i medici sospettano malattie del sistema urinario.

Analisi delle urine

Il risultato nella diagnosi delle patologie renali è dato dall'analisi delle urine. Sarà decisivo nella diagnosi.

Per ottenere i risultati corretti dal laboratorio, preparare con competenza e sottoporsi alla ricerca.

Regole per la presentazione del biomateriale per la ricerca:

  • il giorno prima, non mangiare cibi che possono modificare l'indice di colore delle urine, dello zucchero o delle barbabietole;
  • non assumere farmaci diuretici - farmaci che attivano l'escrezione di urina dal corpo;
  • nelle donne, l'enfasi è sull'astensione dall'analisi delle urine durante i giorni critici;
  • prima di raccogliere materiale biologico, i genitali devono essere accuratamente elaborati in modo che il risultato diventi affidabile.

Un test generale delle urine per la pielonefrite consente al medico di giudicare le cifre chiave di conseguenza: il numero di leucociti, la presenza di microrganismi patogeni, l'acidità delle urine e la densità, l'indice di colore.

Il risultato ottenuto è correlato ai valori di riferimento e la deviazione indica malattie degli organi del sistema genito-urinario.

Interpretazione dei risultati ottenuti

La caratteristica dell'urina consiste in diversi indicatori, determinati secondo il seguente elenco:

  • eritrociti - normalmente nelle donne è fino a 3 unità e negli uomini - fino a 2 unità. Se il numero di eritrociti supera i valori di riferimento, ciò indica patologie renali;
  • il livello di bilirubina - normalmente questo indicatore è assente nel fluido biologico. Se l'urina contiene bilirubina, questo dimostra danni agli epatociti (cellule del fegato), la bilirubina viene rilasciata durante la distruzione dell'emoglobina, malattie infiammatorie ed effetti tossici sul corpo;
  • urea - i valori normali di urea per l'uomo sono in media 7 mmol / l. Se il livello di urea nel sangue aumenta, ciò dimostra la patologia degli organi urinari;
  • i corpi chetonici - nell'analisi delle urine di una persona sana sono assenti. Se compaiono, segnala un possibile diabete mellito;
  • proteine ​​- non ci sono proteine ​​nelle urine. Se compare proteinuria, il medico sospetta una grave malattia renale, un'infezione o un danno alle strutture renali;
  • nitriti - non rilevati nelle urine, i nitriti sono un segno di danno batterico;
  • glucosio - lo zucchero nelle urine non dovrebbe essere. La comparsa nel biomateriale suggerisce innanzitutto il diabete, e la presenza di glucosio nel sangue conferma questa diagnosi;
  • livello di acidità - gli indicatori di acidità delle urine in una persona sana fluttuano di 5-7 unità, con un aumento del contenuto di acido nelle urine o alcalinizzazione, i medici sospettano disturbi ai reni;
  • densità - l'indicatore delle urine dovrebbe essere 1003-1035. Con un aumento della densità, questo indica pielonefrite, ma con una diminuzione dell'indicatore, i medici sospettano un'insufficienza renale o l'uso di farmaci diuretici alla vigilia dell'analisi;
  • leucociti - la norma per le donne - fino a 6 unità e per gli uomini - fino a 3. Con reni sani, i leucociti nelle urine sono nella norma, ma se il numero di leucociti aumenta, ciò segnala l'infiammazione negli organi del sistema genito-urinario o l'urolitiasi. È interessante notare che l'analisi delle urine nella pielonefrite cronica potrebbe non mostrare un aumento del numero di leucociti;
  • urobilinogeno - l'indicatore di una sostanza ha valori di riferimento di 5-10 mg per litro, ma quando devia dalla norma al lato inferiore, il corpo segnala un blocco del dotto biliare e con un aumento dell'urobilinogeno - un'attività funzionale troppo debole del fegato.

Oltre agli indicatori tipici, i risultati dell'analisi delle urine sono determinati da altri componenti, batteri, funghi.

I medici diagnosticano rilevando le urine, ma sono più interessati ai leucociti, all'acidità e alla densità, alla presenza di batteri o nitriti.

Analisi secondo Zimnitsky

Oltre a OAM - analisi generale delle urine, i pazienti vengono sottoposti a analisi delle urine secondo Zimnitsky. Cosa prescrivere e quale dei test sarà indicativo sarà determinato dal medico, ma i pazienti dovrebbero sapere come assumere correttamente il biomateriale secondo Zimnitsky.

Secondo Zimnitsky, l'urina è un modo per esaminare l'urina, che consente di valutare il lavoro dei reni. Con l'aiuto di tale studio, viene stabilita la capacità degli organi di concentrarsi e rimuovere l'urina dal corpo..

L'urina nei reni proviene dal passaggio del sangue attraverso di loro. Indicatori della norma dell'urina escreta - da uno e mezzo a due litri.

I reni espellono i prodotti di scarto metabolici nel sangue. Rimuovendo l'urina all'esterno, viene mantenuto l'equilibrio idrico.

Quando il corpo riceve troppo poco fluido, l'urina sarà concentrata e se c'è più fluido, la concentrazione di urina diminuirà. Se la funzione renale viene interrotta, queste leggi elementari non vengono più osservate: l'equilibrio di H2O è disturbato, la composizione generale del sangue cambia. Tali cambiamenti si riflettono nello stato del corpo..

Se un paziente è sospettato di avere la pielonefrite, gli esami delle urine al giorno ci permettono di capire quanta urina danno i reni in 24 ore e qual è la concentrazione. I medici prescrivono uno studio in caso di:

  • se il paziente ha segni di insufficienza renale;
  • c'era una diagnosi non confermata: diabete;
  • il paziente soffre di pressione alta;
  • si sospetta un'infiammazione renale.

È necessario raccogliere materiale per la ricerca secondo Zimnitsky secondo il programma: per questo, vengono preparati 8 contenitori con una nota sul tempo di raccolta delle urine con un intervallo di ogni tre ore.

La raccolta dell'urina inizia al mattino e il biomateriale non deve essere raccolto alla prima minzione.

La seconda porzione di urina viene raccolta in un barattolo dalle 9:00 del giorno corrente e fino alle 9:00 del giorno successivo, per ogni porzione - il proprio contenitore.

I campioni di urina raccolti vengono conservati al freddo e, dopo aver raccolto l'ultimo contenitore, il materiale biologico viene trasferito al laboratorio per la ricerca.

Non è necessario prepararsi per lo studio secondo Zimnitsky - viene eseguito in genere, alla vigilia dello studio, i diuretici non sono raccomandati per i pazienti e il giorno della raccolta delle urine, i pazienti devono mangiare come al solito, mantenere lo stesso regime quotidiano e bere la normale quantità di acqua.

In questo caso, vale la pena considerare la presenza di piatti liquidi, zuppe o gelatine nella dieta. In laboratorio, i tecnici di laboratorio valuteranno i seguenti indicatori:

  • la quantità di materiale di prova in ogni contenitore;
  • la densità del biomateriale;
  • il volume totale di urina raccolta al giorno;
  • la densità dell'urina in ogni contenitore;
  • la quantità totale di urina escreta dalle 6:00 alle 18:00 e il suo volume durante il periodo notturno - dalle 18:00 alle 6:00.

