In che modo la cistite e l'alcol sono correlati ed è possibile bere alcolici con una malattia?

Cistite e alcol illegale... Suona piuttosto triste, perché durante le vacanze vuoi goderti vino, birra o buon cognac. Tuttavia, è meglio scegliere un altro modo per celebrare il momento solenne...

L'alcol può provocare la comparsa di cistite??

I medici spesso avvertono i pazienti che alcol e cistite sono correlati. I problemi alla vescica sono esacerbati quando il paziente si permette di bere. L'alcol etilico irrita l'intero corpo, compreso il sistema escretore.

Di conseguenza, appare un'infiammazione, che prima non esisteva, o quella esistente peggiora. Inoltre, la malattia deve essere curata sotto la guida di un medico competente. In caso contrario, il paziente può causare gravi danni a se stesso..

L'alcol etilico irrita l'intero corpo, compreso il sistema escretore

L'effetto dell'alcol sul decorso della cistite

Le manifestazioni della cistite sono aggravate se una persona beve almeno un bicchiere di vodka o un bicchiere di birra. Le bevande alcoliche cadono nei reni dell'ubriacone e dai reni - direttamente nelle urine. Un processo infiammatorio inizia nelle sue pareti, aumenta la loro sensibilità agli agenti patogeni.

In questo caso, non si verifica solo l'irritazione dell'organo malato, ma si verificano anche nuovi processi infiammatori. Il funzionamento della vescica è compromesso. Il paziente soffre del costante bisogno di urinare. I microbi in una tale situazione si moltiplicano più attivamente..

La vescica è un organo sferico che immagazzina il fluido che viene consumato dal corpo ogni giorno. Un organo sano non fa male quando si riempie e, di conseguenza, il suo volume cambia. Può contenere fino a 0,5 litri di liquido. Se compare un processo infiammatorio, i batteri lo "attaccano" dall'interno e dall'esterno. Il paziente deve andare in bagno più spesso: questo e altri segni di malessere si verificano nei momenti più inappropriati.

La cistite non può essere considerata "innocua". Rappresenta una minaccia anche per la vita di una persona malata! Inoltre, nelle forme gravi, è spesso necessario un intervento chirurgico. E questo è un trattamento spiacevole e costoso. Pertanto, il trattamento deve essere avviato immediatamente in modo che le complicazioni non inizino..

Tuttavia, alcuni pazienti continuano a bere nonostante il problema. E i medici ricordano che l'alcol non è una cura per i processi infiammatori. Questo vale sia per gli uomini che per le donne..

L'alcol con cistite nelle donne è molto più pericoloso che negli uomini

Tuttavia, l'alcol con cistite nelle donne è molto più pericoloso che negli uomini. Qui dovrebbero essere menzionate diverse caratteristiche del decorso di questa patologia nelle donne. Sono i seguenti:

  • Le donne sviluppano l'infiammazione della vescica più spesso rispetto al sesso più forte.
  • Una donna con cistite deve rinunciare al sesso durante il trattamento: questo è un inconveniente per suo marito. Pertanto, deve assicurarsi che sua moglie non beva e tratti se stessa e la sua salute in modo responsabile..
  • Le donne sessualmente attive possono essere incinte. L'alcol non solo influisce sulla salute del bambino concepito, ma influisce anche sulle condizioni della madre. La combinazione di "alcol e gravidanza" è una garanzia di esacerbazione della cistite. Inoltre, il trattamento deve essere effettuato tenendo conto del fatto che a una donna incinta non può essere prescritto un certo numero di farmaci. Pertanto, il recupero è più lento..
torna al contenuto ↑

Conclusione: è possibile bere con la cistite?

Posso bere alcolici con la cistite? La risposta è inequivocabile: questo è inaccettabile. Sebbene la vescica sia l'ultima ad essere "colpita" dall'alcol etilico assunto da una persona, ne risente gravemente. Dopotutto, la composizione della sostanza praticamente non cambia dopo aver attraversato altri organi umani..

Una categoria separata di pazienti è costituita da coloro che sono dipendenti dalla birra come medicinale per la cistite. Questo è un grave errore del paziente! La birra è una bevanda alcolica, anche se leggera. E l'alcol contenuto nel liquido schiumoso irrita la mucosa di un organo già malato.

La birra non è una cura per la cistite!

Inoltre è prodotto non da materie prime naturali, ma da sostanze chimiche. Inoltre non rendono il consumatore più sano. Inoltre, sono dannosi per i reni e il tubo digerente, nonché per il fegato..

Con l'infiammazione, l'ubriachezza è un catalizzatore per l'esacerbazione della malattia. Ogni persona che soffre di cistite dovrebbe ricordarlo. In caso di problemi con il sistema escretore, vodka, birra, vino e tutti i tipi di cocktail alcolici sono severamente vietati.!

Come sbarazzarsi della cistite acuta dopo aver bevuto alcolici?

Se tuttavia hai bevuto un bicchiere del tuo cognac preferito o un bicchiere di vino con cistite e hai sentito un'esacerbazione della malattia, non disperare. È importante iniziare subito il trattamento. La cistite alcolica acuta spesso diventa cronica. Ciò significa che soffrirai periodicamente di attacchi di malattia per tutta la vita. Vale la pena portare a questo?

Soffrirai di dolore, bruciore e pugnalate ogni volta che andrai in bagno per poche necessità. Pertanto, le misure devono essere prese immediatamente. I mirtilli rossi ei mirtilli comuni sono particolarmente utili. Prova a far bere frutta da loro. La bevanda satura il corpo di vitamine e ha proprietà battericide. Dovresti anche usare medicinali industriali (vedi tabella):

NomeComposizioneTipo di farmacoCome usare?
Urolesan (gocce)Estratti e oli ottenuti da conifereFarmaco antinfiammatorioDa 5 a 20 gocce tre volte al giorno.

Il dosaggio esatto è determinato dall'età del paziente e dalle malattie concomitanti..

  • Si deve usare cautela per chi soffre di allergie;
  • Rilascio: da banco;
  • Effetti collaterali: shock anafilattico, tremore muscolare, orticaria, angioedema, ecc..
Monural (bustine con granuli all'interno)FosfomicinaBattericida

si intende

Il contenuto viene sciolto in 100 ml di acqua: la dose giornaliera viene determinata individualmente per ciascun paziente.

