Adenoma prostatico (adenoma prostatico)

L'adenoma della prostata è un ingrossamento del tessuto ghiandolare della prostata, che porta a una violazione del deflusso di urina dalla vescica. Caratterizzato da minzione frequente e difficile, anche di notte, indebolimento del flusso di urina, flusso involontario di urina, pressione nella vescica. Successivamente, possono svilupparsi ritenzione urinaria completa, infiammazione della vescica e dei reni. La ritenzione urinaria cronica porta a intossicazione, insufficienza renale. La diagnostica include l'ecografia della prostata, l'esame della sua secrezione e, se necessario, la biopsia. Il trattamento è solitamente chirurgico. La terapia conservativa è efficace nelle prime fasi.

ICD-10

  • Le ragioni
  • Sintomi dell'adenoma prostatico
    • Fase compensata
    • Fase subcompensata
    • Stadio scompensato
  • Complicazioni
  • Diagnostica
  • Trattamento dell'adenoma prostatico
    • Terapia conservativa
    • Chirurgia
  • Prezzi del trattamento

Informazione Generale

L'adenoma prostatico è una neoplasia benigna delle ghiandole parauretrali situate intorno all'uretra nella sua regione prostatica. Il sintomo principale dell'adenoma della ghiandola prostatica è una violazione della minzione dovuta alla graduale compressione dell'uretra da parte di uno o più noduli in crescita. La patologia è caratterizzata da un decorso benigno.

Solo una piccola percentuale di pazienti cerca assistenza medica, tuttavia, un esame dettagliato rivela i sintomi della malattia in ogni quarto uomo di età compresa tra 40 e 50 anni e nella metà degli uomini di età compresa tra 50 e 60 anni. La malattia viene diagnosticata nel 65% degli uomini di età compresa tra 60 e 70 anni, nell'80% degli uomini di età compresa tra 70 e 80 anni e in oltre il 90% degli uomini di età superiore agli 80 anni. La gravità dei sintomi può variare in modo significativo. La ricerca in andrologia clinica suggerisce che circa il 40% degli uomini con adenoma prostatico soffre di problemi urinari, ma solo un paziente su cinque in questo gruppo cerca aiuto medico.

Le ragioni

Il meccanismo di sviluppo dell'adenoma prostatico non è stato ancora completamente determinato. Nonostante la diffusa convinzione che la patologia sia associata a prostatite cronica, non ci sono dati che confermerebbero la relazione tra queste due malattie. I ricercatori non hanno trovato alcuna connessione tra lo sviluppo dell'adenoma prostatico e l'uso di alcol e tabacco, orientamento sessuale, attività sessuale, malattie sessualmente trasmissibili e infiammatorie..

Esiste una forte dipendenza dell'incidenza dell'adenoma prostatico dall'età del paziente. Gli scienziati ritengono che l'adenoma si sviluppi a causa di squilibri ormonali negli uomini con l'inizio dell'andropausa (menopausa maschile). Questa teoria è confermata dal fatto che gli uomini che vengono castrati prima della pubertà e, estremamente raramente, gli uomini che vengono castrati dopo la pubertà, non soffrono mai di patologia..

Sintomi dell'adenoma prostatico

Esistono due gruppi di sintomi della malattia: irritativi e ostruttivi. Il primo gruppo di sintomi include aumento della frequenza della minzione, bisogno persistente (imperativo) di urinare, nicturia, incontinenza urinaria. Il gruppo dei sintomi ostruttivi comprende difficoltà a urinare, insorgenza ritardata e aumento del tempo di minzione, sensazione di svuotamento incompleto, minzione con flusso lento intermittente e necessità di sforzo. Ci sono tre fasi dell'adenoma prostatico: compensato, subcompensato e scompensato.

Fase compensata

Nella fase compensata, la dinamica dell'atto di minzione cambia. Diventa più frequente, meno intenso e meno libero. È necessario urinare 1-2 volte durante la notte. Di regola, la nicturia allo stadio I dell'adenoma prostatico non desta preoccupazione nel paziente, che associa costanti risvegli notturni allo sviluppo dell'insonnia legata all'età. Durante il giorno è possibile mantenere la normale frequenza di minzione, tuttavia i pazienti con adenoma prostatico in stadio I notano un periodo di attesa, particolarmente pronunciato dopo una notte di sonno.

