Analisi per pancreatite: quali ricerche dovrebbero essere fatte e cosa dicono gli indicatori

I test per la pancreatite sono la fase più importante nella diagnosi delle condizioni del pancreas. Fare una diagnosi è un processo laborioso. Una sintomatologia simile confonde il quadro clinico. Per scoprire in modo affidabile il benessere di un organo, è necessario donare urina, feci e sangue, sottoporsi a un'ecografia, ecc. L'articolo evidenzia i punti chiave della diagnosi: un elenco di analisi con interpretazione dei risultati.

Pancreatite: quali test devono essere superati?

donna che lavora su un microscopio Eine Anwenderin sitzt an dem Mikroskop

Il processo infiammatorio, che progredisce nel pancreas, in molti casi è accompagnato da sintomi facilmente riconducibili a congestione, affaticamento, mancanza di sonno. Debolezza, stanchezza, perdita di peso, malfunzionamenti dell'apparato digerente: tutto questo accompagna la vita quotidiana degli abitanti della metropoli, che mangiano al volo, bevono caffè a stomaco vuoto, riposano poco e lasciano molto tempo in viaggio.

La diagnosi di pancreatite comprende esami del sangue, feci, esami delle urine. L'insidiosità sta nel fatto che la ghiandola può tollerare dipendenze, abbandono del cibo, stress, ma un giorno "esplode" e ricorda se stessa con un attacco acuto. Dopo aver soppresso i dolori peggiori, non tornerai mai più al tuo modo di vivere precedente. Da allora, dieta e farmaci diventeranno i tuoi compagni eterni. Qualsiasi ritiro dalla dieta si tradurrà in nuovi attacchi o anche peggio, le complicazioni più gravi.

Quali test dovrebbero essere fatti per la pancreatite in primo luogo? Di norma, quando si fa riferimento a uno specialista, un paziente riceve un numero di rinvii a un laboratorio di ricerca. A seconda dei risultati ottenuti, il medico decide già se sia necessario fare un esame più approfondito e parte dai singoli aspetti di ogni paziente. I test di cui sopra sono immancabili e studi più complessi (risonanza magnetica, ecografia, ecc.) Vengono prescritti successivamente, se necessario..

Esame del sangue per pancreatite: indicatori e loro significato

Un esame del sangue clinico generale consente di sospettare un'infiammazione nella ghiandola. Tuttavia, è sbagliato fare una diagnosi esclusivamente dai suoi risultati..

Con la pancreatite, l'analisi del sangue rileva:

Molte volte il numero di leucociti è troppo alto;

La conta ematica nella pancreatite cambia su o giù. Normalmente, questi criteri sono:

Eritrociti negli uomini - da 3,9 * 10 12 a 5,5 * 10 12, nelle donne - 3,9 * 10 12 a 4,7 * 10 12 cellule / l.

Emoglobina negli uomini da 135 a 160, nelle donne - da 120 a 140 g / l.

VES negli uomini - da 0 a 15, nelle donne - da 0 a 20 mm / h.

Leucociti negli uomini e nelle donne - da 4 a 9 * 10 9 litri.

Ematocrito negli uomini - da 0,44 a 0,48, nelle donne - da 0,36 - 0,43 l / l.

Un esame del sangue clinico per la pancreatite è una misura ausiliaria. Per una diagnosi affidabile, può essere prescritto nuovamente. Naturalmente, l'attenzione è rivolta ad altri metodi di ricerca, che saranno discussi di seguito..

Analisi del sangue biochimica per pancreatite

Il benessere dell'intero organismo appare, come nel palmo della tua mano, durante l'erogazione di un esame del sangue biochimico. Nel processo infiammatorio, i seguenti indicatori si discostano dalla norma:

L'amilasi pancreatica, un enzima pancreatico responsabile della degradazione dell'amido, aumenta.

Aumentano anche altri rappresentanti del gruppo enzimatico, come tripsina, elastasi, fosfolipasi, lipasi.

Una sintesi insufficiente di insulina provoca un aumento del glucosio sierico.

La bilirubina cambia verso l'alto rispetto alla norma se la ghiandola gonfia blocca i dotti biliari.

In alcuni casi, le transaminasi aumentano.

Le proteine ​​totali diminuiscono.

L'aumento dell'amilasi è il sintomo principale della pancreatite nella sua manifestazione cronica o acuta. Questo enzima aiuta ad abbattere i carboidrati. La lipasi è responsabile della scomposizione dei grassi. La tripsina e l'elastasi sono rappresentanti del gruppo di proteasi, la cui funzione è quella di abbattere i legami peptidici degli amminoacidi nelle proteine.

La biochimica per la pancreatite viene eseguita entro 24 ore dal giorno in cui il paziente viene consegnato in un ospedale con un attacco acuto. Durante il ricovero viene studiata la dinamica dell'amilasi, prevenendo ulteriori attacchi e complicazioni. Il medico viene informato di questo dal suo continuo aumento, associato a un forte dolore..

Quali test vengono effettuati per pancreatite e colecistite??

Il medico può raccomandare altri test, ad esempio, per la determinazione della tripsina immunoreattiva nel siero del sangue. Solo in 4 casi su 10, un risultato positivo indicherà una lesione del pancreas. In altri - che le violazioni hanno colpito altri organi (insufficienza renale, colecistite, ipercortisolismo, ecc.). La concentrazione di inibitori della tripsina nel sangue è un altro esame del sangue per la pancreatite, che mostra il grado di disfunzione della ghiandola. Più basso è il numero di inibitori, meno favorevole è la prognosi.

L'analisi delle urine per la pancreatite è raramente prescritta a causa del suo costo. L'informativa non è generale comune, ma determinerà la presenza di tripsinogeno nelle urine. Il tripsinogeno è un proenzima che è una forma inattiva di tripsina. Il suo contenuto nelle urine conferma in modo affidabile il processo infiammatorio..

I malfunzionamenti dell'apparato digerente influenzeranno sicuramente le feci, quindi ricorrono a un test delle feci. Si presta attenzione a criteri quali:

Se il grasso è presente nelle feci;

Sono presenti frammenti di cibo non digerito.

Tutto ciò indica un malfunzionamento del sistema digerente e le feci scolorite indicano che i dotti biliari sono bloccati. Con l'infiammazione, le feci vengono sciacquate male dalle pareti della toilette. Ha una superficie lucida a causa del grasso in eccesso. La sua consistenza è liquida, la voglia di defecare è frequente. La defecazione è accompagnata da un odore pungente e sgradevole.

Ora sai come determinare la pancreatite con i test. Tuttavia, è meglio lasciare questa responsabilità al medico curante, il quale, in possesso di professionalità e conoscenze mediche, non solo farà la diagnosi corretta, ma farà anche il giusto regime di trattamento..

Esami del sangue per la pancreatite

La pancreatite è un gruppo di malattie del pancreas molto difficili da diagnosticare. Il punto è che il quadro sintomatico che appare durante il loro sviluppo è molto simile alle manifestazioni cliniche di altre malattie del tratto gastrointestinale, quindi, per fare una diagnosi accurata, sarà necessario sottoporsi a una serie di misure diagnostiche. Un esame del sangue per la pancreatite fornisce le informazioni più complete sullo stato del pancreas e del corpo nel suo insieme, quindi è obbligatorio nel processo di diagnosi della malattia.