Normalmente, il paziente fornisce da un litro e mezzo a due litri di urina. Se in 24 ore il volume è superiore a 2 litri, viene diagnosticata una malattia di poliuria: è un marker di diabete, indica problemi con la funzione renale.

Il rapporto tra la quantità di urina escreta e il volume di liquido consumato al giorno è del 65-80%. Quando gli indicatori vengono violati, questo segnala la ritenzione di liquidi. Nel corpo, i pazienti sviluppano edema, la patologia progredisce.

La porzione giornaliera supera il volume dell'urina notturna in un rapporto di 2 a 1. Se la produzione di urina durante la notte è aumentata, questo indica patologie nel lavoro del cuore, lo stesso rapporto indica che i reni non rispondono all'attività del paziente e con un aumento della densità delle urine, i medici sospettano un cambiamento nell'equilibrio H2O.

Una bassa densità di urina indica problemi di concentrazione: ipostenuria, che si verifica con insufficienza renale cronica, pielonefrite, deficit di vasopressina e problemi cardiaci.

Un aumento della densità delle urine - iperstenuria - indica che le impurità con una densità maggiore entrano nelle urine, lo zucchero o le proteine ​​è determinato - questo diventa un marker di un processo infettivo nel corpo.

Le analisi per la pielonefrite forniscono un quadro indicativo di ciò che accade agli organi urinari.

Se raccogli correttamente l'urina, il laboratorio darà un risultato affidabile, che diventerà la chiave per il trattamento efficace della pielonefrite..

Esame di laboratorio per pielonefrite

Uno studio completo che include tutti i marker di laboratorio necessari per la diagnosi di pielonefrite acuta, inclusa l'urinocoltura con determinazione della suscettibilità agli antibiotici e valutazione della funzione renale.

Analisi per pielonefrite acuta.

Sinonimi inglesi

Pyelonephritis Work up, Diagnostica di laboratorio della pielonefrite acuta.

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Sangue venoso, urina singola, urina di metà mattina.

Come prepararsi adeguatamente per lo studio?

  • Elimina l'alcol dalla dieta entro 24 ore prima dello studio.
  • Non mangiare per 12 ore prima dello studio, puoi bere acqua pulita non gassata.
  • Escludere (in consultazione con il medico) l'assunzione di diuretici entro 48 ore prima della raccolta delle urine.
  • Escludere completamente (in accordo con il medico) l'assunzione di farmaci entro 24 ore prima dello studio.
  • Per le donne, si consiglia di eseguire la raccolta delle urine prima delle mestruazioni o 2-3 giorni dopo la sua fine.
  • Elimina lo stress fisico ed emotivo entro 30 minuti prima dello studio.
  • Non fumare entro 30 minuti prima dell'esame.

Informazioni generali sullo studio

La pielonefrite acuta è una malattia infettiva e infiammatoria del sistema urinario superiore che colpisce il parenchima renale e la pelvi renale. La malattia è molto comune ed è particolarmente comune nelle donne (le donne contraggono la pielonefrite 5 volte più spesso degli uomini). Nel 90% dei casi, l'agente eziologico della pielonefrite è il bacillo Gram-negativo Escherichia coli. Con una diagnosi tempestiva e un decorso semplice di pielonefrite, la prognosi della malattia è buona. D'altra parte, la pielonefrite può progredire in ascesso renale e sepsi con ritardo nella diagnosi e nel trattamento..

La pielonefrite acuta ha un quadro clinico specifico (insorgenza improvvisa della malattia, febbre, disuria, dolore all'angolo costovertebrale, nausea e vomito), che aiuta nella diagnosi della malattia. Questi segni clinici, tuttavia, possono essere lievi, il che è più comune nei pazienti anziani e nelle donne in gravidanza. Ad esempio, in uno degli studi è stato dimostrato che circa il 30% dei pazienti anziani con pielonefrite acuta non ha la febbre e nel 20% di questo gruppo il problema principale sono i sintomi dell'apparato digerente e respiratorio, non il sistema urinario. Segni di pielonefrite possono essere rilevati anche in un terzo delle donne con sintomi di cistite (in questo caso si parla di un decorso subclinico di pielonefrite). Pertanto, il quadro clinico non è sufficiente per diagnosticare la pielonefrite acuta e sono necessari studi di conferma. L'esame di laboratorio per la pielonefrite comprende:

1. Test di base

  • Analisi delle urine con microscopia a sedimenti. L'analisi comprende una valutazione macroscopica dell'urina (colore, odore, trasparenza), delle sue proprietà fisico-chimiche (densità relativa, pH, presenza di proteine, glucosio) e esame microscopico (presenza di leucociti, epitelio, eritrociti, cristalli di sale). La piuria (più di 5-10 leucociti nel campo visivo) è osservata in quasi tutti i pazienti con pielonefrite acuta. Sebbene i calchi leucocitari possano essere trovati in altre condizioni, sono molto specifici per la pielonefrite acuta. Sia la pielonefrite che la cistite possono causare ematuria.
  • Cultura dell'urina per flora con determinazione della sensibilità agli antibiotici. Come definito dalla Infectious Diseases Society of America (IDSA), la diagnosi di pielonefrite acuta viene confermata ottenendo più di 10.000 unità formanti colonie (CFU) / mm 3 in urinocoltura in presenza di appropriati segni clinici di malattia. Un minor numero di colonie (da 1000 a 10.000) dovrebbe anche avvisare il medico se si sospetta pielonefrite negli uomini e nelle donne in gravidanza. L'urinocoltura è positiva nel 90% dei pazienti con pielonefrite. Sebbene la maggior parte dei casi di questa malattia sia dovuta a infezione da E. coli, altri possibili patogeni sono Staphylococcus saprophyticus, Proteus, Klebsiella, Enterococci, Pseudomonas, lieviti e flora mista. I pazienti con diabete mellito hanno maggiori probabilità di avere Klebsiella, Enterobacter, Clostridium e Candida.

2. Test aggiuntivi:

  • Analisi del sangue clinico, conta leucocitaria e ESR. Leucocitosi e un aumento della VES possono indicare indirettamente la gravità del processo. Nelle persone con immunosoppressione (compresi i pazienti anziani), può essere assente leucocitosi pronunciata e nella malattia grave (settica) può essere osservata leucopenia.
  • Creatinina sierica (con determinazione del GFR). La creatinina è un marker tradizionale per la valutazione della funzione renale con un valore diagnostico limitato al momento. È preferibile calcolare la velocità di filtrazione glomerulare (GFR) sulla base della concentrazione di creatinina sierica e di parametri aggiuntivi come sesso ed età. Una diminuzione della GFR indica una funzionalità renale compromessa, che, di regola, accompagna un corso grave di pielonefrite o si verifica con più recidive della malattia.

Nella maggior parte dei casi, i dati di questo dettagliato studio di laboratorio sono sufficienti per diagnosticare la pielonefrite acuta. I test strumentali (ultrasuoni, risonanza magnetica) sono indicati solo con un decorso complicato della malattia. Si consiglia di ripetere questi test per monitorare il trattamento della malattia. La coltura di controllo dell'urina per la flora viene eseguita 1-2 settimane dopo la fine della terapia antibiotica. Si consiglia di eseguire analisi ripetute utilizzando gli stessi sistemi di test, cioè nello stesso laboratorio.

A cosa serve la ricerca?

  • Per la diagnosi di pielonefrite acuta.