Quindi la frequenza della minzione diurna aumenta e il volume di urina escreto in una singola minzione diminuisce. Nasce l'impulso imperativo. Il flusso di urina, che in precedenza formava una curva parabolica, viene rilasciato lentamente e cade quasi verticalmente. Si sviluppa l'ipertrofia dei muscoli della vescica, grazie alla quale viene mantenuta l'efficacia del suo svuotamento. In questa fase c'è poca o nessuna urina residua nella vescica (meno di 50 ml). Lo stato funzionale dei reni e delle vie urinarie superiori viene preservato.

Fase subcompensata

Allo stadio II dell'adenoma prostatico, la vescica aumenta di volume, si sviluppano cambiamenti distrofici nelle sue pareti. La quantità di urina residua supera i 50 ml e continua ad aumentare. Durante l'atto della minzione, il paziente è costretto a sottoporre a sforzi intensi i muscoli addominali e il diaframma, il che porta ad un aumento ancora maggiore della pressione intravescicale.

L'atto della minzione diventa multifase, intermittente, ondeggiante. Il passaggio dell'urina lungo il tratto urinario superiore viene gradualmente interrotto. Le strutture muscolari perdono la loro elasticità, il tratto urinario si dilata. La funzione renale è compromessa. I pazienti sono preoccupati per la sete, la poliuria e altri sintomi di insufficienza renale cronica progressiva. Quando i meccanismi di compensazione falliscono, inizia la terza fase..

Stadio scompensato

La vescica nei pazienti con adenoma prostatico in stadio III è gonfia, traboccante di urina, facilmente determinata dalla palpazione e visivamente. Il bordo superiore della vescica può estendersi a livello dell'ombelico e oltre. Lo svuotamento è impossibile anche con un'intensa tensione dei muscoli addominali. La voglia di svuotare la vescica diventa continua. È possibile un forte dolore nell'addome inferiore. L'urina viene emessa frequentemente, in gocce o in porzioni molto piccole. In futuro, il dolore e la voglia di urinare si indeboliscono gradualmente.

Si sviluppa una caratteristica ritenzione urinaria paradossale o ischuria paradossa (la vescica è piena, l'urina viene costantemente escreta goccia a goccia). Il tratto urinario superiore è dilatato, le funzioni del parenchima renale sono compromesse a causa della costante ostruzione delle vie urinarie, portando ad un aumento della pressione nel sistema calice-pelvico. La clinica dell'insufficienza renale cronica sta crescendo. Se non viene fornita assistenza medica, i pazienti muoiono per insufficienza renale cronica progressiva.

Complicazioni

Se non vengono prese misure terapeutiche, un paziente con adenoma prostatico può sviluppare insufficienza renale cronica. A volte si verifica ritenzione urinaria acuta. Il paziente non è in grado di urinare con la vescica piena, nonostante il bisogno intenso. Per eliminare la ritenzione urinaria, negli uomini viene eseguito il cateterismo vescicale, a volte un'operazione di emergenza o una puntura della vescica.

Un'altra complicanza dell'adenoma prostatico è l'ematuria. In un certo numero di pazienti si nota microematuria, ma sono frequenti anche sanguinamenti intensi dal tessuto dell'adenoma (con trauma a seguito di manipolazione) o vene varicose nella zona del collo vescicale. Con la formazione di coaguli, può svilupparsi un tamponamento della vescica, che richiede un intervento chirurgico d'urgenza. Il cateterismo diagnostico o terapeutico è spesso la causa del sanguinamento..

I calcoli vescicali possono derivare dal ristagno urinario o migrare dai reni e dal tratto urinario. Con la cistolitiasi, il quadro clinico dell'adenoma è integrato da una maggiore minzione e dolore che si irradia al glande. In posizione eretta, quando si cammina e si muove, la sintomatologia diventa più pronunciata, in posizione sdraiata diminuisce.

Il sintomo del "flusso di urina" è caratteristico (nonostante lo svuotamento incompleto della vescica, il flusso di urina viene improvvisamente interrotto e ripreso solo quando la posizione del corpo cambia). Spesso si sviluppano malattie infettive (epididimo-orchite, epididimite, vescicolite, adenomite, prostatite, uretrite, pielonefrite acuta e cronica).