Brevemente sulla malattia

La pancreatite è una malattia in cui l'infiammazione inizia a svilupparsi nel pancreas. In questo caso, vi è una violazione del deflusso del succo pancreatico e l'attivazione dei processi di "autodigestione". Vari fattori possono contribuire allo sviluppo della pancreatite. Tra questi, i più comuni sono:

  • cattive abitudini;
  • nutrizione impropria;
  • prendendo alcuni farmaci;
  • stress e mancanza di sonno;
  • colecistite;
  • infiammazione dei dotti biliari;
  • duodenite;
  • malattia cardiovascolare;
  • cirrosi epatica, ecc..

I principali sintomi di questo disturbo sono:

  • nausea costante, accompagnata da vomito, dopo di che non c'è sollievo;
  • diminuzione dell'appetito e del peso corporeo;
  • dolore alla cintura nell'ipocondrio sinistro;
  • aumento della temperatura;
  • eruttazione frequente;
  • singhiozzo;
  • aumento della salivazione;
  • rivestimento biancastro sulla lingua;
  • disturbo delle feci.

Se appare almeno un segno dello sviluppo della pancreatite, è necessario consultare immediatamente un medico e superare i test che confermeranno o negheranno la presenza di questa malattia.

Quali esami del sangue vengono effettuati per sospetta pancreatite??

La diagnosi di pancreatite è un processo complesso e che richiede tempo. I processi infiammatori che si sviluppano nel pancreas spesso manifestano sintomi che possono essere facilmente attribuiti alla stanchezza, alla mancanza di sonno o allo stress di una persona. I residenti delle grandi città, dove prevale il ritmo accelerato della vita, si lamentano spesso di affaticamento rapido, affaticamento, perdita di peso e comparsa di vari disturbi gastrointestinali. Ma questi sintomi sono i primi segni dello sviluppo della pancreatite e richiedono cure mediche immediate..

È per questo motivo che il medico, non appena sente dal paziente lamentele di stanchezza costante, stanchezza rapida e disturbi gastrointestinali, visita immediatamente il paziente e prescrive esami. E dopo aver ricevuto i risultati dello studio, decide sulla necessità di un ulteriore esame.

Di norma, prima di tutto, al paziente vengono assegnati i seguenti test:

  • chimica del sangue;
  • analisi del sangue generale;
  • analisi generale delle urine e delle feci.

Se, secondo i risultati di questi studi, sono state rilevate violazioni del pancreas, vengono prescritte misure diagnostiche più complesse, che includono ultrasuoni, tomografia computerizzata, risonanza magnetica, ecc..

Analisi del sangue generale

Se sospetti lo sviluppo di pancreatite cronica o acuta, viene sempre prescritto un esame del sangue generale. Fornisce le informazioni più complete sulle condizioni del pancreas. Tuttavia, non è possibile fare una diagnosi solo sulla base dei risultati di questo studio. Sarà richiesto un ulteriore esame del paziente.

Con colecistite o pancreatite, un emocromo completo mostra i seguenti risultati:

  • una diminuzione del livello dei globuli rossi;
  • diminuzione dei livelli di emoglobina;
  • un aumento del tasso di sedimentazione degli eritrociti;
  • un forte aumento del livello dei leucociti (in queste malattie, il livello dei leucociti è 2-3 volte superiore al normale);
  • aumento dell'ematocrito.

I valori degli esami del sangue per la pancreatite nelle donne e negli uomini possono aumentare o diminuire. Tali cambiamenti sono causati dallo sviluppo di processi infiammatori nel pancreas e dal rilascio di sostanze tossiche nel sangue. E per capire quali indicatori indicano lo sviluppo di questa malattia, devi prima scoprire la loro norma. La normale conta ematica è indicata nella tabella sottostante..

Chimica del sangue

Il metodo più informativo per diagnosticare la pancreatite è un esame del sangue biochimico. Fornisce un quadro completo dello stato del corpo e del pancreas. Nella pancreatite acuta e cronica, un esame del sangue biochimico fornisce i seguenti dati:

  • Amilasi. È un enzima pancreatico responsabile della scomposizione dell'amido nel corpo. Con lo sviluppo della pancreatite, si nota il suo aumento, che indica il ristagno del succo pancreatico nei dotti pancreatici.
  • Fosfolipasi, tripsina, lipasi ed elastasi. Sono anche enzimi del succo pancreatico. E con lo sviluppo di questo disturbo, aumenta anche il loro livello sanguigno..
  • Glucosio. Il livello di questa sostanza nel sangue durante la pancreatite aumenta a causa del fatto che le cellule danneggiate del pancreas smettono di produrre insulina nella quantità richiesta, che è responsabile della scomposizione e del trasporto del glucosio alle cellule e ai tessuti del corpo..
  • Bilirubina. Anche il livello di questa sostanza nella pancreatite supera la norma. Ciò è dovuto al ristagno delle vie biliari, derivante dall'edema del pancreas.
  • Proteina. Con lo sviluppo di questo disturbo, il livello di proteine ​​si abbassa..
  • Transaminasi. Questa sostanza aumenta anche con l'infiammazione del pancreas, ma non in tutti i casi..

Va notato che quando si ricevono i risultati di un esame del sangue biochimico, il medico guarda prima di tutto al livello di amilasi, poiché è il suo aumento che indica lo sviluppo di pancreatite acuta o cronica. Successivamente, l'attenzione del medico passa al livello di altri enzimi..

Devo dire che tutti svolgono il loro ruolo nel corpo e la loro diminuzione o aumento indica disturbi gravi. Quindi, ad esempio, l'amilasi è responsabile della scomposizione dei carboidrati, lipasi - grasso. L'elastasi e la tripsina forniscono legami peptidici nelle proteine ​​degli amminoacidi. Pertanto, con un aumento o una diminuzione del livello di questi enzimi, i processi metabolici vengono interrotti, il che può provocare la comparsa di altri problemi di salute..

Un esame del sangue biochimico viene eseguito il primo giorno dopo che il paziente è stato ricoverato in ospedale con un attacco doloroso. Se il livello di amilasi viene aumentato, l'analisi deve essere ripetuta il giorno successivo. Ciò consente di monitorare le sue dinamiche e l'efficacia del trattamento.

Ulteriori analisi

Se il medico sospetta che il paziente svilupperà pancreatite, allora, oltre al CBC e agli studi biochimici, può prescrivere altri esami del sangue. Tra questi c'è un esame del sangue di laboratorio per la tripsina immunoreattiva. Questa analisi è molto istruttiva, poiché consente di ottenere dati non solo sullo stato del pancreas, ma anche su altri organi, il che consente di identificare tempestivamente la presenza di complicanze nel paziente sullo sfondo della pancreatite, ad esempio ipercortisolismo, insufficienza renale, ecc..

Va notato subito che il principale indicatore dello sviluppo della pancreatite è una diminuzione del livello di tripsina nel sangue. E più è basso, meno favorevole è la previsione. Tuttavia, questa analisi viene eseguita molto raramente nella pratica medica, poiché è pagata e costa molti soldi..