Quando è programmato lo studio?

  • In presenza di segni di pielonefrite acuta: insorgenza acuta di malattia, febbre, brividi, disuria, dolore all'angolo costovertebrale, nausea e vomito.

Cosa significano i risultati?

Per ogni indicatore compreso nel complesso:

Cambiamenti tipici nelle analisi nella pielonefrite acuta:

Analisi delle urine per pielonefrite: indicatori e come determinare la malattia

Su base ambulatoriale, la pielonefrite viene solitamente diagnosticata sulla base della storia medica, dell'esame, delle domande e supportata dall'analisi delle urine. Prima di tutto, questa è un'analisi microscopica delle urine.

Altri esami di laboratorio vengono utilizzati solo per identificare complicazioni e nella fornitura di cure mediche di emergenza, al fine di scoprire se una persona ha bisogno di essere ricoverata in ospedale.

I casi facilmente diagnosticati si verificano più spesso nelle donne.

Tuttavia, la manifestazione di questa malattia è particolarmente pericolosa nella seguente categoria di persone:

  • Uomini.
  • Persone anziane.
  • Pazienti con comorbidità, inclusa malattia renale.
  • Bambini e neonati.

In tutti i casi, il modo principale per diagnosticare la malattia è l'analisi delle urine, ma per la categoria sopra viene utilizzata più spesso l'ecografia, poiché le manifestazioni possono essere nascoste.

Perché ho bisogno di un test delle urine per la pielonefrite

L'analisi delle urine per la pielonefrite è il metodo principale per rilevare la malattia. Per fare ciò, un campione di urina viene raccolto in un contenitore sterile nel rispetto di tutte le regole e viene inviato al laboratorio per la diagnostica..

Gli esperti lo esaminano al microscopio, eseguono varie reazioni e rilevano la presenza di batteri, virus o funghi patogeni.

I batteri possono essere presenti nel corpo di una persona assolutamente sana, quindi la malattia viene diagnosticata non solo dai test clinici, ma anche dai reclami dei pazienti. Quindi il ricercatore fa una conclusione sullo stato delle urine e la trasferisce al medico curante o la raccoglie in modo indipendente al momento dell'emissione dei risultati.

Poiché l'infiammazione dei reni è una malattia causata da batteri patogeni, a seguito dello studio, è necessario scoprire esattamente quali erano le infezioni per prescrivere il trattamento corretto..

Standard

La pielonefrite è immediatamente evidente dall'analisi generale, poiché molti indicatori non sono normali. La norma è come dovrebbero apparire gli indicatori nelle persone sane, in assenza di infiammazioni e altre malattie..

Considera i principali indicatori dell'analisi delle urine in assenza di una malattia:

  • Reazione o pH: da 4 a 7.
  • Densità - 1.012 g / l - 1.022 g / l.
  • Proteine ​​- fino a 0,033 g / l.
  • Glucosio - fino a 0,8 mmol / l.
  • Bilirubina - assente.
  • Urobilinogeno - 5-10 mg / l.
  • Eritrociti: donne - fino a 3, uomini - fino a 1.
  • Leucociti: donne - fino a 6, uomini - fino a 3.
  • Cellule epiteliali - fino a 10.
  • Cilindri - assenti, ialini singoli.
  • Sali - assenti.
  • Batteri - assenti.

Da questa norma è possibile capire che se qualsiasi cambiamento nei risultati devia da questi indicatori, questo è un motivo per consultare un medico.

Indicatori

Uropatogeni che causano la maggior parte dei casi di infiammazione renale acuta. Questi possono essere vari batteri, funghi o lieviti. Possono esistere in una persona con calma e non causare alcun sintomo, ma possono anche provocare infiammazioni così gravi come la pielonefrite..

Con l'infiammazione, quasi tutti gli indicatori cambiano sotto l'influenza di batteri o virus dannosi. La differenza dalla norma può essere insignificante con lieve infiammazione o molto diversa nel caso di uno stadio avanzato della malattia.

Ecco come cambia la composizione dell'urina con la pielonefrite:

  • La reazione o il pH è maggiore di 8.
  • Densità - più di 1.030 g / l.
  • Proteine ​​- dallo 0,5 all'1%.
  • Glucosio - più di 0,8 mmol / l.
  • Bilirubina - presente.
  • Urobilinogeno - più di 10 mg / l.
  • Eritrociti: donne - da 3, uomini - da 1
  • Leucociti: donne - da 6, uomini - da 3.
  • Cellule epiteliali - più di 10.
  • Cilindri: la presenza di granuli, la presenza di ialino superiore a 20/1 ml
  • Sali - ossalati presenti.
  • Batteri - Sono presenti vari tipi.

Sono i batteri che causano la maggior parte della pielonefrite, che può causare varie complicazioni, fino alla sepsi.

I principali batteri che causano l'infiammazione dei reni sono:

  • E. coli - 70-95%
  • Stafilococchi - 5-10%
  • Altri - meno dell'1%.

Come determinare la pielonefrite mediante analisi delle urine

Per scoprire se c'è o meno pielonefrite, è necessario, in primo luogo, passare l'urina per l'analisi nel rispetto di tutte le regole di consegna. Dopo che è stato esaminato da specialisti e il risultato viene consegnato alle mani o al medico curante.

Se il risultato è stato fornito al medico, condurrà un sondaggio, un esame e confronterà i reclami con i risultati dell'analisi. Se il risultato viene distribuito, è anche necessario portarlo dal medico..

Tuttavia, puoi capirlo da solo. Per fare ciò, è necessario confrontare le tariffe ei risultati ottenuti. Ad esempio, se una persona sana non ha batteri nelle urine, il paziente avrà, come E. coli o stafilococco.

La maggior parte degli indicatori supererà la norma, poiché l'infiammazione si diffonde in tutto il corpo e la bilirubina e i sali possono apparire nelle urine, che sono assenti in un corpo sano.

Colore delle urine con pielonefrite

Normalmente l'urina ha un colore giallo paglierino, con trasparenza e senza un forte odore. In caso di pielonefrite, il colore può essere bruno-rossastro, torbido e con un odore pungente. Il colore è principalmente associato ai prodotti di degradazione di alcuni pigmenti.

L'aumento della bilirubina nelle urine causerà un colore della birra e una tinta rossa causerà un aumento dei globuli rossi. Torbidità delle urine, il più delle volte causata dalla presenza di sali o da un aumento del livello di leucociti e colate in esso.

UAC con pielonefrite

Un esame emocromocitometrico completo per la diagnosi di pielonefrite è meno importante per rilevare la malattia rispetto a un'analisi delle urine. Ma è un indicatore importante per identificare le malattie concomitanti e le condizioni generali del paziente. L'UAC consente, prima di tutto, di scoprire se c'è un'infiammazione nel corpo, l'indicatore principale di ciò sarà un aumento del livello di leucociti.

Indicatori come la VES, l'acido urico e il contenuto di prodotti azotati aumentano, mentre diminuiscono gli eritrociti, le proteine ​​totali e l'emoglobina.

Quali cambiamenti si verificano con la pielonefrite e come calcolarlo dalle analisi

Con la pielonefrite, si verificano più cambiamenti nel corpo umano. L'infiammazione è più spesso accompagnata da febbre, mal di schiena, nausea e vomito. Oltre ai sintomi principali, la pielonefrite si manifesta con cambiamenti nelle urine e nel sangue.