  • Non prenda Monural con ipersensibilità ai componenti;
  • Rilascio: su prescrizione;
  • Effetti collaterali: shock anafilattico, mal di testa, vertigini, colite, angioedema.
Furadonin (compresse)nHtrofurantoina - N- (5-nitro-2-furfurilidene) -1-amminoidantoinaAntibiotico100-150 mg di Furadonin tre volte - quattro volte al giorno - per adulti. I bambini vengono prescritti individualmente, a seconda del peso corporeo.

  • Indesiderabile durante la gravidanza;
  • Rilascio: su prescrizione;
  • Effetti collaterali: shock anafilattico, dolore ai muscoli e alle articolazioni, sensazione di brividi, ecc..
torna al contenuto ↑

Prevenzione della cistite dopo aver bevuto alcolici

Come prevenire la cistite acuta dopo l'alcol? I medici hanno sviluppato una serie di raccomandazioni per questo. Elenchiamo le misure consigliate dai medici:

  1. Non permettere a te stesso di assumere dosi ripetute di alcol e vietati di bere bevande alcoliche in futuro.
  2. Bevi quanta più acqua possibile. Dovrebbe essere 2 o anche 3 litri al giorno. Questo aiuterà i reni a filtrare i batteri e a lavarli dalle pareti della vescica colpita..
  3. Mangia i mirtilli o il succo di questa bacca ogni giorno. Il mirtillo rosso impedisce ai batteri di attaccarsi alle pareti dell'organo colpito.
  4. Bevi acqua minerale, ma senza gas. Le migliori acque alcaline.
  5. Vai spesso in bagno. In effetti, la costante voglia di urinare è una reazione di difesa del corpo. Pertanto, le pareti dell'urea vengono liberate dai microbi più velocemente..
  6. Riduci la quantità di cibo pesante sul menu: puoi mangiarlo a colazione e pranzo, ma la cena dovrebbe essere latticini o vegetali.
  7. Vestiti in modo appropriato per il tempo. Il raffreddamento eccessivo del corpo riduce le difese e favorisce la riproduzione dei microbi.
  8. Rifiuta le spezie piccanti e mangia più piatti al vapore.

È possibile bere alcolici con la cistite?

L'alcol irrita la mucosa delle vie urinarie ed è un fattore provocante nell'infiammazione e nello sviluppo della cistite.

L'alcool etilico contenuto nell'alcool viene filtrato dai reni ed escreto nelle urine, irritando la vescica. Pertanto, la cistite dopo l'alcol peggiora.

I danni alle pareti della vescica la rendono suscettibile ai batteri patogeni, quindi la birra e altre bevande alcoliche sono fattori provocatori per le malattie del sistema genito-urinario.


È possibile bere alcolici con la cistite

Le persone che abusano di alcol sono più inclini alla cistite, una malattia infiammatoria della vescica. La malattia si manifesta in vari segni, sensazioni spiacevoli e dolorose: dolore al basso ventre, frequente bisogno di urinare (15-20 volte al giorno), sensazione di bruciore nell'uretra, sensazione di svuotamento incompleto della vescica, a volte incontinenza urinaria, febbre.

Il lavoro sedentario, le malattie dello stomaco, gli eventi meteorologici, lo stress contribuiscono allo sviluppo della malattia. La cistite può essere cronica e acuta.

Le donne sono più suscettibili alla cistite a causa delle peculiarità della struttura anatomica del sistema genito-urinario: l'uretra femminile è più ampia e più corta, il che aiuta ad accelerare l'ingresso dei microbi nella vescica.

Parallelamente, il processo infiammatorio cattura la vagina e l'utero, vicino agli organi urinari.

Cause di cistite

Gli agenti causali della cistite sono più spesso E. coli, stafilococco, streptococco. Nelle donne, si sviluppa spesso a causa delle peculiarità della struttura anatomica del sistema genito-urinario. Negli uomini - come conseguenza della prostatite cronica.

Nelle ragazze, la malattia causa disbiosi vaginale, nei ragazzi - fimosi. C'è anche un'infezione accidentale nell'uretra.

Le ragioni possono essere:

  • malattie infettive (ARVI, influenza);
  • ipotermia grave;
  • stress e depressione frequenti;
  • ipodynamia;
  • una tendenza alla stitichezza;
  • biancheria intima stretta

Sintomi

I sintomi della cistite, le cui manifestazioni sono aumentate dall'alcol:

  • dolori da taglio e sensazione di bruciore durante la minzione;
  • aumento della minzione, a volte falsa voglia di urinare;
  • scarico torbido dall'uretra, spesso con pus.

Con la cistite nelle donne, esacerbata dall'uso di alcol, si verificano i seguenti sintomi:

  • arrossamento e prurito nei genitali esterni;
  • disagio e indolenzimento del rapporto sessuale;
  • bisogno frequente (soprattutto di notte) di urinare;
  • scarico con un odore sgradevole.

Posso bere birra con la cistite? Tutte le bevande alcoliche irritano la mucosa delle pareti della vescica e aumentano i sintomi e lo sviluppo della cistite. Alcune persone credono che la birra sia buona da bere anche con la cistite, grazie al suo principale componente di luppolo.

Il luppolo contiene davvero molti oligoelementi e vitamine. Tuttavia, l'alcol nella birra peggiora solo la condizione delle pareti della vescica e aggrava i sintomi dolorosi della cistite. E ai nostri tempi, la composizione della bevanda è molto diversa dalle antiche ricette. Ora è una miscela di acqua, elementi chimici e alcol. Anche le tinture popolari di erbe consigliate per la cistite cronica dovrebbero essere prese goccia a goccia, osservando rigorosamente il dosaggio.

E con la cistite acuta, qualsiasi bevanda alcolica deve essere esclusa categoricamente per non aggravare la malattia. Inoltre, si verifica un sovraccarico della vescica e il suo allungamento, che ne riduce ulteriormente la funzionalità..

L'infezione entra nella vescica in diversi modi:

  1. ascendente attraverso l'uretra;
  2. discendente - dai reni;
  3. da altri organi - attraverso sangue o linfa.

Diagnostica

Un'analisi generale delle urine consente di determinare la cistite dalla norma superata dei leucociti, la presenza di eritrociti nella porzione mattutina. A volte si trova anche l'agente eziologico dell'infiammazione.

Per determinare se l'alcol consumato il giorno prima abbia causato infiammazione, viene eseguita un'analisi della porzione media di urina secondo Nechiporenko. Questo studio analizza la composizione cellulare delle urine, il numero di cellule eritrocitarie, leucociti e l'epitelio. Le donne devono inoltre prendere uno striscio vaginale per chiarire il quadro generale della malattia.