Va anche detto che quando si diagnostica la pancreatite, viene spesso prescritto un test delle urine. Ma non generale, ma che consente di identificare il livello di tripsinogeno nel materiale di prova. Questo enzima è una forma inattiva di tripsina e compare nelle urine solo se sono presenti processi infiammatori nel pancreas..

Lo sviluppo della pancreatite influisce negativamente sul lavoro dell'intero tratto digestivo. Pertanto, quando si verifica, quasi 9 pazienti su 10 hanno disturbi delle feci. È per questo motivo che un'analisi delle feci è obbligatoria nella diagnosi di questa malattia. Durante la sua ricerca, particolare attenzione è rivolta a:

  • la presenza di grasso nelle feci (durante il normale funzionamento dell'apparato digerente, non dovrebbe essere);
  • il colore del materiale di prova;
  • la presenza di elementi alimentari non digeriti nelle feci.

In presenza di eventuali deviazioni dalla norma, possiamo parlare della presenza di vari disturbi dal tratto digestivo. Inoltre, per determinarli, non è affatto necessario condurre uno studio di laboratorio. Il paziente stesso può identificare tali violazioni se esamina attentamente le feci. La sua decolorazione indica il blocco dei dotti biliari. Allo stesso tempo, le feci stesse vengono scarsamente lavate via dalle pareti del water, il che indica anche la presenza di processi infiammatori nel corpo. A causa del suo alto contenuto di grassi, le feci diventano lucide e emanano un odore sgradevole e pungente.

Come accennato in precedenza, i soli esami di laboratorio su sangue, urine e feci non sono sufficienti per fare una diagnosi. Per accertare lo sviluppo della pancreatite negli esseri umani, è imperativo condurre un esame ecografico del pancreas, nonché una fibroesofagogastroduodenoscopia, che rivelerà violazioni alla confluenza del dotto pancreatico principale nel duodeno 12. Di norma, la diagnostica strumentale viene eseguita in ambiente ospedaliero e consente di fornire una valutazione completa dello stato del corpo e del pancreas.

Analisi necessarie per la pancreatite cronica

La pancreatite cronica è una malattia del pancreas, caratterizzata da alterazioni infiammatorie e distruttive nei tessuti degli organi. I test per la pancreatite cronica raccontano al medico il corso del processo patologico. Un posto importante è occupato dal valore dell'amilasi nelle urine e nel sangue del paziente.
In questo articolo, conoscerai quali test di laboratorio devono essere eseguiti per assicurarti che la malattia sia presente..

Quando fare il test per la pancreatite cronica

Non appena iniziano a comparire i primi segni di una violazione del normale funzionamento del pancreas, devi immediatamente andare a un appuntamento con uno specialista esperto. Un gastroenterologo o un terapista prescriverà un esame di base, dopodiché, in accordo con i risultati ottenuti, invierà per ulteriori ricerche.
I test vengono superati con i seguenti indicatori:

  • sensazioni dolorose nell'ipocondrio sinistro, manifestate periodicamente, che si intensificano dopo aver mangiato e diminuiscono durante il digiuno o quando il corpo è seduto;
  • aumento della salivazione;
  • vomito;
  • eruttazione frequente con aria o cibo;
  • diminuzione dell'appetito;
  • aumento della formazione di gas;
  • diarrea (feci giallastre o paglierine, con un odore acutamente sgradevole, a volte contengono particelle di cibo non digerito);
  • perdita di peso;
  • il corpo si stanca rapidamente.
Sensazioni dolorose nell'ipocondrio sinistro - un segno di indigestione

Le suddette condizioni del corpo indicano un cattivo funzionamento del pancreas, che influisce sul benessere, compromette la capacità di lavorare, la pelle diventa secca, i capelli cadono, si sviluppa anemia.
La cosa principale è identificare tempestivamente la patologia e iniziare il trattamento. Grave spreco, squilibrio elettrolitico e perdita di micronutrienti vitali possono essere pericolosi per la vita.

Importante! È anche necessario sapere che è vietato mangiare prima di superare i test per la pancreatite cronica e pochi giorni prima vale la pena rinunciare a cibi grassi e fritti. Se è necessario eseguire test per determinare il livello di glucosio, puoi mangiare cibo come al solito, senza limitarti.

Quali test dovrebbero essere presi per questa patologia

Immancabilmente, il paziente è incaricato di sottoporsi a una serie di studi. Per avere un quadro completo dello stato di salute del paziente, il medico deve valutare:

  • analisi del sangue generale;
  • glucosio nel sangue;
  • livelli di colesterolo;
  • livello di amilasi nel sangue, urina, saliva;
  • analisi delle feci;
  • attività enzimatica (lipasi, tripsina);
  • livello di bilirubina e attività delle transaminasi;
  • contenuto duodenale;
  • fluido ottenuto durante la laparoscopia dalla cavità addominale (esame del versamento);
  • REA;
  • test del marker tumorale.

Analisi del sangue clinico

Quali test dovrebbero essere presi per la pancreatite cronica, può rispondere un gastroenterologo esperto.

In un esame del sangue generale per la diagnosi di pancreatite cronica, vengono determinati i leucociti, gli eritrociti (ESR) e il volume degli enzimi. La regola principale è fare un'analisi generale al mattino a stomaco vuoto. Nei processi patologici, gli indicatori saranno più alti del normale e indicheranno un focus di infiammazione nel corpo. È interessante notare che, nella pancreatite cronica, il livello degli enzimi non differisce in alcun modo da quello di una persona sana..

Chimica del sangue

La biochimica ti consente di determinare il livello:

  • glucosio, che è aumentato (la norma non deve superare 5,5 mmol / l);
  • colesterolo, che è inferiore al normale (a una velocità di 3-6 mmol / l);
  • enzimi pancreatici (l'alfa 2-globulina sarà abbassata).

Tuttavia, con processi infiammatori e tumorali, malattie renali, aumenta (la norma è 7-13%), aumenta la tripsina (la norma è 10-60 μg / l) e aumenta la lipasi (la norma è 22-193 U / l).

Attenzione! Il livello di zucchero è molto pericoloso nella pancreatite cronica, che il paziente deve monitorare. Un indicatore superiore a 7 mmol / l indica la presenza di diabete mellito.

Analisi della saliva

I test che aiutano a determinare i sintomi della pancreatite cronica includono la determinazione del livello di amilasi nella saliva, che, di regola, si abbassa. A seconda del grado di progressione della malattia, gli indicatori saranno leggermente aumentati o diminuiti..

Analisi delle feci

Quando si studiano le feci per la biochimica, si trovano fibre che non hanno avuto il tempo di essere digerite, fibre muscolari; il colore sarà leggermente grigiastro, la consistenza untuosa. In presenza di pancreatite, si osserva una diminuzione dell'insufficienza esocrina, che indica una ridotta attività degli enzimi.

Analisi delle urine

L'amilasi pancreatica nelle urine aumenta molte volte. È necessario raccogliere 100-150 ml di urina del mattino. Tasso di amilasi pancreatica - 0-50 unità / l.
Quando si supera un test delle urine per la pancreatite cronica, viene determinato l'indicatore degli amminoacidi, poiché in caso di malattia si nota la loro eccessiva escrezione, che indica uno scarso assorbimento di amminoacidi nell'intestino tenue. Il test di Lasus aiuta a determinare la loro presenza. L'urina del mattino viene utilizzata per la ricerca, raccogliendo la porzione centrale in un contenitore sterile.