Nelle urine appare una maggiore quantità di alcuni indicatori, così come la presenza di sostanze che normalmente non dovrebbero essere presenti. Con i risultati di un esame del sangue, accade approssimativamente lo stesso, alcuni componenti aumentano, altri diminuiscono. È confrontando i risultati del test ei sintomi generali che è possibile calcolare la pielonefrite.

Quali cambiamenti si osservano nei test delle urine per la pielonefrite?

Metodi diagnostici


Perché hai bisogno di essere testato per la pielonefrite? Il motivo è semplice: poiché la funzione principale dei reni è quella di rimuovere i liquidi in eccesso ei prodotti di decomposizione dal corpo, naturalmente anche i processi infiammatori influenzano le caratteristiche dell'urina. Questo vale per la sua densità, colore, trasparenza, odore e, naturalmente, proprietà microbiologiche. Inoltre, viene presa in considerazione anche la quantità di liquido rilasciato, poiché questo è un indicatore importante della funzione renale..

Quali test sono prescritti per la pielonefrite:

  • OAM (analisi generale delle urine);
  • secondo Nechiporenko;
  • secondo Zimnitsky;
  • di Gram.

Il vantaggio di questi studi è il loro elevato contenuto informativo anche nelle prime fasi della pielonefrite, tempi brevi per l'ottenimento dei risultati (solitamente il giorno successivo), possibilità di diagnosi indiretta del lavoro di alcuni altri organi. Inoltre, questi studi non sono costosi, il che è anche importante..

Quali cambiamenti si verificano con la pielonefrite e come calcolarlo dalle analisi

Con la pielonefrite, si verificano più cambiamenti nel corpo umano. L'infiammazione è più spesso accompagnata da febbre, mal di schiena, nausea e vomito. Oltre ai sintomi principali, la pielonefrite si manifesta con cambiamenti nelle urine e nel sangue.

Nelle urine appare una maggiore quantità di alcuni indicatori, così come la presenza di sostanze che normalmente non dovrebbero essere presenti. Con i risultati di un esame del sangue, accade approssimativamente lo stesso, alcuni componenti aumentano, altri diminuiscono. È confrontando i risultati del test ei sintomi generali che è possibile calcolare la pielonefrite.

Ai pazienti con sospetta malattia renale o del tratto urinario vengono sottoposti alcuni test. Con la pielonefrite, il paziente deve urinare per la ricerca. Se necessario, il medico prescrive inoltre test secondo Nechiporenko e Zimnitsky.

Analisi generale delle urine

Viene eseguito non solo per l'infiammazione dei reni, ma anche come parte di un esame per eventuali malattie, nonché durante un esame preventivo di adulti e bambini.

Un test delle urine generale per la pielonefrite consente di determinare quanto segue:

  • il numero di eritrociti (se superiore al normale indica una malattia renale);
  • bilirubina (la sua presenza indica una violazione del fegato);
  • urobilinogeno (associato a cambiamenti nella funzionalità epatica);
  • urea (un aumento del livello indica una malattia);
  • chetoni (determinati nel diabete mellito);
  • proteine ​​(la sua presenza è un sintomo di un'infezione renale);
  • glucosio (rilevato nelle urine nel diabete mellito, tireotossicosi, feocromocitoma);
  • leucociti (un aumento del loro numero è un chiaro segno di infiammazione nel sistema genito-urinario);
  • batteri, funghi, parassiti (normalmente non dovrebbero esserlo).

Gli indicatori dell'analisi delle urine per la pielonefrite sono anche parametri fisici: densità, colore, trasparenza, odore. Normalmente, la densità dell'urina nelle donne e negli uomini è di 1,012-1,22 g / l. Se gli indicatori sono aumentati, questo è un segno di pielonefrite. Una diminuzione della sua densità indica insufficienza renale..

Con la pielonefrite, l'urina cambia colore se contiene eritrociti (il liquido diventa rossastro). Il suo oscuramento indica disidratazione, colore troppo chiaro - sulla poliuria. Il colore dei "baccelli di carne" indica la glomerulonefrite, che può svilupparsi parallelamente o come complicanza della pielonefrite. Un'ombra lattiginosa è un sintomo della linfostasi nei reni. Tuttavia, molti farmaci influenzano anche il colore delle urine: aspirina, alcuni farmaci antiparassitari, diuretici.

Più che un cambiamento di colore, l'odore parla di pielonefrite: diventa sgradevole e appare anche prima dell'inizio di altri sintomi. Ciò è dovuto alla moltiplicazione dei batteri patogeni e alla loro attività vitale: i processi putrefattivi sono sempre accompagnati da un odore sgradevole.

Caratteristiche generali

L'urina è un riflesso affidabile di tutti i processi che avvengono nel corpo, inclusa l'infiammazione nei reni. La sua ricerca è la componente principale nella diagnosi delle forme acute e croniche di pielonefrite. Semplicità e contenuto informativo sono i principali vantaggi delle analisi in questa situazione..

Il processo infiammatorio nei reni cambia significativamente le proprietà dell'urina

Per ottenere l'urina, non è necessario perforare la pelle, come quando si preleva il sangue dal letto vascolare. Questa circostanza è estremamente conveniente, poiché il paziente può raccogliere in modo indipendente materiale per la ricerca e consegnarlo al laboratorio. Un bambino, anche un neonato, tollererà perfettamente questa procedura..

La preparazione per lo studio delle urine con pielonefrite non richiede manipolazioni complesse. Per ottenere indicatori corretti, è sufficiente osservare le seguenti regole:

  • alla vigilia dello studio, escludere i prodotti coloranti dalla dieta (barbabietole, carote, bevande con coloranti artificiali);
  • non usare farmaci che macchiano l'urina: sulfonamidi (Biseptol), nitrofurantoine (Furadonin, Furazolidone);

I contenitori per la raccolta delle urine per l'analisi possono essere acquistati in farmacia

Se il paziente per qualche motivo non è in grado di raccogliere materiale per la ricerca da solo a causa dell'età o delle condizioni di salute, il personale medico può farlo utilizzando un sottile tubo di silicone (catetere) inserito nella vescica attraverso l'uretra (uretra). Spesso questa tecnica viene utilizzata quando è necessario eseguire colture per la sterilità e la sensibilità agli antibiotici..

Un catetere urinario viene utilizzato per prelevare l'urina per l'analisi

Un diagnostico di laboratorio che ha ricevuto l'urina raccolta per la ricerca determina una serie di indicatori di grande valore per la diagnosi di forme acute e croniche di pielonefrite.

Prima di tutto, viene valutato il colore delle urine. L'infiammazione che si sviluppa nel tessuto delle coppe e del bacino del rene ha un impatto significativo su questo parametro. Se l'urina normale è giallo paglierino a causa del contenuto dell'urocromo colorante, quindi con una malattia causata da microbi, acquisisce un colore giallo intenso. La limpidezza delle urine con pielonefrite è significativamente ridotta a causa dell'alto contenuto di batteri, leucociti e sali.