Per ogni caso di cistite, il medico, dopo aver analizzato i risultati del test e valutato le condizioni generali e le lamentele del paziente, seleziona il metodo di trattamento ei farmaci necessari.

Trattamento della cistite "alcolica"

La cistite può "giocare" dopo aver bevuto alcol il giorno prima, grave ipotermia. Tagli dolorosi nel basso ventre, sensazione di bruciore durante la minzione, frequente bisogno di andare in bagno indicano un'infiammazione della mucosa vescicale, che normalmente svolge una funzione protettiva.

La violazione dello stato normale della mucosa apre la strada ai microrganismi patogeni alle cellule delle pareti - si verifica l'infiammazione. Se non vai da un medico e cerchi di risolvere il problema da solo, la malattia progredisce rapidamente e porta a complicazioni molto gravi.

Bevendo alcol durante il trattamento della cistite, il paziente riduce l'effetto dei farmaci e alcuni farmaci possono avere un effetto negativo. Molti farmaci non sono compatibili con l'alcol. L'alcol nelle urine viene trattenuto per 2 giorni e contribuisce allo sviluppo della cistite.

Quando compaiono i primi sintomi della cistite, il farmaco monurale, l'antibiotico furadonina e l'agente antinfiammatorio urolesano possono aiutare. Per alleviare il dolore - no-shpa. Ed è imperativo consultare un medico, poiché anche dopo che i sintomi sono stati rimossi, la malattia può continuare a svilupparsi.

Nel trattamento vengono prescritti farmaci antibatterici e antinfiammatori, nonché immunostimolanti e antidolorifici.

Se combinati con l'alcol, gli antibiotici vengono rapidamente eliminati dal corpo e non hanno il tempo di produrre l'effetto terapeutico necessario. A volte i farmaci insieme all'alcol provocano allergie o disturbi gastrointestinali.

Il trattamento della cistite comporta una serie di misure aggiuntive che ogni paziente deve eseguire. Per il recupero più veloce della mucosa della vescica, espellendo i batteri patogeni da essa e per evitare complicazioni della cistite, è necessario:

  • escludere l'uso di alcol in qualsiasi forma e dose;
  • per migliorare la filtrazione dei reni e pulire la vescica, bere 2-3 litri di liquido al giorno (consigliato dal medico):
  • succo di mirtillo rosso (ha proprietà antibatteriche), succo di mirtillo rosso;
  • acqua minerale alcalina (senza gas) a temperatura ambiente (rilassa i muscoli, riduce il dolore);
  • succhi naturali (carota);
  • decotti alle erbe (piantaggine, semi di lino), tè deboli
  • devi urinare spesso per evitare il ristagno (l'urina trasporta i batteri dalla vescica);
  • le donne devono lavarsi dopo ogni visita al bagno;
  • prevenire l'ipotermia del corpo, questo aggrava il decorso della malattia;
  • seguire la dieta consigliata: mangiare pietanze al vapore e al forno con un uso molto limitato di sale e spezie. Mangia cibi pesanti prima di pranzo. La sera - cibi facili da digerire: frutta, verdura, cereali, kefir, erbe.

Per distruggere i batteri sia nella vescica che nei genitali, alle donne vengono prescritte supposte antibatteriche vaginali. Un decotto di coni di luppolo per le donne può essere utilizzato per il lavaggio, questo allevia il prurito e una dolorosa sensazione di bruciore durante la minzione.

Prevenzione

Per ridurre il rischio di recidiva della malattia, si raccomanda:

  • escludere completamente o limitare il più possibile la dose di alcol: è consentito a una persona sana bere non più di 30 g (donne) - 40 g (uomini) di alcol puro;
  • bere grandi quantità di succhi naturali, bevande ai frutti di bosco, acqua minerale, decotti alle erbe (2 litri o più di liquido durante il giorno);
  • quando si lavora sedentari, riscaldarsi regolarmente stando in piedi, pausa fisica;
  • evitare una grave ipotermia;
  • seguire una dieta che escluda piatti piccanti, salati, spezie;
  • svuotare regolarmente la vescica e le viscere;
  • le donne si lavano regolarmente e correttamente, si sottopongono a visita da un ginecologo;
  • indossare biancheria intima realizzata con tessuti naturali di cotone che non limitano i movimenti, non sfregano e non stringono i genitali esterni.

La frequente esacerbazione della cistite (più volte all'anno) può indicare altre malattie croniche degli organi genito-urinari.

Se si desidera utilizzare tinture alcoliche della medicina tradizionale per il trattamento e la prevenzione della cistite ricorrente, è necessario consultare un medico e osservare la dose raccomandata. Diluire le gocce alcoliche con acqua prima dell'ingestione.

L'alcol è possibile per la cistite nelle donne

La cistite è una malattia che richiede l'adesione a una dieta per una pronta guarigione. L'alcol per la cistite nelle donne è un fattore provocante nell'esacerbazione di questa malattia e il suo uso è uno dei divieti per la nutrizione parsimoniosa.

Perché l'alcol non è consentito in corso acuto

Bere alcol per la cistite non è la soluzione migliore. I pazienti spesso non rispettano il trattamento prescritto dal medico: assumono farmaci in modo incoerente, non aderiscono a una dieta parsimoniosa.

Importante! Quando si assume alcol per un paziente con cistite, la forza dell'alcol non è così importante, può essere birra o vino - in ogni caso, il corpo ne soffrirà.

Per capire come l'alcol influisce sugli organi interni con la cistite nelle donne, è necessario comprendere il percorso lungo il quale il fluido passa nel corpo. Inoltre, se non capisci, a prima vista si può presumere che l'alcol venga assorbito direttamente nello stomaco.

Nel decorso acuto della malattia, i sintomi sono espressi in modo acuto e istantaneo, poiché l'allungamento delle pareti quando la vescica è piena provoca forti dolori. Inoltre, sono interessati anche i canali attraverso i quali viene rimosso il liquido. Di conseguenza, frequenti viaggi in bagno, dolore nell'area dell'urea. C'è anche un deterioramento della salute generale: c'è malessere generale, irritabilità, debolezza, sudorazione, a volte ci sono segni di intossicazione del corpo sotto forma di nausea.

Pertanto, dopo aver assunto alcol, la condizione si aggrava, mentre molto dipende dalla nutrizione, dal livello genetico e dallo stile di vita..