Diagnostica

Al fine di valutare la gravità dei sintomi dell'adenoma prostatico, al paziente viene chiesto di compilare un diario della minzione. Durante la consultazione, l'urologo esegue un esame digitale della prostata. Per escludere complicazioni infettive, viene eseguito il campionamento e l'esame della secrezione della prostata e degli strisci dall'uretra. L'esame aggiuntivo include:

  • Ecografia. Nel processo di ecografia della prostata, viene determinato il volume della prostata, vengono rilevati calcoli e aree con congestione, vengono stimati la quantità di urina residua, lo stato dei reni e delle vie urinarie.
  • Studio dell'urodinamica. È possibile giudicare in modo affidabile il grado di ritenzione urinaria mediante uroflussometria (il tempo di minzione e la velocità del flusso di urina sono determinati da un apparecchio speciale).
  • Determinazione dei marker tumorali. Per escludere il cancro alla prostata, è necessario valutare il livello di PSA (antigene prostatico specifico), il cui valore normalmente non dovrebbe superare i 4 ng / ml. In casi controversi, viene eseguita una biopsia prostatica.

La cistografia e l'urografia escretoria per l'adenoma prostatico sono state eseguite meno frequentemente negli ultimi anni a causa dell'emergere di nuovi metodi di ricerca (ultrasuoni) meno invasivi e più sicuri. A volte la cistoscopia viene eseguita per escludere malattie con sintomi simili o in preparazione al trattamento chirurgico..

Trattamento dell'adenoma prostatico

Terapia conservativa

La terapia conservativa viene eseguita nelle prime fasi e in presenza di controindicazioni assolute per la chirurgia. Per ridurre la gravità dei sintomi della malattia, vengono utilizzati alfa-bloccanti (alfuzosina, terazosina, doxazosina, tamsulosina), inibitori della 5-alfa reduttasi (dutasteride, finasteride), preparati a base di erbe (estratto della corteccia della prugna africana o frutto di sabal).

Gli antibiotici (gentamicina, cefalosporine) sono prescritti per combattere l'infezione, spesso associata all'adenoma prostatico. Alla fine del ciclo di terapia antibiotica, i probiotici vengono utilizzati per ripristinare la normale microflora intestinale. Viene eseguita la correzione dell'immunità (interferone alfa-2b, pirogenico). I cambiamenti vascolari aterosclerotici che si sviluppano nella maggior parte dei pazienti anziani impediscono il flusso di farmaci nella ghiandola prostatica, pertanto, trental viene prescritto per normalizzare la circolazione sanguigna.

Chirurgia

Esistono le seguenti tecniche chirurgiche per il trattamento dell'adenoma prostatico:

  1. TUR (resezione transuretrale). Tecnica endoscopica mininvasiva. L'operazione viene eseguita con un volume di adenoma inferiore a 80 cm3. Non applicabile per insufficienza renale.
  2. Adenomectomia. Viene eseguito in presenza di complicanze, la massa dell'adenoma è superiore a 80 cm3. L'adenomectomia laparoscopica è oggi ampiamente utilizzata.
  3. Vaporizzazione laser della prostata. Permette di eseguire un'operazione con una massa tumorale inferiore a 30-40 cm3. È il metodo di scelta per i giovani pazienti con adenoma prostatico, poiché preserva la funzione sessuale.
  4. Enucleazione laser (olmio - HoLEP, tulio - ThuLEP). Il metodo è riconosciuto come il "gold standard" per il trattamento chirurgico dell'adenoma prostatico. Permette di rimuovere l'adenoma con un volume di oltre 80 cm3 senza intervento a cielo aperto.

Esistono una serie di controindicazioni assolute al trattamento chirurgico dell'adenoma prostatico (malattie scompensate dei sistemi respiratorio e cardiovascolare, ecc.). Se il trattamento chirurgico non è possibile, viene eseguita la cateterizzazione della vescica o la chirurgia palliativa: cistostomia, installazione di uno stent uretrale.

Adenoma prostatico (ingrossamento della ghiandola prostatica)

Panoramica

L'adenoma della prostata (iperplasia prostatica benigna, IPB) è un aumento delle dimensioni della ghiandola prostatica a causa della divisione benigna delle sue cellule. Il rischio di malattia è maggiore negli uomini anziani. Di solito, l'adenoma non rappresenta un grande rischio per la salute.