Il colore delle urine con pielonefrite è diverso dal normale

Il peso specifico dell'urina è un parametro estremamente importante. È digitalizzato nell'analisi. In condizioni normali, non differisce molto dall'unità: la densità dell'acqua pura. Nella porzione mattutina, il peso specifico varia solitamente da 1020 a 1030 unità. Con la pielonefrite, questa cifra può raggiungere 1040 o più a causa dell'alto contenuto di batteri, leucociti e sali.

Il peso specifico dell'urina con pielonefrite aumenta in modo significativo

L'acidità delle urine è una proprietà importante. È determinato in modo abbastanza semplice: cambiando il colore di una striscia reattiva speciale. Normalmente, la reazione delle urine è debolmente acida, che si riflette nei valori di pH da quattro a sette. Con la pielonefrite, può essere leggermente alcalina o alcalina. Allo stesso tempo, l'indice di idrogeno supera le sette unità..

L'acidità dell'urina viene determinata utilizzando una striscia reattiva

Le proteine ​​sono un altro componente essenziale di un'analisi delle urine. In condizioni normali, la sua quantità è così piccola che non può essere determinata con alcun metodo. Tuttavia, il contenuto proteico consentito nelle urine non è superiore a 0,33 grammi per litro. Con la pielonefrite, il contenuto proteico aumenta, ma i numeri non raggiungono valori molto grandi.

Determinare il numero di leucociti nelle urine è una delle fasi principali dell'analisi. A tale scopo, l'urina viene esaminata al microscopio. In condizioni normali, non ci sono affatto globuli bianchi nelle urine o il loro numero è piccolo - circa 1–2 in un campo visivo. Con la pielonefrite, ci sono molti leucociti nelle urine. Con la microscopia possono occupare tutti i campi visivi e non cedere nemmeno al conteggio dei pezzi.

Il numero di leucociti nelle urine con pielonefrite aumenta

Quando si esamina l'urina al microscopio tra i globuli bianchi, uno specialista può notare la presenza di eritrociti rossi. Loro, come i leucociti, sono componenti del sangue. Con la pielonefrite, possono comparire in presenza di calcoli renali, graffiando la mucosa delle vie urinarie. L'infiammazione delle coppe e del bacino stesso non è la causa della comparsa di sangue nelle urine..

Globuli rossi nelle urine - un segno caratteristico dei calcoli renali

La presenza di cilindri nelle urine è un altro indicatore importante. Di norma, con la microscopia, il loro tipo può essere stabilito in modo affidabile. Con la pielonefrite, gli esperti notano la presenza di cilindri nelle urine, costituiti da leucociti e batteri. Questi ultimi sono anche chiaramente visibili al microscopio e il medico può indicarne approssimativamente il numero.

Con la pielonefrite, gli esperti notano la presenza nelle urine di cilindri costituiti da leucociti e batteri

Il sedimento urinario nella pielonefrite contiene sali, sostanze che assomigliano a cristalli di varie forme al microscopio. Sono prodotti metabolici: proteine, grassi, bilirubina. Quest'ultimo si forma nel fegato dai globuli rossi distrutti ed entra parzialmente nelle urine. Con l'infiammazione, specialmente sullo sfondo delle pietre nel tratto urinario, la quantità di sali aumenta in modo significativo.

Con la pielonefrite, la quantità di sali nelle urine aumenta in modo significativo

IndiceNormaProcesso infiammatorio nei reni
Conta totale dei leucocitiNon più di 1-2 leucociti nel campo visivoPiù di 2 leucociti nel campo visivo
Peso specifico1012-1025 unitàPiù di 1025 unità
TrasparenzaTrasparenteFangoso
BatteriAssentePresente
CilindriAssentePresente
ReazioneLeggermente acidoDebolmente alcalino o alcalino
ProteinaNon più di 0,33 g / lPiù di 0,33 g / l
EritrocitiNon più di 1 per campo visivoPiù di 1 in vista
  • Con l'occlusione completa (blocco della produzione di urina dall'area interessata), i parametri di laboratorio non corrispondono alle condizioni cliniche.
  • Lo studio viene svolto come diagnosi di screening (identificazione dei segni della malattia tra un numero significativo della popolazione, anche in assenza di un quadro dettagliato della malattia), nonché per monitorare l'efficacia delle misure di trattamento.
  • Vengono utilizzati diversi tipi di test: analisi generale delle urine (la più frequente), esame batteriologico, analisi di "campioni di Nechiporenko, Zimnitsky, Kakovsky - Addis", test a tre vetri, test giornaliero delle proteine ​​delle urine.
  • L'analisi delle urine è un metodo sensibile, ma non specifico, per diagnosticare la pielonefrite. Cambiamenti patologici possono verificarsi con infezioni di organi a valle dello stesso sistema (vescica, uretra) o genitali. Per chiarire la diagnosi, devono essere eseguiti metodi diagnostici aggiuntivi.
  • Inoltre, più spesso non è possibile giudicare inequivocabilmente il tipo di pielonefrite. Ad esempio, per stabilire la natura primaria o secondaria della malattia.
  • L'interpretazione dei risultati e la necessità di cure o ulteriori esami dovrebbero essere effettuati da uno specialista in questo campo..
  1. La porzione di urina del mattino viene raccolta dopo un digiuno di 10 ore (puoi bere acqua).
  2. In affitto in un piccolo contenitore sterile (pulito) appositamente preparato.
  3. La toilette della pelle degli organi genitali esterni viene eseguita preliminarmente.
  4. La prima porzione di 10 ml del materiale ottenuto viene risciacquata dall'uretra, quindi l'urina dalla vescica.

Tutte le porzioni del materiale sono importanti, ma una stima della porzione totale è sufficiente per lo screening. Di grande valore per chiarire la diagnosi è la porzione media di urina durante la minzione libera.

Si ritiene che i primi segni di laboratorio di pielonefrite acuta siano leucocituria e batteriuria (pur mantenendo il deflusso di urina sul lato affetto). Altre caratteristiche patologiche (oliguria, densità relativa aumentata o ridotta, livello proteico) sono determinate da vari indicatori: livello di temperatura, ridotta funzionalità renale urinaria.

La proteinuria nella malattia lieve senza complicanze è generalmente lieve. La rilevazione di eritrociti nelle urine (micro e macroematuria) non è esclusa. Significativamente aumenta dopo colica renale o con pielonefrite papilonecrotica.

Cylinderuria - è una rilevazione al microscopio nel campo visivo di calchi di tubuli renali, costituiti da ialini o leucociti.

Se si sospetta la pielonefrite, viene eseguita un'analisi generale delle urine e del sangue in punti nei laboratori di una clinica locale, ospedale, centri privati. Tutte queste istituzioni hanno gli stessi requisiti per l'accoglienza e la raccolta di biomateriali:

  • Il sangue viene prelevato da una vena.
  • Per l'analisi generale delle urine, viene raccolto al mattino in un volume di 80-100 ml.
  • Per un campione secondo Nechiporenko, viene prelevata una porzione centrale di urina, che indica il tempo di raccolta.
  • Per identificare l'agente patogeno, viene utilizzato un laboratorio, un barattolo sterile e il materiale viene raccolto se la minzione precedente era inferiore a 3 ore prima.

Il laboratorio esamina attentamente i biomateriali e indica nei risultati l'elenco e il volume di ciascuna sostanza nella composizione. Questa informazione consente al medico di concludere sulla gravità della patologia, sul funzionamento dei reni..