L'alcol permane negli organi urinari fino a 48 ore, esacerbando l'infiammazione della mucosa vescicale.

Alcol per forma cronica

Posso bere alcolici con cistite con frequenti ricadute? Numerosi studi di scienziati collegano direttamente l'insorgenza e la formazione di cistite cronica con l'uso di bevande alcoliche. Spesso, il processo infiammatorio da un decorso acuto sfocia in una forma cronica. Le ricadute sistematiche sono in gran parte associate a cattiva alimentazione, abuso di alcol, mancanza di igiene personale e stile di vita sedentario.

Secondo il dottore in scienze mediche, il famoso urologo E.V. Pushkar, questa malattia deve essere trattata correttamente dalla sua prima apparizione. Se trascuri una terapia adeguata, prima o poi questo porterà alla comparsa di cistite interstiziale. Allo stesso tempo, rispondendo alla domanda se l'alcol sia possibile con la cistite, Pushkar ha dato una risposta inequivocabile: questa bevanda è vietata e provoca solo la malattia. In questo caso, non solo la mucosa è già interessata, ma anche il tessuto muscolare del "serbatoio" urinario.

Di conseguenza, una donna può iniziare a soffrire di microcistite. Questa forma della malattia rende la vita di una donna dolorosa, poiché, oltre ai crampi e alle sensazioni di bruciore durante la minzione, si avverte regolarmente dolore al bacino.

Aggravamento dopo l'alcol

La cistite è una malattia pericolosa che colpisce principalmente le donne. In connessione con la fisiologia dei loro corpi, gli organi urinari soffrono di una tale malattia..

L'alcol con cistite aumenta le manifestazioni dolorose e talvolta rende vano tutto il trattamento per i seguenti motivi:

  1. Quando un grande volume di alcol entra nel corpo, i reni e il fegato non possono far fronte alla rottura di questo prodotto e il fluido entra nella vescica con le tossine. In questo caso, le mucose cambiano la loro struttura, la protezione del sistema escretore si indebolisce e l'infezione inizia a diffondersi.
  2. L'ulteriore utilizzo di una bevanda contenente alcol favorisce la moltiplicazione di microbi patogeni, che annullano il trattamento.
  3. L'alcol etilico agisce come un diuretico, ma non ha un effetto positivo sul tratto urinario. L'urina sotto l'influenza dell'alcol diventa più concentrata e, di conseguenza, lo strato mucoso diventa ancora più irritato.
  4. L'alcol contribuisce al processo di fermentazione, grazie al quale, a seguito dell'ossidazione, viene convertito in acido acetico e, per il suo effetto sulla mucosa, aumenta la sofferenza di una donna.
  5. La malattia prevede l'uso di farmaci antinfiammatori e antibatterici nel trattamento. Il medico curante prescrive farmaci per il paziente, ma il risultato di tale trattamento è completamente neutralizzato dall'alcol.

Quando si diagnostica una forma acuta e cronica di cistite, si scopre che nel secondo caso i sintomi della malattia sono quasi impercettibili e alcuni di essi potrebbero non manifestarsi affatto. Il decorso cronico dà un'esacerbazione al minimo freddo, per non parlare se il paziente ha dovuto bere alcolici con cistite. In questa forma, questa malattia è molto più difficile da trattare rispetto ad altre malattie simili..

Compatibilità dell'etanolo con uroantisettici

Per il trattamento della malattia vengono prescritti farmaci antibatterici e antinfiammatori con azione uroantisettica. Inoltre, questo o quel farmaco può essere prescritto solo dall'urologo curante. La durata della terapia è determinata da uno specialista in base alle analisi e al decorso specifico della malattia. Inoltre, il medico consiglia di aderire a una dieta ed eliminare dalla dieta che influenzano in modo aggressivo le vie urinarie.

Tuttavia, i pazienti spesso trascurano le raccomandazioni di uno specialista e credono che sia possibile bere alcolici con una tale malattia. Allo stesso tempo, non hanno dubbi sul fatto che sia possibile bere birra con la cistite, credendo ingenuamente che rimuoverà la microflora patogena dalle vie urinarie. Questo è un altro mito.

È risaputo che la birra è un liquido diuretico. Nonostante ciò, una bevanda a bassa gradazione alcolica può solo peggiorare le condizioni del paziente. Con la cistite da abuso di alcol, il paziente sperimenterà i seguenti sintomi: minzione frequente, passaggio con dolore o persino incapacità di svuotare la vescica.

I medicinali durante l'assunzione di alcol non danno un risultato terapeutico, poiché l'alcol contribuisce a una più rapida eliminazione del farmaco dall'urea.

conclusioni

È necessario astenersi dall'assumere alcol per l'intero periodo del decorso acuto della malattia e del trattamento in corso. Nella forma cronica, è necessario ricordare che bere alcolici può provocare un altro attacco di cistite.

L'alcol può provocare la cistite e ciò che è dannoso durante la malattia

L'alcol può causare malattie?

Più spesso, la cistite manifesta sintomi dopo l'ipotermia. Ma spesso il motivo che peggiora lo stato di salute con la cistite o provoca la malattia è l'alcol.

Le proprietà diuretiche delle bevande alcoliche portano alla disidratazione, un aumento della concentrazione di urina, che provoca irritazione della vescica.

L'effetto negativo dell'alcol sta nel fatto che l'etanolo rallenta il recupero, riduce le funzioni protettive del corpo. Questa influenza può rendere la malattia più lunga, protratta..

Se la cistite appare come risultato dell'assunzione di bevande alcoliche, dovresti abbandonarle completamente. Le donne diventano più suscettibili alle malattie a causa della struttura anatomica del corpo. Anche gli uomini sono suscettibili alla malattia, sebbene rispetto alle donne, il rischio di sviluppare cistite negli uomini sia leggermente inferiore.

L'influenza dell'alcol sul decorso della malattia

Dopo aver bevuto alcol, la malattia inizia a svilupparsi più attivamente. Le bevande alcoliche hanno un cattivo effetto sulle mucose, irritando la vescica. L'impatto negativo non finisce qui. Le funzioni protettive del sistema immunitario iniziano a funzionare peggio, l'etanolo influisce sullo stato del sistema nervoso e cardiovascolare.

Oltre a irritare le pareti della vescica, riducendo l'efficacia dei farmaci, l'alcol può creare condizioni favorevoli per lo sviluppo della cistite. Filtrazione attraverso i reni, le bevande entrano nella vescica, le sue pareti si infiammano. Irritazione, infiammazione delle mucose, che sono la principale causa della malattia, possono comparire a causa del frequente uso di alcol.