L'adenoma della prostata è una comune malattia legata all'età. Circa il 60% degli uomini di età pari o superiore a 60 anni sviluppa in una certa misura adenoma prostatico. La causa dell'adenoma è sconosciuta, ma la maggior parte degli esperti concorda sul fatto che è associata a cambiamenti nei livelli ormonali del corpo dovuti all'invecchiamento..

La prostata (ghiandola prostatica) è una piccola ghiandola che solo gli uomini hanno. Si trova tra il pene e la vescica ed è coinvolto nella produzione di sperma. La ghiandola prostatica secerne una sostanza bianca e densa che viene fluidificata da una proteina chiamata antigene prostatico specifico (antigene prostatico specifico, PSA). Questo fluido viene quindi miscelato con lo sperma secreto dai testicoli per produrre sperma. Nell'adenoma, la prostata si ingrandisce e può premere sulla vescica e sull'uretra (uretra), provocando:

  • difficoltà con l'inizio della minzione;
  • bisogno frequente di urinare;
  • incapacità di svuotare completamente la vescica.

L'adenoma della prostata di solito non è una minaccia per la salute. In alcuni uomini, i sintomi sono lievi e non richiedono trattamento. Per altri, i sintomi possono essere molto fastidiosi e influenzare notevolmente la qualità della vita. Le complicanze dell'IPB comprendono infezioni del tratto urinario e ritenzione urinaria acuta, ma le complicanze gravi sono rare.

Molti uomini temono che l'adenoma prostatico possa aumentare il rischio di cancro alla prostata. Questo non è vero. Gli uomini con adenoma prostatico hanno lo stesso rischio di sviluppare il cancro alla prostata degli altri.

Sintomi dell'adenoma prostatico

I sintomi dell'IPB sono solitamente associati all'allargamento, che fa sì che pressurizzi la vescica e l'uretra (l'uretra che trasporta l'urina dalla vescica al pene). Questo può influenzare la minzione nei seguenti modi:

  • Difficoltà a iniziare a urinare
  • flusso di urina indebolito, con conseguente minzione
    interrompe e ricomincia;
  • quando urini devi sforzarti;
  • bisogno frequente di urinare;
  • ti svegli nel cuore della notte per urinare;
  • il desiderio di urinare appare inaspettatamente, il che può
    portare a incontinenza urinaria se fallisce
    trova rapidamente un bagno;
  • incapacità di svuotare completamente la vescica;
  • presenza di sangue nelle urine (ematuria).

Nelle fasi avanzate, l'adenoma prostatico può causare ritenzione urinaria e altre complicazioni come calcoli vescicali, infezioni della vescica e danni ai reni.

Rivolgiti al tuo urologo se hai difficoltà a urinare o cambiamenti nella sua routine. Anche se i sintomi sono lievi, possono essere causati da una malattia che deve essere diagnosticata. Il medico dovrebbe scoprire il motivo della comparsa di sangue nelle urine per escludere la possibilità di altre malattie più pericolose..

Cause di adenoma prostatico

La causa dell'IPB è sconosciuta, ma la ricerca suggerisce che è probabile che gli ormoni giochino un ruolo importante nell'insorgenza della malattia. Gli ormoni sono un gruppo di sostanze chimiche che influenzano il corpo umano in modi diversi..

Una teoria è che quando una persona invecchia, aumentano i livelli di un ormone chiamato diidrotestosterone, che può causare un ingrossamento della prostata..

Secondo un'altra teoria, l'adenoma prostatico può essere causato da due ormoni, il testosterone e gli estrogeni. I giovani producono grandi quantità di testosterone e molto meno estrogeni. Con l'avanzare dell'età, i livelli di testosterone diminuiscono e quindi la quantità relativa di estrogeni nel corpo aumenta. Si ritiene che il relativo aumento degli estrogeni possa stimolare lo sviluppo dell'adenoma prostatico.

Inoltre, la ricerca conferma che l'IPB è più comune negli uomini con ipertensione e diabete. Tuttavia, poiché anche il diabete e l'ipertensione sono legati al naturale processo di invecchiamento del corpo, potrebbe non esserci un collegamento diretto tra le tre malattie..