Analisi secondo Nechiporenko

Questa analisi mostra il numero di leucociti, eritrociti, proteine, cilindri, batteri e altre inclusioni.

Le normali letture delle urine negli adulti dovrebbero essere le seguenti:

  • leucociti fino a 2000 / ml;
  • eritrociti - fino a 1000 / ml (più alto - ematuria o sangue nelle urine);
  • cilindri - fino a 20 / ml.

Oltre a queste inclusioni, nella pielonefrite acuta, possono essere rilevati pus (piuria), proteine, batteri, cilindri.

Le stesse proteine ​​sono chiamate cilindri, ma compresse quando passano attraverso i tubuli renali. Se l'analisi mostra il loro alto contenuto, questo indica proteinuria, che si sviluppa con glomerulonefrite o sindrome nefrosica.

La presenza di proteine ​​indica danni, espansione dei tubuli e dei glomeruli dei reni, poiché normalmente grandi molecole proteiche non li attraversano. Ma le proteine ​​nelle urine non sempre indicano patologia: la sua quantità insignificante, fino a 0,033 g / l, viene rilevata in persone sane, così come dopo una malattia infettiva, un'intensa attività fisica e l'uso di prodotti proteici.

I batteri vengono rilevati in qualsiasi patologia infettiva del sistema urinario. Il pus nelle urine si verifica con un processo infiammatorio sviluppato.

Analisi secondo Zimnitsky

Con la pielonefrite, vengono prescritti anche test per determinare il grado di funzionalità renale compromessa. Per questo, viene eseguito il test Zimnitsky: mostra come gli organi affrontano la concentrazione di urina. La stessa analisi consente di determinare la densità dell'urina e la produzione giornaliera di urina..

Normalmente, sia gli uomini che le donne dovrebbero avere i seguenti indicatori:

  • produzione giornaliera di urina - da 1,5 a 2 mila ml;
  • il rapporto tra liquido ubriaco e prelevato - dal 65 all'80%;
  • diuresi diurna - 2/3 del totale;
  • notte - 1/3 del totale;
  • densità del fluido - non inferiore a 1.020 (con diminuzione dell'infiammazione della pelvi renale).

Altri indicatori nell'analisi delle urine, se si discostano dalla norma, non molto.

Studio di Gram

Viene eseguito per determinare il tipo di agente eziologico della malattia. In medicina, tutti i microrganismi patogeni sono divisi in due grandi gruppi: gram-positivi e gram-negativi. Il tipo di batteri è determinato colorandoli con coloranti all'anilina. I microrganismi Gram-positivi diventano blu, quelli Gram-negativi non si colorano.

Questa divisione è giustificata - a causa delle diverse proprietà delle loro pareti cellulari, che influenzano la sensibilità ai farmaci. Gli antibiotici vengono selezionati in base ai risultati della colorazione. I batteri gram-negativi sono sensibili ad alcuni gruppi di farmaci e gram-positivi ad altri.

Di norma, per la colorazione di Gram, viene utilizzata parte dell'urina raccolta per l'analisi Nechiporenko.

Preparazione per la ricerca

Il medico sarà in grado di stabilire una diagnosi accurata se il materiale ottenuto viene raccolto correttamente. È possibile escludere risultati falsi, è importante prepararsi adeguatamente per i test. È necessario aderire alle semplici raccomandazioni degli specialisti:

  1. Prima di raccogliere l'urina, dovresti scartare i prodotti che influenzano il colore dell'urina. Stiamo parlando di carote, barbabietole, succhi. I pazienti dovrebbero astenersi dal consumare carboidrati.
  2. Dare l'urina al mattino.
  3. Prima di raccogliere l'urina, è necessario eseguire attentamente le procedure igieniche..
  4. Si consiglia alle ragazze e alle donne di rifiutarsi di fare i test durante le mestruazioni.
  5. Non consumare diuretici alla vigilia del test.
  6. Raccogli l'urina in un contenitore di vetro pulito, asciutto e bollito.

Quando raccogli materiale durante la giornata, conserva le prime porzioni in un luogo fresco.

La pielonefrite è una condizione comune difficile da definire. La patologia non ha segni evidenti, occasionalmente la temperatura corporea aumenta nei pazienti. I pazienti da soli non sono in grado di determinare lo sviluppo della malattia, avranno bisogno di un aiuto qualificato. Un trattamento improprio comporta gravi complicazioni e conseguenze.

L'intensità dello sviluppo delle patologie renali influisce sulle manifestazioni cliniche dell'infiammazione nell'organo - pielonefrite. Il processo infiammatorio provoca la comparsa di focolai di infiltrazione, necrosi, ma si formano a velocità diverse in pazienti diversi. Ci sono casi in cui i processi patologici non danno sintomi pronunciati. Ciò mette a rischio la salute del paziente, poiché una malattia trascurata può portare a conseguenze irreversibili, fino alla perdita della funzione di uno o di entrambi i reni. In tali condizioni, la pielonefrite viene diagnosticata durante una visita medica generale o durante il trattamento di altre malattie. Prima di tutto, la pielonefrite viene rilevata dai cambiamenti nei parametri del sangue e delle urine.

Analisi del sangue


In effetti, è necessario anche un esame del sangue per la pielonefrite, al fine di determinare la presenza e il livello del processo infiammatorio nel corpo. Per questo, viene eseguita un'analisi generale (CBC), cioè "sangue da un dito". L'infiammazione nei reni è indicata da due indicatori del sangue: il numero di leucociti e la velocità di sedimentazione degli eritrociti (ESR). Più alti sono questi parametri, più grave è il processo infiammatorio. Indirettamente, la pielonefrite è anche indicata da una diminuzione del numero di globuli rossi, emoglobina.

Per valutare il funzionamento dei reni, viene prescritto anche un esame del sangue biochimico, i cui parametri principali saranno il contenuto di creatinina, urea, acido urico e azoto residuo, un livello aumentato del quale indica un deterioramento della funzione renale.

Cos'è la pielonefrite?

La pielonefrite è una malattia accompagnata da infiammazione dell'apparato tubulo-interstiziale del rene o del parenchima renale, che può includere lesioni del sistema calice-pelvico.

Questo disturbo può essere classificato come primario e secondario. In che modo differiscono l'uno dall'altro?

Tabella "Caratteristiche comparative delle forme di pielonefrite"

Il moduloFlussoAttività della malattiaFunzione renale
PrimarioSpeziato
  1. Fase attiva.
  2. Il periodo di regressione dei sintomi.
  3. Completa remissione clinica e di laboratorio (scomparsa delle manifestazioni della malattia).
  1. Preservazione della funzione renale.
  2. Funzione renale compromessa.
SecondarioCronico: subacuto con recidive (esacerbazioni) della malattia.
  1. Aggravamento.
  2. Remissione clinica e di laboratorio incompleta.
  3. Remissione clinica e di laboratorio completa.
  1. Preservazione della funzione renale.
  2. Funzione renale compromessa.
  3. Fallimento renale cronico.

La pielonefrite primaria è un processo infiammatorio nel parenchima renale causato dall'influenza della microflora patogena, ma molto spesso non è possibile stabilire cosa abbia avviato esattamente questo processo. L'ipotermia può spesso essere identificata come le ragioni (gambe nella zona dei piedi, parte bassa della schiena e dell'addome inferiore, area perineale). A volte potrebbe non essere troppo ovvio, solo lungo, ad esempio, con l'abitudine di indossare una giacca corta o una gonna quando fa freddo. Ma oltre all'ipotermia, non ci si può ammalare senza l'influenza di microrganismi patogeni (E. coli, stafilococchi e streptococchi, Proteus vulgaris, Klebsiella, ecc.) O virus.