Lo stress, il lavoro sedentario, l'inattività fisica, le malattie dello stomaco e una serie di altri fattori possono provocare la comparsa di cistite. Se gli spiriti non diventano un catalizzatore per il processo, possono aumentare significativamente i sintomi spiacevoli:

  • bruciore, dolore tagliente;
  • falsa voglia di urinare;
  • aumento della minzione.

Vale la pena sapere che l'alcol può rimanere nelle urine fino a due giorni. Di conseguenza, l'impatto negativo sulla salute è prolungato. Durante questo periodo, anche l'efficacia dei farmaci diminuisce, aumenta il rischio di assorbimento improprio dei farmaci..

Posso bere alcolici durante il trattamento

Anche il consumo di alcol durante il trattamento è dannoso per la salute..
Durante il trattamento della cistite, vengono prescritti farmaci:

  1. Antinfiammatorio.
  2. Antibatterico.
  3. Antidolorifici.
  4. Stimolare l'immunità.

I principi attivi sono concentrati nella vescica per un'azione mirata in quest'area.

L'alcol interferisce con la normale azione dei farmaci, riduce l'efficacia.

Gli antibiotici in combinazione con l'alcol vengono rapidamente eliminati dal corpo, la loro concentrazione diminuisce. Le proprietà curative non hanno il tempo di manifestarsi. La combinazione di alcol con altri farmaci può causare disturbi gastrointestinali, allergie.

Birra per la cistite

È opinione diffusa che la birra aiuti a curare la cistite. La bevanda provoca viaggi più frequenti in bagno, questa proprietà è considerata positiva nel trattamento dell'infiammazione. Ma i benefici della birra sono più un mito che una realtà..

Durante il trattamento, è utile bere più liquidi, in modo che i batteri patogeni siano meglio rimossi dal corpo. Ma è l'alcol nella birra che nega i benefici diuretici. Inoltre, invece di un effetto positivo, la birra può mettere un ulteriore carico sul sistema urinario, il che non farà che peggiorare la situazione..

Il luppolo, che fa parte della birra, è considerato utile per la cistite. La pianta contiene sostanze benefiche che possono alleviare i sintomi della malattia. Ma il luppolo può mostrare proprietà medicinali solo come infuso o decotto che non contiene alcol. L'etanolo, che fa parte della birra, annulla l'effetto benefico. Si consiglia di assumere i decotti a base di luppolo goccia a goccia, secondo il dosaggio, sotto la supervisione del medico curante.

Le bevande moderne spesso contengono molte sostanze chimiche: aromi, coloranti, aromi, conservanti. L'intero cocktail dà un peso aggiuntivo al corpo. Anche la birra analcolica contiene una bassa percentuale di etanolo.

La cistite è scarsamente compatibile con le bevande alcoliche. Non dipende dalla loro forza e quantità..

Le persone che non si limitano all'alcol hanno maggiori probabilità di sviluppare la cistite. I sintomi della malattia si manifestano in sensazioni spiacevoli nell'addome inferiore, frequente bisogno di emettere urina, sensazione di crampi, bruciore, febbre.

Vino per la cistite

Forse l'unica eccezione era il vino, che può essere consumato solo con il permesso di un medico. Anche la bevanda all'uva ha dei limiti: non più di uno o due bicchieri con un pasto. È importante che non tutto il vino possa essere bevuto. Il rosso è vietato, ma nella dieta può essere consentito il semidolce bianco.

Il vino bianco, se assunto in quantità limitate, può anche essere benefico per la cistite. La bevanda ha le seguenti proprietà:

  • azione battericida;
  • leggero effetto diuretico;
  • miglioramento dell'afflusso di sangue a tessuti, organi

Ma nel decorso acuto della malattia, è meglio rifiutare il vino. Ma come profilassi o nella fase di remissione della malattia, il vino bianco può avere un effetto positivo.

La combinazione di alcol con medicinali può essere imprevedibile e il deterioramento delle funzioni protettive delle mucose può aggravare il decorso della malattia. Per evitare complicazioni, con un'esacerbazione della cistite, l'alcol dovrebbe essere completamente escluso dal consumo..

È possibile bere alcolici con la cistite

La cistite è una malattia che richiede l'adesione a una dieta per una pronta guarigione e prevenzione delle esacerbazioni della forma cronica.

Uno dei limiti di questa dieta è l'alcol. Inoltre, l'alcol è un fattore provocante nello sviluppo della patologia.

  1. Cos'è la cistite
  2. Alcol per la cistite
  3. video

Cos'è la cistite

La cistite è un'infiammazione della mucosa della vescica. Una causa comune di patologia è l'infezione della cavità vescicale..

L'infezione viene trasportata dall'ambiente esterno attraverso l'uretra o con il flusso sanguigno dai focolai del processo infettivo in altri organi.

Le malattie sono più suscettibili alle donne. Ciò è dovuto alle caratteristiche anatomiche della struttura dell'uretra, più corta e più larga che negli uomini. Il processo può essere sia acuto che cronico. La clinica della cistite acuta non differisce dall'esacerbazione della cronaca.

I pazienti lamentano minzione dolorosa e aumento della frequenza. La temperatura corporea aumenta, la condizione peggiora e la fatica aumenta.

Ciò è dovuto al fatto che le tossine prodotte da batteri patogeni entrano nel flusso sanguigno.

Questo fattore provoca una reazione del sistema immunitario, che è accompagnata da un aumento della temperatura, per distruggere i microrganismi. Il trattamento dovrebbe mirare all'eliminazione dell'agente patogeno. Per questo vengono utilizzati antibiotici o agenti antibatterici specifici per il trattamento di forme batteriche di patologie del sistema urinario.

Un elemento importante nel trattamento è aumentare la produzione di urina per rimuovere meccanicamente l'agente patogeno dal sistema urinario..

Questa è la prevenzione della diffusione di un processo infettivo di tipo ascendente, che porta a danni ai reni..

Oltre a tale trattamento, è necessaria una stretta aderenza alla dieta. Una delle restrizioni è l'uso di bevande alcoliche.