Diagnostica adenoma prostatico

Per la diagnosi primaria di iperplasia prostatica benigna, viene utilizzata la International Prostatic Symptom Scale (IPSS), che elenca i possibili sintomi della malattia. Ogni domanda ha cinque scelte di risposta con un certo numero di punti e il punteggio totale risultante viene utilizzato per valutare la gravità dei sintomi.

Il modulo del sondaggio include le seguenti domande:

  • Quante volte nell'ultimo mese ha avuto una sensazione di svuotamento incompleto della vescica dopo aver urinato?
  • Quante volte nell'ultimo mese hai avuto bisogno di urinare più di due ore dopo l'ultima minzione?
  • Quante volte hai avuto minzione intermittente nell'ultimo mese?
  • Quante volte durante l'ultimo mese hai trovato difficile astenersi temporaneamente dall'urinare?
  • Quante volte ha avuto un debole flusso di urina nell'ultimo mese?
  • Quante volte nell'ultimo mese hai dovuto sforzarti per iniziare a urinare?
  • Quante volte nell'ultimo mese ti sei dovuto alzare dal letto di notte per urinare?

Dopo che il medico ha valutato la gravità dei sintomi, tenterà di escludere altre condizioni con sintomi simili eseguendo alcuni test. Escludere altre malattie è particolarmente importante perché i sintomi dell'adenoma prostatico sono simili a quelli del cancro alla prostata.

Un'analisi delle urine viene utilizzata per vedere se un'infezione del tratto urinario, come un'infezione ai reni o alla vescica, sta causando i sintomi.

È necessario un esame rettale (esame del retto) per assicurarsi di non avere il cancro alla prostata. Il cancro alla prostata può indurre la ghiandola prostatica a diventare dura e irregolare. Per l'esame, l'urologo indosserà un guanto e lubrificerà una delle dita con il gel. Quindi inserirà delicatamente il dito nell'ano e poi nel retto. Poiché si trova vicino alla ghiandola prostatica, sarà in grado di capire se si sono verificati cambiamenti sulla superficie della prostata. Questa procedura può essere un po 'frustrante, ma di solito non è dolorosa..

Il cancro alla prostata non sempre causa cambiamenti nella prostata, quindi potrebbero essere necessari ulteriori test per escluderlo.

Analisi per PSA (antigene prostatico specifico, PSA). Potresti avere un esame del sangue per una proteina chiamata antigene prostatico specifico, che è prodotta dalla ghiandola prostatica. Un livello elevato di PSA indica un ingrossamento della prostata e un livello significativamente elevato può indicare un cancro alla prostata, ma come un esame rettale, il test del PSA non può essere sicuro al 100% del cancro alla prostata..

L'ecografia transrettale (TRUS) è ​​un tipo di ultrasuoni (ultrasuoni) che viene utilizzato per esaminare la prostata e le aree circostanti. Una sonda ecografica viene posizionata nel retto, che utilizza gli ultrasuoni per creare un'immagine dettagliata della ghiandola prostatica. TRUS misura le dimensioni della tua prostata e può essere utilizzato per confermare o escludere il cancro alla prostata.

L'urografia endovenosa (escretoria) è una radiografia del tratto urinario (reni, vescica e uretra). L'urografia endovenosa viene utilizzata per identificare i blocchi nel sistema urinario che possono causare sintomi, come calcoli renali o vescicali. L'urografia endovenosa può anche rilevare danni alle vie urinarie.

Durante la procedura, ti verrà iniettato un agente di contrasto radioattivo innocuo che sarà visibile su una radiografia. Dopo 30-60 minuti, l'agente di contrasto passerà nel tratto urinario, dopodiché verranno eseguiti diversi raggi X. In alcuni casi, ti potrebbe essere chiesto di urinare prima di scattare l'ultima foto..

Un diario di svuotamento è un diario speciale che ti potrebbe essere chiesto di tenere per 24 ore. Ti verrà chiesto di registrare la frequenza con cui urini, così come alcuni dettagli, come se è difficile per te iniziare a urinare o se il flusso di urina viene interrotto. Un diario della minzione ti aiuta a raccogliere ulteriori informazioni sui tuoi sintomi. Può essere utilizzato per prescrivere il tipo di trattamento che controllerà più efficacemente i sintomi..