Vie per l'ingresso dei microbi nei reni:

  1. Percorso ascendente o urogenico. Con questo metodo di diffusione dell'infezione, viene diretta dall'uretra e dal collo della vescica fino alle vie urinarie. A questo proposito, le donne hanno maggiori probabilità di soffrire di pielonefrite, poiché una possibile fonte di infezione sotto forma di ano è molto più vicina all'apertura urinaria rispetto agli uomini..
  2. La diffusione dell'infezione ematogena (attraverso il sangue) è possibile in presenza di un focolaio batterico nel corpo. Può essere tonsillite cronica, lesioni cutanee pustolose (foruncolo, carbonchio), fino a denti cariati. L'agente eziologico più comune in questo caso è lo Staphylococcus aureus..

Tipi di test delle urine e loro parametri per la pielonefrite

La pielonefrite viene rilevata in modo tempestivo se vengono eseguiti i test necessari. L'urina con pielonefrite è il principale marker di patologia, pertanto l'analisi è di estremo valore diagnostico.

Con la pielonefrite, l'analisi principale è l'analisi delle urine. Ma i medici sono anche interessati all'emocromo che caratterizza la salute umana e il lavoro degli organi interni..

Studi assegnati

I principali indicatori dei cambiamenti patologici nei reni sono l'urina e il sangue umani. Il loro studio viene effettuato all'inizio della malattia per chiarire la diagnosi di pielonefrite, durante il trattamento per monitorare le dinamiche, successivamente vengono effettuati test regolarmente a causa della possibilità di ricaduta. Quali test sono necessari se si sospetta un'infiammazione renale:

  1. Un'analisi generale delle urine conferma o smentisce la presenza di infiammazione, consente di stabilire la sua natura batterica, mostra la fase del processo.
  2. I test delle urine secondo Nechiporenko con pielonefrite sono prescritti con un processo latente o lento, rivelano un decorso cronico della malattia.
  3. Campione a tre vetri che determina la localizzazione del processo.
  4. La semina batterica sulla flora identifica un agente infettivo e ne determina il numero.
  5. La cultura delle urine per la sensibilità agli antibiotici è prescritta per la selezione di un trattamento antibatterico efficace.
  6. Anche gli esami del sangue generali e biochimici danno cambiamenti caratteristici della pielonefrite..

Come diagnostica aggiuntiva, possono essere prescritti altri test: secondo Zimnitsky - uno studio sull'urina quotidiana; Test di Gedholt: riconoscimento dell'infiammazione latente; determinazione della quantità giornaliera di proteine; emocoltura.

Diagnostica pielonefrite: metodi di base

La pielonefrite è un'infezione della pelvi renale che coinvolge il parenchima, in particolare il tessuto interstiziale e i tubuli. La clinica è caratterizzata da febbre alta, brividi, dolore al fianco, disturbi gastrointestinali e sintomi di cistite.

La diagnosi di pielonefrite inizia con esami di laboratorio sulle urine (leucociti, proteinuria, eritrociti). In pratica, il marker diagnostico è un valore batterico = 104 CFU / ml. Per eliminare gli ostacoli è necessaria un'ecografia. Se la fase febbrile della terapia antibiotica dura più di 72 ore, devono essere utilizzati esami aggiuntivi - TC, urogramma (pattern di radiazioni) o scansione DMSA per differenziare urolitiasi, ascessi o altre complicanze.

Le donne incinte (specialmente quelle con diabete gestazionale) e i bambini con urolitiasi e altri fattori complicanti dovrebbero prima essere trattati in ospedale con un antibiotico parenterale. Viene eseguita anche la profilassi preospedaliera. I pazienti con pielonefrite ricorrente devono essere sottoposti a ulteriori diagnosi. Una terapia antibiotica precoce ed efficace può prevenire danni al tessuto parenchimale.

È importante sapere! Non è richiesto un esame microbiologico di routine dopo una terapia di successo. In genere, è sufficiente l'uso di strisce per l'analisi delle urine. Una diagnosi più ampia, inclusa l'urinocoltura, deve essere eseguita nei pazienti che rimangono sintomatici dopo tre giorni o che hanno avuto un'infezione ricorrente entro due settimane.

Nei pazienti con complicanze urologiche, è necessario determinare il tipo di agente patogeno resistente; la terapia deve essere eseguita con un'altra sostanza. Se si tratta di reinfezione, di solito 6 settimane di trattamento con l'antibiotico originale hanno successo.

Valutazione dei risultati

La prima informazione è data da un esame generale delle urine per la pielonefrite. Si riunisce la mattina, subito dopo il sonno. Prima di arrendersi, è necessario condurre un bagno completo, si consiglia alle donne di usare un tampone durante le mestruazioni. Per l'analisi delle urine per la pielonefrite sono sufficienti 50-100 ml della porzione mattutina, si consiglia di raccoglierla in un contenitore speciale acquistato in farmacia. Per 8-10 ore prima della consegna, rifiutano il cibo e bevono acqua con moderazione.

Standard

Per valutare le anomalie nelle urine con pielonefrite, il risultato viene confrontato con i valori normali..

Una persona sana secerne circa 2 litri di liquidi al giorno, con infiammazione dei reni, questa cifra di solito diminuisce in modo significativo. I disturbi della nutrizione possono influenzare gli indicatori delle urine in una forma minore. Il mancato rispetto delle regole per la raccolta delle analisi porta alla rilevazione di una piccola quantità di batteri nelle urine. Tuttavia, tali errori non sono in grado di cambiare radicalmente il quadro con la pielonefrite e l'analisi generale delle urine.

Cambiamenti caratteristici negli indicatori

Durante la filtrazione, l'urina passa attraverso i tubuli renali. L'acqua purificata è soggetta a riassorbimento e le tossine ei sali da essa rilasciati vengono rimossi all'esterno. Nella pielonefrite acuta, il processo di riassorbimento inverso è compromesso e il volume del fluido secreto aumenta notevolmente. Si verifica poliuria, uno dei primi segni di infiammazione. Nell'analisi clinica, sembra un colore delle urine troppo chiaro, quasi trasparente con pielonefrite. Allo stesso tempo, il peso specifico diminuisce, l'urina diventa più diluita.

L'equilibrio acido-base cambia. L'ossidazione indica la presenza di flora batterica e microrganismi opportunisti (solitamente E. coli) nelle urine. Con un'infiammazione calcarea dei reni, gli indicatori di acidità indicano la struttura delle pietre:

  • a un pH inferiore a 5,5, è probabile la formazione di urati;
  • a un pH di circa 6,0 - il rischio di ossalati;
  • a un pH superiore a 7,0, i calcoli sono formati da fosfati.

I leucociti nelle urine sono considerati il ​​primo segno di infiammazione. In un processo acuto, il loro numero aumenta di oltre 15 nel campo visivo. Tuttavia, tale immagine viene osservata mantenendo il deflusso di urina dall'organo interessato. A causa della grande quantità di pus, l'urina diventa torbida.