Alcol per la cistite

L'uso di bevande alcoliche per la cistite è categoricamente controindicato. Le ragioni:

  1. L'alcol porta alla ritenzione di liquidi nel corpo. Ciò porta allo sviluppo di edema, riduce la quantità di urina escreta. Questa condizione minaccia la diffusione dell'infezione alla pelvi renale, con conseguente pielonefrite..
  2. L'alcol viene escreto nelle urine. Quando le bevande alcoliche entrano nel corpo, vengono degradate dagli enzimi. Uno degli stati intermedi dell'alcol è l'acetone, che viene escreto dai reni dal corpo. La sostanza chimica ha un effetto negativo sui tessuti sani. Per la mucosa infiammata, questo è dannoso e porta ad un aggravamento e diffusione del processo patologico..
  3. Le bevande alcoliche riducono le difese immunitarie del corpo. Gli alcoli hanno un effetto soppressivo sugli immunocomplessi. Ciò porta al fatto che il corpo non fornisce una risposta adeguata alla presenza di batteri, a seguito della quale si moltiplicano. Va notato che il consumo frequente di alcol provoca condizioni immunosoppressive. In questo caso, il corpo diventa vulnerabile a un gran numero di virus e batteri..

In condizioni croniche, anche l'alcol è limitato. Non è richiesta un'esclusione completa, ma dovresti limitarti a un bicchiere di vino rosso secco una volta alla settimana.

Alcuni pazienti pongono la domanda: "È possibile bere birra con la cistite, perché ha un effetto diuretico?".

Ma non vale assolutamente la pena farlo. L'alcol e la cistite sono concetti incompatibili. La birra mette uno stress inutile sui reni.

Con la cistite cronica, devi rinunciare alla birra. Quando si beve birra, un gran numero di componenti viene escreto nelle urine.

Questo crea un terreno fertile per i batteri che si trovano in una fase latente, che porta all'intensificazione e all'esacerbazione della malattia.

Inoltre, l'alcol aumenta il rischio di sviluppare cistite acuta. L'impatto sulla mucosa della vescica e sui meccanismi di difesa rende il corpo suscettibile alle infezioni.

Ciò è particolarmente vero per quei batteri che vengono trasmessi sessualmente. Pertanto, la cistite si verifica spesso dopo l'alcol..

Se il medico locale ha detto al paziente che deve rinunciare all'alcol o ridurre la quantità per prevenire le ricadute, è necessario rispettare questa regola..

Ciò contribuirà a evitare il ripetersi della malattia e lo sviluppo di spiacevoli complicazioni. Le bevande alcoliche non fanno bene a un corpo sano, ma per una persona malata sono dannose.

Alcol e cistite: sono i due compatibili?

La cistite alcolica sia negli uomini che nelle donne non è così rara.

Come l'alcol influisce sulla vescica?

Uno dei motivi per lo sviluppo della cistite è l'uso di bevande alcoliche.

Una parte significativa dell'alcol viene escreta dal corpo attraverso il sistema urinario, perché sono i reni che filtrano il sangue. Le sostanze tossiche hanno un effetto diretto sul rivestimento interno dell'urea. In questo caso, si verifica la formazione di sostanze prostaglandiniche, caratterizzate da un effetto pro-infiammatorio. Di conseguenza, si sviluppa il processo infiammatorio, le funzioni protettive dell'urea diminuiscono, l'organo diventa vulnerabile agli effetti dei patogeni. In sostanza, bere alcol provoca la cistite.

I microrganismi patogeni sono costantemente presenti nella parte inferiore del sistema genito-urinario, ma lo sviluppo di malattie è frenato dal sistema immunitario. L'indebolimento delle funzioni protettive dell'urea consente ai batteri di penetrare nell'uretere, il che rende microbico il processo infiammatorio risultante. Lo sviluppo della cistite in questo modo si verifica più spesso nelle donne a causa delle peculiarità della struttura fisiologica..

Sindrome da sbornia quando si mescolano medicine e alcol

Una persona che prende antibiotici con l'alcol rischia di avere una brutta sbornia. Il fatto è che il farmaco rallenta il processo di conversione dell'etanolo in acido acetico. Di conseguenza, l'etanolo è peggiore, lascia il corpo più lentamente e l'intossicazione sarà prolungata.

La sindrome da sbornia può essere espressa:

  • Convulsioni;
  • Soffocamento;
  • Brividi intervallati da stati febbrili;
  • Un improvviso calo della pressione sanguigna;
  • Forte vomito.

Questa è una condizione pericolosa, una persona non può farcela senza assistenza medica. Se diventa cattivo, chiama un'ambulanza, il corpo deve essere purificato.

Come si manifesta la cistite alcolica??

L'infiammazione dell'urea sullo sfondo del consumo di alcol è accompagnata dai seguenti sintomi:


Se il tratto urinario è infiammato a causa dell'alcol, il paziente soffre anche di urgenza notturna di urinare.

  • Voglia frequente di urinare, soprattutto di notte. In assenza di malattia, è normale urinare una volta a notte..
  • Disturbato dal dolore durante la minzione, il più delle volte di natura tagliente;
  • Falso bisogno di urinare. Il paziente sente di dover usare il bagno, ma non può urinare.
  • Secrezione purulenta dall'uretra.

L'alcol con cistite nelle donne è particolarmente pericoloso, poiché il gentil sesso è più suscettibile allo sviluppo di cistite rispetto agli uomini. Inoltre, l'infiammazione della vescica comporta spesso problemi dal lato della ginecologia. Nelle donne, la manifestazione della malattia è completata dai seguenti sintomi:

  • prurito, fastidio nella vagina;
  • arrossamento, infiammazione degli organi genitali esterni;
  • dolore durante il rapporto sessuale;
  • scarico con un odore sgradevole.

La birra e il corpo umano

Quando la birra entra nel corpo, colpisce non solo la vescica, ma anche la corteccia cerebrale. Questa parte della corteccia cerebrale consente non solo di aumentare la concentrazione di urina nel corpo, ma anche di diminuirla.

Bere birra interrompe il lavoro di questo reparto, il comando di ridurre la quantità di liquido urinario non passa, la vescica è sovraccarica. La birra irrita non solo le pareti della vescica, ma dà anche ulteriore stress a causa dell'aumento del volume di urina prodotta. Il liquido raccolto nella vescica lo allunga, il che complica ulteriormente il suo lavoro e peggiora le condizioni del paziente con cistite.

Durante il trattamento, è necessario escludere completamente l'uso di bevande alcoliche in modo che la malattia non ritorni. All'inizio del trattamento, il paziente sente un miglioramento delle sue condizioni, i disagi che lo tormentavano sono scomparsi. Il paziente si rompe, si lascia bere una piccola quantità di alcol. La malattia ritorna immediatamente al suo posto e anche in una forma più acuta. Il tutto è aggravato dal fatto che durante il trattamento i pazienti ricevono farmaci non compatibili con il consumo di alcol.