L'uroflussometria misura la pressione nella vescica e come funziona quando urini. Ti verrà somministrato un analgesico locale, quindi un piccolo tubo flessibile (catetere) viene inserito nell'uretra e quindi condotto alla vescica. Quindi, l'acqua inizierà a fluire attraverso il catetere nella vescica. Un computer collegato al catetere misura la pressione nella vescica e ne valuta le prestazioni. Come un diario urinario, l'uroflussimetria aiuta a determinare quale tipo di trattamento controllerà più efficacemente i sintomi..

Trattamento dell'adenoma prostatico (IPB)

Il piano di trattamento per l'iperplasia prostatica benigna (IPB) dipenderà dalla gravità dei suoi sintomi. Se le manifestazioni della malattia sono lievi o moderate, non è necessario un pronto intervento medico, ma sarà necessario sottoporsi a controlli regolari per monitorare le condizioni dell'adenoma prostatico. Questa si chiama osservazione dinamica..

Probabilmente ti verrà consigliato di condurre uno stile di vita più sano. Questo può aiutare ad alleviare i sintomi. Di seguito sono riportati suggerimenti per condurre uno stile di vita sano, nonché informazioni su esercizi fisici, trattamenti medici e chirurgici.

Stile di vita sano con adenoma prostatico

È possibile che ti venga consigliato di eseguire i seguenti passaggi:

  • Non bere liquidi 1-2 ore prima di andare a letto. Questo aiuterà a evitare la nicturia (quando ti svegli la notte per urinare).
  • Se ti è stato prescritto un farmaco (vedi sotto), prova a prenderlo in momenti diversi. Ad esempio, prendere il medicinale alle 19:00 può aiutare a evitare la nicturia..
  • Evita o limita l'alcol e la caffeina. Possono irritare la vescica e peggiorare i sintomi..
  • Fare esercizio regolarmente. Gli studi dimostrano che un esercizio moderato, come camminare 30-60 minuti al giorno, può alleviare i sintomi.

Allenamento della vescica

L'allenamento della vescica è un programma di esercizi progettato per aumentare il tempo tra la minzione e il volume di urina che viene trattenuto. Ti verrà assegnato un obiettivo, ad esempio aspettare almeno due ore prima di urinare di nuovo. È anche utile programmare l'allenamento della vescica in modo da poter registrare ogni volta che urini, così come il volume delle urine (hai bisogno di un contenitore separato per questo). Un urologo può darti un tavolo del genere.

Ti verranno anche mostrati una serie di esercizi, come respirazione, rilassamento e allenamento muscolare, in modo da poter distogliere la mente dal pensiero di svuotare la vescica. Questo tempo aumenterà in futuro e alla fine del programma sarai in grado di smettere di urinare più a lungo. L'addestramento della vescica deve essere effettuato solo sotto controllo medico.

Trattamento farmacologico dell'adenoma prostatico

Con sintomi da moderati a gravi di adenoma prostatico, il trattamento farmacologico è solitamente indicato in combinazione con uno stile di vita sano.

Finasteride e dutasteride sono ampiamente usati per trattare l'adenoma prostatico. Bloccano l'azione di un ormone chiamato diidrotestosterone (DHT) nella ghiandola prostatica. Questo riduce la prostata e allevia i sintomi. Se ti viene prescritto uno di questi medicinali, potresti provare un sollievo immediato dai sintomi, ma per ottenere il massimo effetto, devi prenderli per almeno sei mesi e il tuo medico controllerà le tue condizioni ogni anno..

Se sei sessualmente attivo, usa il preservativo poiché sia ​​la finasteride che la dutasteride possono influire negativamente sulla qualità dello sperma. In caso di gravidanza, c'è il rischio di avere un bambino con malformazioni congenite. Altri effetti collaterali:

  • impotenza (mancanza di erezione);
  • poco o nessun sperma sull'eiaculazione.

In molti casi, questi effetti collaterali scompaiono man mano che il tuo corpo si abitua al farmaco. Contatta il tuo medico di famiglia se sei preoccupato per questi effetti collaterali.

La ricerca suggerisce che l'uso a lungo termine di finasteride o dutasteride ha sia vantaggi che svantaggi nel trattamento dell'adenoma prostatico. I vantaggi includono che avrai un rischio ridotto di cancro alla prostata. Svantaggi: se compare il cancro alla prostata, può procedere in una forma più aggressiva.