Il numero di eritrociti supera la norma, ma anche un doppio aumento non viene visualizzato, quindi l'ematuria non viene stabilita. Il sangue nelle urine si trova nella pielonefrite calcarea.

Le proteine ​​nelle urine appaiono sempre nei processi infiammatori della sfera genito-urinaria, ma con la pielonefrite non complicata, la sua quantità è bassa, non più di 1 g / l.

Nell'analisi generale delle urine con pielonefrite, si possono trovare nitrati - un segno di un'infezione batterica, un aumento dell'urea, che indica un'infiammazione renale.

Ulteriori ricerche

Nella pielonefrite, l'analisi delle urine secondo Nechiporenko gioca un ruolo importante. Dà un'idea precisa dell'essenza della patologia, dell'intensità del processo, dell'estensione della lesione. Viene determinato il numero di frazioni in 1 ml di urina, per cui viene presa la porzione media di urina del mattino. Conte leucocitarie elevate, più di 2000, indicano lo sviluppo di pielonefrite o infezioni urogenitali. Il numero di globuli rossi superiore a 1000 è notato con processi purulenti e insufficienza renale. L'aspetto dei cilindri indica processi infiammatori profondi, cambiamenti distruttivi.

La coltura batterica per la determinazione della microflora patogena nell'analisi delle urine dà un'idea dell'intensità dell'infiammazione, dell'agente eziologico e della sua sensibilità ai farmaci.

Analisi secondo Zimnitsky

Con la pielonefrite, vengono prescritti anche test per determinare il grado di funzionalità renale compromessa. Per questo, viene eseguito il test Zimnitsky: mostra come gli organi affrontano la concentrazione di urina. La stessa analisi consente di determinare la densità dell'urina e la produzione giornaliera di urina..

Normalmente, sia gli uomini che le donne dovrebbero avere i seguenti indicatori:

  • produzione giornaliera di urina - da 1,5 a 2 mila ml;
  • il rapporto tra liquido ubriaco e prelevato - dal 65 all'80%;
  • diuresi diurna - 2/3 del totale;
  • notte - 1/3 del totale;
  • densità del fluido - non inferiore a 1.020 (con diminuzione dell'infiammazione della pelvi renale).

Altri indicatori nell'analisi delle urine, se si discostano dalla norma, non molto.

Caratteristiche distintive

La diagnosi differenziale di pielonefrite affilata è effettuata in modo comparativo. In termini di sintomi, può essere confuso con la glamerulonefrite o la malattia renale tubercolare. Quali indicatori di urina sono caratteristici per diverse patologie. Con la tubercolosi:

  • il peso specifico non cambia;
  • il sedimento, a differenza della pielonefrite, non è osservato;
  • la componente del colore cambia a causa di ematuria significativa;
  • un'elevata acidità indica un'infezione da E. coli o micobatterio di Koch.

Diagnosi differenziale di pielonefrite e glamerulonefrite:

  • il volume del fluido notturno secreto durante la notte supera la diuresi diurna;
  • l'urina diventa marrone rossastra;
  • c'è un'alta proteinuria;
  • con pielonefrite, la quantità di urea rimane normale, con glamerulonefrite, la sua quantità aumenta drasticamente.

È possibile differenziare la pielonefrite conducendo un'analisi per la coltura batterica e identificando l'agente patogeno.

Indicatori di sangue

Un esame del sangue generale per la pielonefrite non è decisivo, ma fornisce dati aggiuntivi. Il principale indicatore dell'infiammazione è la formula dei leucociti. Normalmente, il livello dei neutrofili è la metà del numero totale di leucociti. Nel processo infiammatorio, il loro numero aumenta bruscamente, il che indica un'infezione batterica. Il livello di erythrocytes e indicatori di emoglobina, al contrario, diminuisce. Il tempo di sedimentazione degli eritrociti viene accelerato. Con la pielonefrite nell'analisi del sangue per la biochimica, si nota:

  • un aumento del livello di composti azotati;
  • il livello di proteine ​​totali, al contrario, diminuisce;
  • la quantità di acido urico aumenta;
  • l'alfa globulina aumenta del 22%, la gamma globulina aumenta del 12%;
  • la densità del sangue diminuisce.

In un esame del sangue per la pielonefrite, gli indicatori possono variare a seconda della fase del processo. Il primo giorno, la leucocitosi raggiunge i suoi valori massimi, la VES è moderata. Successivamente, la VES aumenta, la formula dei leucociti si sposta verso le cellule immature e compare una leggera anemia.

Cambiamenti in un processo cronico

Nella pielonefrite cronica, vengono eseguiti gli stessi studi della forma acuta. Durante il periodo di remissione, le manifestazioni cliniche sono scarse, ma un processo infiammatorio prolungato porta a cambiamenti atrofici. Durante il periodo di esacerbazione, gli indicatori dell'analisi delle urine rivelano:

  • poliuria a bassa densità;
  • scolorimento delle urine;
  • ambiente bruscamente acido di urina;
  • sedimento torbido con un gran numero di leucociti ed epitelio;
  • aumento dei leucociti;
  • proteinuria;
  • alto numero di batteri nelle urine (circa 100 mila in 1 ml).

Il metodo Gedholt viene utilizzato per analizzare l'urina per l'infiammazione renale in una forma latente, consente di rilevare la leucocitosi latente. Il metodo Griss rileva la batteriuria e determina la quantità di infezione nelle urine.

Altrettanto importanti sono gli esami del sangue per la forma cronica. A causa dell'infiammazione prolungata e dei cambiamenti strutturali, si sviluppa l'anemia. Si trovano fili di fibrinogeno, aumenta il numero di immunoglobuline. Ma i principali indicatori dell'analisi sono alti livelli di urea e creatinina..

L'analisi delle urine e del sangue è necessaria in qualsiasi periodo del decorso dell'infiammazione, perché la malattia non si manifesta sempre con sintomi pronunciati. Inoltre, gli indicatori clinici forniscono una chiara indicazione della correttezza e del successo della terapia. Lo studio consente di separare la pielonefrite dalle lesioni tubercolari, che spesso si sviluppano in modo latente e si mascherano come sintomi di pielonefrite. Ma l'interpretazione dei risultati e la nomina della terapia viene eseguita solo da un nefrologo, l'automedicazione in questo caso è inaccettabile.

Sintomi e segni della malattia

La pielonefrite è un'infiammazione cronica dei reni che colpisce la pelvi renale, il calice e il parenchima degli organi. I sintomi caratteristici di questa patologia includono:

  • dolore lombare;
  • debolezza;
  • aumento della temperatura corporea;
  • dolore durante la minzione;
  • sete;
  • bruciore di stomaco costante;
  • diminuzione dell'appetito;
  • pallore della pelle.

I sintomi della malattia dipendono anche dalla forma del suo decorso. Ad esempio, l'infiammazione acuta dei reni (un processo infiammatorio che dura meno di sei mesi) è accompagnata da una temperatura fino a 40 gradi, mentre si verificano vomito, mal di testa e dolori articolari e brividi. Nella forma cronica di pielonefrite (quando l'infiammazione dura più di sei mesi), si osserva la pressione alta, i sintomi possono scomparire e apparire di nuovo, ad es. hanno una corrente ondulata. In un bambino, i dolori addominali vengono spesso aggiunti ai segni sopra..