Importante! Nella pancreatite cronica, il livello di CEA (antigene embrionale del cancro) aumenta del 70%.

Nella pancreatite cronica, c'è un aumento del livello del marker CA 125. Nella pancreatite, la concentrazione del marker CA 72-4 è aumentata.

Determinazione del livello dei marker tumorali

Sulla base di questi risultati, non viene fatta la diagnosi finale di pancreatite cronica. È necessario sottoporsi a un esame completo per determinare una diagnosi accurata:

  • Ultrasuoni degli organi addominali per determinare cambiamenti diffusi nei tessuti del pancreas;
  • raggi X - per confermare la calcificazione del pancreas;
  • esame con un tomografo per rilevare aree di necrosi o tumore;
  • imaging a risonanza magnetica per imaging normale del pancreas;
  • fare una biopsia per la ricerca;
  • la fibrogastroscopia aiuterà a esaminare il pancreas in modo più dettagliato.

Molti pazienti affrontano spesso la domanda sul perché, con una diagnosi di pancreatite cronica, la maggior parte dei test rientri nel range normale. Il fatto è che la diagnosi di questa patologia è complicata dalla predisposizione anatomica del pancreas e dalla sua connessione con altri organi del tratto gastrointestinale..
Tuttavia, un elenco abbastanza ampio di procedure eseguite aiuterà lo specialista curante a stabilire la diagnosi più accurata e scegliere un trattamento adeguato. Affinché i risultati siano affidabili, è necessario seguire rigorosamente tutte le regole per la raccolta delle analisi..

Al paziente viene prescritta la risonanza magnetica per un'immagine panoramica del pancreas

Quali sono le misure preventive per le malattie del tratto gastrointestinale?

Per prevenire questa malattia, è necessario aderire a una corretta alimentazione. La dieta dovrebbe includere tutte le vitamine e i minerali necessari. Mangiare frutta e verdura è un must. I cibi grassi e fritti sono limitati e dovrebbero essere evitati cibi eccessivamente salati e dolci. Elimina gli agenti cancerogeni, i conservanti e altri additivi chimici dall'uso.

Tutto sulle ghiandole e sul sistema ormonaleCome controllare il pancreas quali test eseguire per identificare la patologia

Metodi di laboratorio

Analisi del sangue generale

Un aumento della VES (velocità di eritrosedimentazione) e del numero di leucociti (leucocitosi) da 10 a 20 × 109 / l con uno spostamento della formula dei leucociti a sinistra è caratteristico della pancreatite acuta e con esacerbazione della sua forma cronica (nonché per il processo infiammatorio di qualsiasi altro organo).

Analisi delle urine

  • L'alfa-amilasi (diastasi) delle urine più di 2000 U / L suggerisce una pancreatite acuta. Questo indicatore viene utilizzato per stabilire una diagnosi preliminare. Tuttavia, questo studio non è specifico e non è correlato alla gravità della malattia. La diastasi nelle urine aumenta spesso durante un attacco doloroso nella pancreatite cronica.
  • La rilevazione degli aminoacidi lisina e cistina nelle urine è stata osservata nella pancreatite cronica associata a disturbi genetici del metabolismo delle proteine.

Chimica del sangue

  • Un aumento dell'α-amilasi sierica è caratteristico del 95% dei casi di pancreatite acuta. Con la necrosi del pancreas (pacreonecrosi), così come la sua insufficienza, questo indicatore diminuisce.
  • La proteina C-reattiva (PCR) è un indicatore di qualsiasi processo infiammatorio acuto, inclusa la pancreatite. La norma va da 0 a 0,3 (0,5) mg / l. Più spesso i laboratori danno il risultato "in croci". In questo caso, la norma è "negativa" (-), la patologia è "positiva" (+). Il numero di "plus" (o "cross") da (+) a (++++) è correlato alla gravità della malattia.
  • Un aumento degli enzimi epatici (ALT e / o AST), così come della fosfatasi alcalina (ALP), è caratteristico della pancreatite concomitante con epatite alcolica o coledocolitiasi (calcoli nel lume del dotto biliare comune). L'attività dell'ALP è aumentata nell'80% dei pazienti con carcinoma pancreatico (tumore maligno).
  • Un aumento della concentrazione di bilirubina (iperbilirubinemia) si verifica nel 15-25% dei casi di pancreatite acuta.
  • Si osserva un aumento della lipasi sierica (uno degli enzimi prodotti nel pancreas) con la pancreatite, che procede in forma acuta o con un'esacerbazione di un processo cronico.
  • La glicemia aumenta nella pancreatite acuta grave e nel 50% dei pazienti con insufficienza pancreatica.
  • L'ipocalcemia (bassa concentrazione sierica di calcio) si verifica il primo giorno di pancreatite acuta, così come nell'insufficienza pancreatica.
  • L'ipocolesterolemia e la diminuzione dell'albumina sierica sono segni di insufficienza pancreatica..

Esame coprologico (analisi delle feci)

  • La steatorrea (una grande quantità di grassi rappresentati da acidi grassi e saponi) e la creatorrea (fibre muscolari non digerite) indicano una diminuzione della secrezione esterna del pancreas con la sua insufficienza e pancreatite cronica.
  • La determinazione dell'enolasi fecale (fosfopiruvato idratasi) delle feci viene utilizzata per diagnosticare un'insufficienza pancreatica moderata o grave.

I test di laboratorio di routine non possono aiutare nella diagnosi precoce del cancro del pancreas.

Sintomi della malattia

Per capire nel tempo che i problemi iniziano nel pancreas, è necessario essere attenti a tutti i segnali del corpo. In diverse fasi dello sviluppo della malattia compaiono sintomi caratteristici che causano disagio e disturbi di salute:

  1. Dolore. Non appena iniziano i processi infiammatori e il blocco dei dotti, la persona avverte uno spiacevole dolore acuto sotto le costole. A seconda della localizzazione della malattia, può ferire, su un lato, sul lato o contemporaneamente lungo l'intera circonferenza delle costole. Il dolore è permanente e non si attenua nemmeno a riposo.
  2. Vomito. Lo stomaco smette di incidere eccessivamente il cibo mangiato; senza compresse enzimatiche, compare immediatamente il vomito. Il vomito si verifica ad ogni pasto.
  3. Calore. I processi infiammatori nel corpo e l'intossicazione provocano una reazione protettiva del corpo e un aumento della temperatura corporea a 38-38,5 gradi.
  4. Ittero. Con il gonfiore del pancreas, il suo corpo può esercitare pressione sui dotti biliari, con il risultato che si forma l'ittero ostruttivo. Una persona sviluppa tutti i segni di ittero: occhi, palmi e pelle ingialliti.
  5. Diarrea o costipazione. I problemi del tratto digerente si fanno subito sentire, la mancanza di enzimi e l'intossicazione causano difficoltà con la defecazione.

Ricerca di laboratorio

Dopo l'esame da parte di un medico e un'anamnesi, vengono prescritti test di laboratorio. Quali test devono essere eseguiti per lo studio del pancreas, il medico determinerà, poiché il loro elenco dipende dalle circostanze specifiche.