Le bevande alcoliche riducono o eliminano completamente l'efficacia dei farmaci. In un corpo sano, le bevande alcoliche vengono elaborate nello stomaco, eliminate dai reni. La vescica praticamente non soffre della loro assunzione.

Va ricordato che l'alcol viene trattenuto nelle urine per più di 2 giorni. Questa volta è abbastanza per l'inizio del processo infiammatorio e un'ulteriore esacerbazione della malattia. Se inizi immediatamente il trattamento, il paziente migliorerà significativamente le sue condizioni e se lasci che tutto faccia il suo corso, rinunci a tutto e aspetti alcuni miracoli, allora un miracolo non accadrà. Devi agire immediatamente e in modo mirato.

La cistite attende coloro che abusano di alcol. Con la cistite, l'uso di bevande alcoliche è severamente vietato in qualsiasi quantità e in qualsiasi combinazione. La maggior parte dei medicinali usati per trattare la cistite non sono compatibili con l'alcol. Pertanto, è necessario abbandonare completamente l'alcol fino al completo recupero e prestare maggiore attenzione alla propria salute..

Trattamento della cistite dopo l'alcol

Durante il trattamento è indicata la minzione frequente per prevenire l'accumulo di batteri patogeni nelle urine.

Dopo la diagnosi, al paziente vengono dati i seguenti appuntamenti:


Per eliminare la condizione patologica, al paziente viene assegnato Monural.

  • Antibiotici, ad esempio Ciprofloxacina, Monural.
  • Farmaci antinfiammatori. Prescritto per prevenire danni alla membrana dell'urea.
  • Rifiuto totale di bere alcolici. Non puoi nemmeno bere bevande a basso contenuto di alcol.
  • Regime di bere. Per migliorare la funzione di filtrazione dei reni e ripristinare le pareti dell'urea, si consiglia di bere molto, almeno 2 litri di acqua al giorno. Il succo di mirtillo rosso o la bevanda alla frutta aiuta a far fronte ai microrganismi patogeni e l'acqua alcalina allevia il dolore.

Dieta

È necessario trattare la cistite dopo l'alcol in combinazione con una dieta che migliora le condizioni generali del paziente e arresta l'irritazione dell'urea. La dieta dovrebbe essere basata su frutta e verdura fresca, latticini, carne e pesce a basso contenuto di grassi. Il cibo può essere cotto a vapore, bollito o cotto. Tè e caffè forti, il kvas dovrebbe essere abbandonato. Sono esclusi cibi fritti, grassi, piccanti, carni affumicate, spezie e condimenti.

Consigli utili

  • Bevi succo di mirtillo rosso ogni giorno. I mirtilli rossi sono un prodotto insostituibile nel trattamento del sistema urinario. Ha un effetto battericida ed elimina efficacemente l'infiammazione.
  • Non trascurare le regole dell'igiene personale, soprattutto per le donne. Si consiglia di lavarsi dopo ogni visita al bagno.
  • Evita l'ipotermia. È importante vestirsi calorosamente, perché con l'ipotermia i patogeni diventano particolarmente attivi, il che aggrava il decorso della malattia.

Cosa fare se vuoi, ma non puoi

Certo, dovresti rifiutarti completamente di prendere bevande alcoliche per un po '. Per un po 'significa un periodo di assunzione di farmaci e il prossimo mese o due, al fine di escludere il ritorno della malattia. La cistite è una malattia molto insidiosa. Durante i primi giorni dopo l'assunzione del farmaco prescritto dal medico, arriva il sollievo: i sintomi quasi non danno fastidio. Il paziente, ispirato dal fatto che nulla gli fa più male, smette di prendere farmaci, si concede birra e altri alcolici.

Di conseguenza, dopo un po ', la malattia ritorna in una forma ancora più grave di prima. Con un tale atteggiamento nei confronti della salute, è possibile il passaggio della malattia da una forma acuta a una cronica o, ancora più grave, l'infezione può diffondersi ad altri organi del sistema genito-urinario..

Il fatto che la birra non sia dannosa e persino utile per la cistite è solo un mito. Ci sono altri miti riguardo a questo disturbo:

  • la cistite può essere superata senza trattamento;
  • riscaldare il basso addome aiuta a sbarazzarsi dell'infiammazione della vescica (allevia solo i sintomi, ma non cura);
  • è possibile riprendersi senza andare da un dottore, basta bere antibiotici.

Se i sintomi sopra elencati iniziano a dare fastidio, la prima cosa da fare è fissare un appuntamento con un medico. Solo un'analisi di laboratorio preliminare consentirà a uno specialista di stabilire la causa della cistite e prescrivere un trattamento competente. Naturalmente, non dovresti dimenticare la tua dieta. Ma dimentica la birra. Meglio per molto tempo. Bevi succhi, acqua e bevande alla frutta migliori. In casi estremi, puoi usare kvas naturale fatto in casa.

La cistite è una malattia insidiosa ma curabile. Basta avere pazienza, seguire scrupolosamente tutte le prescrizioni del medico e sforzarsi di rinunciare al piacere della birra, almeno per un po '.

ATTENZIONE! Le informazioni pubblicate nell'articolo sono solo a scopo informativo e non sono un'istruzione per l'uso. Assicurati di consultare il tuo medico!

  • Alcol per malattie
  • Gravidanza e allattamento
  • Conseguenze dell'utilizzo
  • Figura e bellezza

Extrasistole e alcol nella moderna pratica medica. In che modo l'alcol etilico influisce sull'attività del muscolo cardiaco? Misure mediche e preventive.

L'alcol dopo la rimozione della cistifellea nel primo anno dopo l'intervento chirurgico è inaccettabile. Cosa non è raccomandato dopo l'intervento chirurgico? Cosa succede al fegato quando una persona beve alcol?

Epilessia e alcol: sono compatibili? Cos'è l'epilessia e quali sono i suoi sintomi nell'alcolismo. Perché non dovresti bere alcolici per questa malattia. Come viene effettuato il trattamento ospedaliero.

Copyright Аlko03.ru, 2013–2016.

Attenzione! Le informazioni pubblicate sul sito sono solo a scopo informativo e non è una raccomandazione per l'uso. Assicurati di consultare il tuo medico!

È possibile bere alcolici con la cistite?