Si possono distinguere le seguenti categorie di tali studi:

  • Standard. Prelievo di campioni di sangue, urina o feci per condurre uno studio alle velocità correnti standard.
  • Con un carico. Consiste in più fasi. I valori di base vengono confrontati con i risultati dei test dopo l'uso di sostanze speciali.
  • Speciale. Progettato per diagnosticare patologie specifiche, implica una procedura speciale per la raccolta e lo studio del materiale.

Analisi del sangue

La prima cosa che viene prescritta per le malattie del pancreas sono gli esami del sangue. Viene prelevato un campione di sangue da un dito e da una vena per un esame completo. Tra gli indicatori generali, il numero di leucociti e neutrofili, nonché la VES sono di particolare importanza..

Quali test vengono effettuati per il pancreas? I seguenti indicatori sono determinati da un esame del sangue biochimico:

  • bilirubina totale e diretta;
  • glucosio;
  • alfa amilasi;
  • lipasi;
  • tripsina.

Il pancreas produce sostanze essenziali: enzimi digestivi e insulina per abbattere il glucosio. Una diminuzione della sintesi enzimatica porta all'incapacità di elaborare e assorbire completamente i nutrienti e un aumento è la causa dell'autolesionismo all'organo. L'insulina è necessaria per l'elaborazione del glucosio, altrimenti a una persona verrà diagnosticato il diabete mellito.

Esame delle urine e delle feci

Non meno importanti sono i test per il funzionamento del pancreas, basati sullo studio di campioni di urina e feci. Riflettono il processo di elaborazione delle sostanze che entrano nel corpo. È meglio prendere il materiale mattutino, soprattutto l'urina..

In laboratorio, i campioni di urina vengono esaminati per parametri biochimici come glucosio, amilasi e amminoacidi. Nelle malattie del pancreas, sono quelle che subiscono i maggiori cambiamenti..

Le feci vengono esaminate per il coprogramma. Vengono analizzati indicatori esterni (consistenza, colore, presenza di particelle di cibo non digerito, ecc.), Nonché quelli biochimici. I criteri di valutazione più importanti sono:

  • la presenza di fibre e fibre alimentari;
  • identificazione degli enzimi digestivi;
  • la quantità di elastasi;
  • analisi del processo di idrolisi.

Altri indicatori

È qui che la diagnosi di laboratorio delle malattie pancreatiche termina solo se non sono state identificate anomalie significative. Se ci sono risultati discutibili, sono necessari ulteriori test per controllare il pancreas usando i test di stress.

Vengono utilizzate le seguenti opzioni di ricerca:

Tolleranza al glucosio: il sangue viene prelevato all'inizio del test, quindi il paziente beve un concentrato di glucosio e un'ora dopo il prelievo di sangue viene ripetuto.

  • Diastasi nelle urine: il livello iniziale viene misurato, dopo l'introduzione della proserina, i campioni vengono prelevati ogni mezz'ora per 2 ore.
  • Test di iodolipolo. Il campione di urina del mattino viene utilizzato come controllo. Dopo l'assunzione di iodolipolo, vengono effettuate misurazioni regolari entro 2,5 ore per stabilire la concentrazione di ioduro.
  • Anticorpi contro le cellule beta: rileva patologie autoimmuni della produzione di insulina.
  • Enzimi nel duodeno. I campioni di riferimento vengono prelevati dopo l'introduzione dell'acido cloridrico.
  • Test secretina-pancreasimina. La produzione di amilasi, tripsina e lipasi è stimolata dalla somministrazione di secretina e colecistopancreozmina; successivamente, il livello degli enzimi nel duodeno viene confrontato con quello iniziale.

Interrogatorio diagnostico ed esame

Al primo incontro con il paziente, il medico è interessato ai reclami e conduce un esame generale del paziente. Durante la conversazione, il medico apprende le caratteristiche del dolore, la natura della dispepsia, la frequenza e l'intensità dei sintomi clinici. I seguenti sintomi hanno il massimo valore diagnostico nella diagnosi delle malattie delle ghiandole:

  1. Dolore nella parte superiore dell'addome, principalmente nelle regioni epigastrica e sottocostale. I dolori sono spesso herpes zoster in natura, si verificano dopo l'assunzione di abbondanti cibi grassi. La pesantezza e il dolore all'addome non scompaiono per molto tempo.
  2. Sensazioni dolorose si irradiano alla scapola sinistra, parte bassa della schiena, che costringe una persona a prendere una posizione forzata per dotare la condizione.
  3. Un sintomo caratteristico della malattia pancreatica è il vomito e la nausea dopo aver mangiato cibi grassi. La bile può essere presente nel vomito. Il vomito non allevia il dolore.
  4. Nelle malattie della ghiandola, a causa della digestione insufficiente di grassi e lipidi, si verifica la steatorrea, una frequente feci gialle liquide o pastose con una miscela di grassi. La steatorrea è un sintomo patognomonico nella diagnosi di pancreatite, tumore e cancro degli organi
  5. I pazienti periodicamente si preoccupano di gonfiore, febbre, sintomi di intossicazione, colorazione itterica della pelle, che indica anche una malattia pancreatica.

L'esame esterno rivela ittero, pelle secca. Alla palpazione nelle aree di proiezione del pancreas, il dolore si rivela, tuttavia, non è possibile esaminare e palpare completamente l'organo a causa della sua posizione profonda.

Metodi di ricerca di laboratorio

Tali studi rendono la diagnosi più accurata e mostrano che i sospetti erano giustificati o non confermati. Inoltre, tali analisi aiutano:

  • Determina la gravità del decorso della malattia;
  • Ci sono disturbi nella produzione di enzimi e ormoni.

A seconda delle capacità dell'ospedale e dei sospetti sollevati dalle sperimentazioni cliniche, lo specialista prescrive:

Emogramma, questo metodo mostra un aumento della VES, delle piastrine e dei leucociti, molto spesso ciò si verifica nei processi infiammatori con manifestazioni purulente, così come quando c'è il sospetto di cancro.
Analisi biochimica del sangue e delle urine. Questi studi dovrebbero mostrare in caso di disturbi nel lavoro del pancreas: un aumento di elastasi-1, lipasi, tripsina ematica o amilasi urinaria. Tali indicatori sono nel processo infiammatorio. E con la perdita di cellule ghiandolari, cioè la sua morte associata il più delle volte all'oncologia: riduce tutti questi enzimi.
Coprogramma. Questo è un test delle feci che può dimostrare che i grassi e le proteine ​​non vengono digeriti.
Studio dell'elastasi fecale-1. Se il livello di questo enzima diminuisce, lo specialista può determinare il tumore del paziente in una forma maligna, pancreatite complessa e altre anomalie nelle fasi iniziali.
Marcatori tumorali. Parleranno se c'è la morte dei tessuti e delle cellule del pancreas, sullo sfondo dello sviluppo dell'oncologia.
Test di carenza di enzimi pancreatici. Questi test includono: test di Lund, con metionina, bentiramina, con etere mecholil, test della pancreatolaurina.
Test per la tolleranza al glucosio o il carico di amido

Questo test aiuta a mostrare anomalie nella produzione dell'importantissimo ormone insulina..

La decifrazione dei risultati ottenuti dovrebbe essere affrontata da uno specialista, questo aiuterà a ricreare l'immagine corretta della malattia, lo stadio del corso. Ma questi test non aiuteranno sempre a stabilire con precisione la diagnosi corretta, poiché numerose altre malattie hanno indicatori simili..

Principi di esame del pancreas

La diagnostica del pancreas dovrebbe essere complessa: è necessario ottenere informazioni non solo sulla struttura dell'organo, ma anche sulla sua funzione. Spieghiamo perché.

Il pancreas è una grande ghiandola con strutture e funzioni uniche. È lei che gioca un ruolo chiave nell'attuazione della digestione, producendo enzimi necessari per abbattere proteine ​​e grassi in sostanze che entrano nel flusso sanguigno e nutriranno le cellule. In questa ghiandola si forma l'insulina, che aiuta il principale substrato energetico - il glucosio - a fornire energia a cellule e tessuti. Altri ormoni sono sintetizzati in esso..

La ghiandola si trova nello spazio retroperitoneale, di fronte si trova lo stomaco, il colon trasverso e il duodeno, su entrambi i lati: i reni. All'interno dell'organo passano condotti che raccolgono il succo pancreatico ricco di enzimi dalle cellule ghiandolari. Scorrono in un grande condotto che si apre nel duodeno..

Il pancreas è un organo con molti condotti situati dietro lo stomaco e le anse intestinali

Se una certa quantità di tessuto ghiandolare è danneggiata, il tessuto rimanente sostituisce la sua funzione e non possono comparire sintomi della malattia. Allo stesso tempo, può verificarsi una situazione quando un'area molto piccola muore o si infiamma, questo non è evidente nella struttura dell'intera ghiandola, ma è accompagnata da un pronunciato cambiamento nella funzione dell'organo. Ecco perché l'esame del pancreas dovrebbe essere completo e coprire sia la struttura dell'organo che la sua funzione..

Metodi di laboratorio

I metodi di esame del pancreas sono strettamente correlati ai test di laboratorio, che consentono di valutare le prestazioni dell'organo. Se parliamo di processi infiammatori acuti, la diagnostica dimostrerà una maggiore attività enzimatica. Questi sono enzimi che vengono sintetizzati dalla ghiandola. In parte si determinano meglio nel sangue, in parte nelle feci o nelle urine.

La diagnostica del lavoro del pancreas avviene in combinazione con il fatto che il medico e il fegato del paziente vengono esaminati, poiché questi due organi funzionano a coppie. Tuttavia, i primissimi test che vengono presentati sono un esame del sangue generale e una biochimica. Consegnare l'UAC significa ricevere informazioni sulla presenza del processo nel suo decorso acuto o esacerbazione della malattia, di cui si parla da tempo. Stiamo parlando di un cambiamento nel livello dei leucociti, dei neutrofili del tipo segmentato e pugnalato. Inoltre, aumenta anche l'ESR..

La biochimica è importante anche da un punto di vista diagnostico. In esso, in caso di problemi al pancreas, viene spesso fissata troppa bilirubina diretta, se la malattia ha una forma itterica. Allo stesso tempo, c'è una maggiore quantità di gamma globuline, acidi di tipo sialina e sieromucoidi.

Esistono anche test più specifici, ad esempio la determinazione degli anticorpi contro le cellule beta del pancreas, la determinazione dei livelli di alfa-amilasi nel sangue e l'attività della tripsina. Il decorso patologico porta ad un aumento del livello di lipasi, glucosio. Con un aumento di tale componente, stiamo parlando di infiammazione e processi distruttivi che influenzano la parte endocrina dell'organo..

Diagnostica hardware

Maggiori informazioni sulle dimensioni e sui cambiamenti strutturali degli organi interni possono essere ottenute attraverso la diagnostica hardware. Quando si esamina il pancreas, vengono utilizzati i seguenti metodi:

Ultrasuoni. Le onde ultrasoniche vengono riflesse dal tessuto della ghiandola e vengono convertite in un'immagine sul monitor. I cambiamenti nel livello di ecogenicità, le dimensioni dell'organo e dei suoi contorni, nonché la presenza di fluido nella cavità addominale indicano la presenza di patologia.

  • Esame endoscopico. Con l'aiuto di una sonda endoscopica, si osserva lo stato dei tessuti alla giunzione dei dotti del pancreas e del duodeno.
  • ERCP. Il metodo della colangiopancreatografia retrograda endoscopica ci permette di esaminare lo stato dei dotti pancreatici stessi.
  • CT. Grazie alla TC del pancreas, la struttura dell'organo viene esaminata in dettaglio, vengono rivelate neoplasie e luoghi di trasformazione del tessuto sano.
  • Endo-ecografia. Viene utilizzato per uno studio dettagliato delle condizioni della ghiandola e dei suoi dotti, nonché dei linfonodi ad esso associati.
  • Biopsia. Se vengono rilevate neoplasie sospette, i tessuti vengono prelevati mediante puntura con ago sottile per un ulteriore esame istologico. Ciò consente di rilevare l'oncologia o assicurarsi che il tumore sia benigno..

Sulla base dei risultati della ricerca, viene elaborato un programma di trattamento che può includere dieta e terapia farmacologica utilizzando enzimi. Nei casi più gravi, è necessario un intervento chirurgico per preservare le aree meno danneggiate della ghiandola.

Qual è la malattia

Questo è un processo infiammatorio a cui è sottoposto il pancreas. C'è gonfiore dei tessuti del pancreas e dei dotti al duodeno. A causa dell'edema, gli enzimi prodotti dalla ghiandola non possono entrare nell'esofago attraverso i dotti.

Ma la lipasi, l'amilasi, la lattasi, la chimotripsina e la tripsina, il cui compito principale è considerato aiutare nella digestione del cibo, non possono svolgere le loro funzioni principali, poiché si accumulano nel corpo del pancreas. Ma il processo digestivo degli enzimi non può essere fermato, perché iniziano a digerire lentamente i tessuti che li hanno prodotti, mentre avvelenano l'intero corpo con le tossine.

Metodi di ricerca strumentale

Gli esperti considerano questi metodi molto importanti per identificare le malattie del pancreas. Studi strumentali mostrano le seguenti deviazioni:

  1. La dimensione della ghiandola;
  2. Struttura degli organi;
  3. Edema;
  4. Cisti;
  5. Fibrosi;
  6. Pietre;
  7. Manifestazioni purulente;
  8. Restringimento dei condotti e altro.

Tali studi includono le seguenti procedure:

  • Esame con un endoscopio;
  • Raggi X della cavità addominale, questo metodo aiuterà a determinare la presenza di pietre nei dotti dell'organo;
  • Duodenografia a contrasto;
  • L'ecografia è il metodo più popolare per esaminare il pancreas oggi. Aiuta a determinare la dimensione, la condizione dei dotti, se c'è una quantità eccessiva di liquidi, cisti, calcoli, tumori o altre neoplasie.
  • Endo-ecografia. Questo metodo aiuta a completare i risultati ecografici ricevuti.
  • Tomografia computerizzata, questo tipo di diagnosi può essere definito più efficace e voluminoso nella presentazione delle informazioni.
  • La risonanza magnetica, aiuterà a stabilire la pervietà dei dotti ea valutare quanto è interessato il tessuto della ghiandola.
  • ERCP. Questo metodo viene eseguito utilizzando un endoscopio e fornisce dati molto ampi sullo stato dei condotti..
  • Una biopsia è un'opportunità per identificare focolai di infiammazione, neoplasie, comprese quelle maligne, atrofia.