Qualsiasi bevanda alcolica è vietata per la cistite, poiché irrita la mucosa dell'urea.
Con l'infiammazione dell'urea, è vietato l'uso di alcol di tutti i tipi. Oltre al fatto che l'etanolo, che fa parte della bevanda, influisce negativamente sullo stato dell'urea, neutralizza l'effetto della terapia. C'è un'opinione secondo cui la birra è utile per la cistite e può essere utilizzata come diuretico nel quadro del trattamento. Questa opinione è errata, perché nonostante la bassa intensità della birra, la bevanda contiene etanolo e ha un effetto negativo sull'urina. In presenza di un processo infiammatorio, anche una piccola quantità di alcol può aggravare significativamente la situazione. L'effetto diuretico si ottiene senza birra, bevendo acqua abbastanza spesso.

Il luppolo è usato per fare la birra, che fa davvero bene al sistema urinario. Tuttavia, il suo effetto benefico viene perso a causa del contenuto di alcol nella bevanda. Il luppolo può essere acquistato in farmacia in forma pura o come parte di preparazioni speciali per preparare un decotto. I decotti con il luppolo sono usati per trattare gli organi genitali esterni per eliminare prurito e dolore.

La birra e la cistite sono compatibili??

Le persone vanno dal medico quando si sentono davvero male, iniziano a cercare opzioni di trattamento dalla medicina tradizionale. I medici consigliano di bere molti liquidi. I pazienti comprendono queste raccomandazioni a modo loro, iniziano a bere birra, spiegando questo dal fatto che bere birra ha un effetto diuretico e la vescica è meglio lavata.

Anche nei tempi antichi, la birra era una cura per molte malattie. A quel tempo la vescica veniva trattata con la birra, ma la birra prodotta nell'antichità e la nostra oggi non hanno nulla in comune. La nostra birra è una miscela di prodotti chimici e acqua. La gente crede che la birra aiuti e acceleri la lotta contro la cistite. Questo è un mito inventato dalle persone stesse, poiché solo il luppolo è utile per il trattamento della cistite, ma non l'etanolo, che si trova nella birra..

Se una piccola dose di alcol viene aggiunta al luppolo, non si può parlare di nessuna delle sue proprietà medicinali. Il luppolo viene raccolto e utilizzato per preparare vari decotti. Queste tinture preparate vengono utilizzate per alleviare il dolore, a vantaggio dei pazienti in trattamento.

Prevenzione

Per ridurre il rischio di recidiva della malattia, si raccomanda:

  • escludere completamente o limitare il più possibile la dose di alcol: è consentito a una persona sana bere non più di 30 g (donne) - 40 g (uomini) di alcol puro;
  • bere grandi quantità di succhi naturali, bevande ai frutti di bosco, acqua minerale, decotti alle erbe (2 litri o più di liquido durante il giorno);
  • quando si lavora sedentari, riscaldarsi regolarmente stando in piedi, pausa fisica;
  • evitare una grave ipotermia;
  • seguire una dieta che escluda piatti piccanti, salati, spezie;
  • svuotare regolarmente la vescica e le viscere;
  • le donne si lavano regolarmente e correttamente, si sottopongono a visita da un ginecologo;
  • indossare biancheria intima realizzata con tessuti naturali di cotone che non limitano i movimenti, non sfregano e non stringono i genitali esterni.

La frequente esacerbazione della cistite (più volte all'anno) può indicare altre malattie croniche degli organi genito-urinari.

Se si desidera utilizzare tinture alcoliche della medicina tradizionale per il trattamento e la prevenzione della cistite ricorrente, è necessario consultare un medico e osservare la dose raccomandata. Diluire le gocce alcoliche con acqua prima dell'ingestione.

Sintomi

I sintomi della cistite sono:

  • disagio nell'addome inferiore;
  • dolore lancinante durante la minzione frequente;
  • scarico nuvoloso;
  • aumento della temperatura;
  • prurito, arrossamento nella zona genitale;
  • odore sgradevole di urina;
  • rapporto doloroso.

Se ne trovi almeno uno, si consiglia di contattare immediatamente un tecnico qualificato. L'automedicazione per un disturbo così pericoloso può causare danni irreparabili.

video

L'alcol irrita la mucosa delle vie urinarie ed è un fattore provocante nell'infiammazione e nello sviluppo della cistite.

L'alcool etilico contenuto nell'alcool viene filtrato dai reni ed escreto nelle urine, irritando la vescica. Pertanto, la cistite dopo l'alcol peggiora.

I danni alle pareti della vescica la rendono suscettibile ai batteri patogeni, quindi la birra e altre bevande alcoliche sono fattori provocatori per le malattie del sistema genito-urinario.

Cause di cistite

L'inizio della cistite quando si beve vino può essere caratteristico di infiammazione incipiente lenta e malattie croniche. Il processo locale si verifica in tutti gli organi della piccola pelvi, ma è acutamente sentito nell'area uretrale, causando sintomi dolorosi caratteristici.
L'effetto dell'alcol sulle infezioni è controverso. Quando gli agenti infettivi entrano attraverso il tratto gastrointestinale, la vodka ha un effetto igienizzante. Inoltre, il consumo eccessivo di bevande alcoliche in vacanza aiuta a proteggersi da gravi condizioni nutrizionali, lesioni infettive con prodotti di bassa qualità..

Il vino rosso ha lo stesso effetto, ma in misura minore (l'uso del vin brulè durante un raffreddore si basa su questo). Le bevande alcoliche a base di succhi naturali attivano l'immunità in combinazione con le spezie e hanno un effetto benefico sulle malattie respiratorie.

In caso di infezioni croniche, il consumo di alcol provoca un cambiamento nell'equilibrio acido-base. L'ambiente acido favorisce l'attivazione di infezioni, che normalmente vengono soppresse dal sistema immunitario. Sono quelli che provocano sensazioni dolorose nell'uretra e sintomi di cistite dopo il vino. Vengono attivate anche infezioni lente che non provocano infiammazioni croniche, ma sono ancora presenti nella flora naturale del tratto genito-urinario.

Questa pericolosa malattia appare per una serie dei seguenti motivi:

  1. Prostatite cronica negli uomini.
  2. Stitichezza persistente.
  3. Biancheria intima stretta e scomoda.
  4. Disturbi del sistema nervoso dovuti a stress e depressione.
  5. Ipovitaminosi.
  6. Influenza, SARS e altre malattie infettive che complicano il corpo.
  7. Lesione alla mucosa della vescica.