Tuttavia, viene fatta una diagnosi completa sulla base dello studio di tutte le analisi ricevute. Per questo, anche i seguenti fattori giocano un ruolo importante:

  1. Quanto è schietto il paziente;
  2. Qualifica specialistica;
  3. Disponibilità di attrezzature moderne e di alta qualità;
  4. Condizioni di laboratorio.

Quali specialisti aiuteranno a identificare le malattie del pancreas

Il terapista, si rivolgono a questo medico, il più delle volte in modo che possa valutare adeguatamente le condizioni del paziente e indirizzarlo ai test corretti e allo specialista giusto con un profilo stretto.
Il gastroenterologo potrà formulare la diagnosi corretta e poi prescrivere il trattamento corretto ed efficace.
Un medico endoscopista aiuterà a svolgere ricerche professionali utilizzando un endoscopio e sarà in grado di valutare molto chiaramente il quadro della malattia.
Il radiologo eseguirà una radiografia, un'ecografia e farà una descrizione completa dell'immagine, che è molto importante per una diagnosi completa.

Elenco di esempio del trattamento

  1. È prescritto un trattamento con farmaci;
  2. Una dieta è decisamente raccomandata, senza di essa, il più delle volte, il trattamento non dà un risultato completo;
  3. Procedure di fisioterapia;
  4. In alcuni casi, si consiglia un intervento chirurgico.

È molto importante capire che un trattamento correttamente diagnosticato e prescritto che non verrà ignorato dal paziente può salvare vite umane. Poiché in alcune fasi della malattia la prognosi non è sempre positiva.

Stress test di laboratorio

A volte, oltre ai test che vengono effettuati a stomaco vuoto, è necessario superare anche quelli che vengono eseguiti dopo che determinate sostanze sono state introdotte nel corpo. Questo è chiamato stress test. Sono diversi.

Test glicoamilasemico. Innanzitutto, viene eseguita un'analisi per determinare la concentrazione iniziale di amilasi nel sangue. Quindi alla persona vengono somministrati 50 grammi di glucosio, che deve assumere per via orale. Poche ore dopo, viene eseguita di nuovo l'analisi per l'amilasi. Quindi vengono confrontati entrambi gli indicatori.

Test di proseina. Per prima cosa devi determinare qual è la concentrazione iniziale di diastasi nelle urine. Quindi un farmaco chiamato Proserin viene iniettato nel corpo. E per due ore, ogni 30 minuti, viene misurato il livello di diastasi.

Test di iodolipolo. Dopo che una persona si sveglia, svuota la vescica, quindi prende un farmaco chiamato Iodolipol. Il livello di iodio inizia a essere determinato nelle urine un'ora dopo, ogni mezz'ora. Tale diagnosi di malattie del pancreas si basa sull'attività dell'enzima lipasi, che questo organo produce.

La diagnosi delle malattie del pancreas si basa sull'attività dell'enzima lipasi, che viene secreto nella vescica.

Un test di tolleranza al glucosio è necessario per diagnosticare i danni all'apparato endocrino del pancreas. Il livello di glucosio viene prima determinato a stomaco vuoto, quindi un'ora dopo e quindi due ore dopo che il paziente ha assunto la soluzione di glucosio. Questa analisi può essere prescritta solo da un endocrinologo. È lui che interpreterà i risultati del test, perché c'è il pericolo di complicazioni associate ad un aumento del livello di questo carboidrato nel sangue..

Ecografia e risonanza magnetica. Un metodo come l'ecografia nella diagnosi è uno dei più importanti. Questo perché il medico ha l'opportunità di vedere la struttura della ghiandola e considerare la possibile presenza di una cisti o di un'oncologia. Normalmente, questo organo trasmette gli ultrasuoni, così come il fegato e la milza. Se non ci sono patologie e il pancreas è in ordine, la dimensione della coda è di circa 35 mm, la testa è di 32 mm e il corpo è di circa 21 mm. Non dovrebbero esserci cambiamenti sul tessuto dell'organo e i contorni del pancreas dovrebbero essere uniformi e chiari..

Un metodo a raggi X viene utilizzato anche se viene rilevata una patologia del pancreas.

La risonanza magnetica, o MRI, è considerata uno dei metodi di biopsia pancreatica più accurati. È con questo metodo che è possibile determinare con grande precisione se i tessuti dell'organo sono aumentati o modificati. Con l'aiuto di sezioni strato per strato, puoi determinare con maggiore precisione la posizione della cisti o del processo oncologico.

Un metodo a raggi X viene utilizzato anche se viene rilevata una patologia del pancreas. Tuttavia, solo se è radiopaco. Ad esempio, queste sono pietre o cisti.

Tutti questi metodi sono fondamentali nella diagnosi del pancreas..

Se inizi a notare i sintomi di un malfunzionamento del pancreas, dovresti consultare immediatamente un medico..

Dovresti fare il test. Quindi capirai se tutto è in ordine con questo organo o se hai bisogno di cure. Prima viene fatta una diagnosi accurata, prima inizierà il trattamento. Di norma, tutto inizia con un esame da parte di un normale terapista. Tuttavia, se hai un forte dolore acuto, il team dell'ambulanza dovrebbe portarti in ospedale..

È lì che verrà eseguita la diagnostica. Potrebbe anche essere necessario un intervento chirurgico. Se vuoi sottoporsi a un esame di questo organo per motivi di prevenzione, non dovresti ritardarlo. Vai al laboratorio il prima possibile dove puoi farlo. Ricorda che se il problema non viene rilevato in tempo, tutto ciò porterà a gravi complicazioni..

Metodi strumentali

Radiografia degli organi addominali

  • Consente una diagnosi differenziale tra pancreatite acuta e ostruzione intestinale, nonché perforazione nell'ulcera peptica.
  • Nel 30-40% dei casi, rivela la calcificazione nella pancreatite cronica.
  • Rileva grandi tumori pancreatici (stadi avanzati).

Esame ecografico (ecografia)

  • La pancreatite acuta è caratterizzata da edema, ispessimento e diminuzione dell'ecogenicità del pancreas. L'efficacia dell'esame si riduce quando c'è aria nell'intestino. I dati ecografici non consentono di determinare la gravità della pancreatite.
  • Nella pancreatite cronica nei dotti e nel parenchima del pancreas vengono rilevati processi di calcificazione.
  • Una pseudocisti contenente liquido è molto spesso dovuta a pancreatite acuta o cronica.
  • L'ecografia (e la TC) rileva tumori di dimensioni comprese tra 2-3 cm.

Tomografia computerizzata (TC)

Consente di impostare le dimensioni e i contorni del pancreas, del tumore o della cisti, della calcificazione. La TC con mezzo di contrasto è la tecnica di imaging più accurata per il pancreas.

Risonanza magnetica per immagini (MRI)

I dati attualmente disponibili non sono sufficienti per riconoscere la risonanza magnetica come metodo efficace per l'esame del pancreas.

Colangiopancreatografia retrograda endoscopica (ERCP)

  • Uno dei metodi diagnostici più moderni ed efficaci.
  • Permette di rilevare piccoli tumori pancreatici.

Biopsia

  • Tecnica diagnostica invasiva eseguita sotto controllo ecografico o TC con ulteriore esame citologico del materiale.
  • Diagnosi altamente accurate del carcinoma pancreatico.

In ogni caso, solo un medico sa come controllare il pancreas. Inoltre, la maggior parte dei metodi descritti può essere passata indipendentemente, senza il rinvio di un medico non funzionerà.

Metodi per diagnosticare la pancreatite

Tutti sanno che il trattamento delle malattie è molto più efficace nelle prime fasi, fino a quando il corso non si è sviluppato in uno cronico. Ma per questo è necessario almeno una volta all'anno sottoporsi a una visita medica completa, grazie alla quale è possibile determinare in modo tempestivo deviazioni dalla norma, sviluppo di patologie e deterioramento.

Come controllare il pancreas? Prima di tutto, devi consultare un medico generico. È lui che deve esaminare attentamente il paziente, palpare l'addome, determinare dove si trova la malattia e dare indicazioni per le analisi. Anche con la palpazione, il medico può determinare l'eziologia del dolore addominale.

Se si sospetta che la pancreatite sia la causa delle sindromi dolorose, il paziente viene inviato per esame a un gastroenterologo, che prescrive tutti i test confermando o rifiutando la diagnosi preliminare.

Analisi del sangue generale

Donano il sangue da un dito, dopo di che gli operatori di laboratorio controllano il numero di leucociti e ESR nel sangue. Un'analisi generale consente di determinare se nel corpo sono presenti processi infiammatori. La mancanza di insulina indica anche lo sviluppo di gonfiore della ghiandola..

Chimica del sangue

Il sangue venoso viene prelevato per l'analisi biochimica. È testato per aumentare gli enzimi. Questo metodo è particolarmente efficace nella fase acuta della pancreatite..

Test delle urine

Se l'enzima amilasi si trova nelle urine, la presenza di malattia pancreatica è confermata quasi al 100%. Questi test consentono di determinare a livello chimico i problemi del pancreas. Tuttavia, poiché molti disturbi hanno indicatori e sintomi simili, i test devono essere confermati con altri metodi di esame..

Ultrasuoni

L'ecografia è parte integrante della diagnosi. Con l'aiuto dell'esame ecografico, vengono stabilite le dimensioni del tessuto ghiandolare e dei suoi dotti, la sua posizione rispetto ad altri organi, la presenza di masse fluide nella cavità addominale o la loro assenza. L'ecografia consente di valutare visivamente lo stato degli organi interni ed escludere suppurazione e peritonite.

raggi X

Molto spesso, le pietre nei dotti del tessuto ghiandolare portano alla pancreatite. Una radiografia consente di stabilire visivamente la presenza di pietre, i cosiddetti calcenati.

Scansione TC

La TC consente di determinare visivamente i cambiamenti nelle dimensioni del tessuto ghiandolare, il restringimento o l'espansione dei dotti. Questo metodo è considerato costoso, ma fornisce molte informazioni, grazie alle quali è possibile effettuare una diagnosi più accurata e prescrivere il trattamento corretto..

Endoscopia

Utilizzando una piccola sonda con una telecamera, i medici possono visualizzare l'intera situazione dall'interno in tempo reale. L'endoscopio viene inserito nel duodeno e le vasche del capezzolo vengono attentamente esaminate, attraverso le quali le secrezioni entrano nel tratto digestivo. Anche durante l'endoscopia, viene iniettato il contrasto per ottenere migliori radiografie e scansioni TC. Ma il contrasto stesso è considerato irritante e può provocare una ricaduta di pancreatite..

Laparoscopia

La laparoscopia è considerata più un intervento chirurgico che un metodo diagnostico, ma fornisce fatti importanti sullo stato attuale della malattia. La laparoscopia viene utilizzata più spesso nella forma acuta di patologia. Questo è un metodo minimamente invasivo che aiuta a rimuovere il tessuto morto dalla ghiandola

Le analisi ottenute possono anche indicare la presenza di neoplasie e cisti, che è importante apprendere nello sviluppo precoce dei tumori.

Metodi diagnostici strumentali

La conferma della diagnosi è impossibile senza metodi strumentali. Allo stadio attuale di sviluppo della medicina, vengono utilizzati metodi diagnostici a raggi X, ultrasuoni e fibre ottiche..

Esami a raggi X.

  1. Radiografia normale della cavità addominale. Viene utilizzato per la diagnosi differenziale della sindrome del dolore addominale. Segni indiretti di danno al pancreas: pietre e foche nella cistifellea e nei dotti biliari.
  2. Colangiopancreatografia retrograda endoscopica (ERCP). Il metodo è efficace anche per la pancreatite biliare secondaria dovuta a congestione dei dotti biliari, con calcoli nella cistifellea, con restringimento cicatriziale dei dotti escretori.
  3. Scansione TC. Aiuta a diagnosticare pancreatiti complicate (cisti, pseudocisti, calcificazioni, aree atrofiche e necrotiche dell'organo). È ampiamente usato per le neoplasie volumetriche: tumori benigni della ghiandola, cancro, metastasi tumorali da organi vicini. Con queste patologie nelle immagini, i contorni della ghiandola sono irregolari, le dimensioni sono aumentate, una neoplasia volumetrica viene determinata nell'area di uno o due lobi.

Procedura ad ultrasuoni

L'ecografia degli organi addominali e, in particolare, del pancreas è il gold standard per la diagnosi di pancreatite primaria e colangiogena, degenerazione del tessuto adiposo e connettivo del parenchima e cancro del pancreas. In conclusione, il medico fornisce una descrizione accurata della struttura dell'organo, della gravità dei cambiamenti diffusi, della loro natura e prevalenza.

  • Con pietre nella cistifellea o nei dotti escretori, vengono visualizzate pietre dense di varie dimensioni e densità.
  • Nella pancreatite acuta e cronica, vengono rilevati cambiamenti diffusi nel parenchima in tutte le parti dell'organo in combinazione con l'edema della capsula e degli spazi interlobulari.
  • Nel cancro, la dimensione dell'organo è aumentata, l'ecogenicità delle strutture non è uniforme. Il monitor mostra chiaramente il confine tra parenchima sano e tessuto canceroso. Dalla densità della neoplasia, si può giudicare l'origine del tumore..

Esofagogastroduodenoscopia

Un altro metodo per diagnosticare la patologia del pancreas e delle vie biliari. Il metodo consente di identificare il restringimento cicatriziale o il blocco del dotto escretore con calcoli nella pancreatite biliare, nonché di visualizzare i cambiamenti nella zona pancreatoduodenale, che indica pancreatite primaria o cancro dell'organo.

Pertanto, la diagnosi di patologia pancreatica è un intero complesso di studi diagnostici che vengono eseguiti al paziente immediatamente al momento del ricovero in clinica. Tutti i test sono prescritti da un gastroenterologo o terapista dopo un esame approfondito e un interrogatorio del paziente. Lo stesso medico prescrive il trattamento.

Una diagnosi tempestiva consente di determinare rapidamente la direzione del trattamento (inviare il paziente a un ospedale chirurgico o terapeutico), prescrivere un'adeguata terapia etiotropica e sintomatica e migliorare la prognosi della malattia.