Gli alfa-bloccanti rilassano i muscoli della vescica, facilitando la minzione. Potrebbero essere prescritti alfa-bloccanti come trattamento primario o in combinazione con finasteride.

La tamsulosina e l'alfuzosina sono i due alfa-bloccanti più comunemente usati per trattare l'adenoma prostatico. Gli effetti collaterali di tamsuzolina e alfuzosina sono rari e generalmente lievi. Il gruppo di rischio comprende:

  • vertigini;
  • mal di testa;
  • debolezza;
  • poco o nessun sperma sull'eiaculazione.

Dovresti iniziare a prendere alfa-bloccanti nei fine settimana quando puoi riposare e non hai bisogno di viaggiare, poiché è probabile che causi un calo della pressione sanguigna e svenimenti. In generale, se si hanno le vertigini durante l'assunzione di questi rimedi, non guidare un'auto o utilizzare macchinari pesanti..

Chirurgia

La chirurgia è generalmente indicata per l'adenoma prostatico con sintomi da moderati a gravi che non rispondono al trattamento farmacologico.

La resezione transuretrale della prostata (TUR) è una procedura chirurgica che rimuove il tessuto prostatico in eccesso per alleviare la pressione sulla vescica. Il chirurgo inserirà un piccolo strumento nell'uretra (uretra). La rimozione del tessuto verrà eseguita utilizzando un elettrodo ad alta frequenza a forma di anello che taglia il tessuto in eccesso.

La TUR è una procedura indolore, poiché viene eseguita in anestesia generale (dormirai) o in anestesia locale (sarai cosciente, ma niente sotto la vita).

La maggior parte degli uomini è pronta per essere dimessa dall'ospedale 2-3 giorni dopo l'intervento. Una complicanza comune della TURP è la mancanza di sperma durante l'eiaculazione. Questo si chiama eiaculazione retrograda e durante l'eiaculazione, lo sperma entra nella vescica anziché uscire dal pene, ma proverai comunque piacere fisico durante l'eiaculazione (orgasmo).

Prostatectomia aperta (rimozione della prostata). Questa procedura può essere più efficace della TUR quando la ghiandola prostatica è notevolmente ingrandita. Allo stesso tempo, la prostatectomia ora aperta viene utilizzata molto raramente anche con una prostata notevolmente ingrandita a causa dell'emergere di altre tecniche, ad esempio l'enucleazione laser dell'adenoma prostatico (vedi sotto). Questo intervento chirurgico aumenta il rischio di complicanze come la disfunzione erettile e l'incontinenza urinaria. Nella prostatectomia a cielo aperto, viene praticata un'incisione nell'addome e viene rimossa la parte esterna della prostata.

Esistono numerose nuove tecniche chirurgiche in cui ci sono meno effetti collaterali o un recupero più rapido. Poiché queste tecniche sono relativamente recenti, non sono onnipresenti e la loro efficacia a lungo termine non è sempre ovvia. Queste tecniche alternative sono descritte di seguito..

Resezione transuretrale bipolare della prostata - Questa procedura viene eseguita utilizzando una varietà di strumenti e l'acqua salata viene pompata nell'uretra invece di un liquido chiamato glicina. Si ritiene che aiuti a ridurre la probabilità di sindrome TUR.

Enucleazione laser dell'adenoma prostatico: il tessuto in eccesso viene rimosso come nella TURP, ma con un laser a olmio. Questa procedura dà buoni risultati a medio termine (5-7 anni) e sta gradualmente diventando una promettente alternativa alla TUR. In questo caso, la glicina non viene utilizzata, il che significa che non vi è alcuna probabilità di sindrome TUR.

Vaporizzazione laser CTE - Un piccolo tubo chiamato cistoscopio viene inserito nell'uretra. Emette impulsi di energia laser che vaporizza il tessuto prostatico.

Prevenzione dell'adenoma prostatico

È stato dimostrato che il consumo di elevate quantità di proteine ​​e verdure e piccole quantità di carne rossa e grassi può ridurre la probabilità di adenoma prostatico.

Alimenti ricchi di proteine:

  • uova;
  • latte;
  • soia;
  • tofu;
  • un pesce;
  • formaggio;
  • carne di gallina.

Complicazioni dell'adenoma prostatico

Occasionalmente, l'IPB può causare complicazioni come infezioni del tratto urinario e ritenzione urinaria acuta. Le complicazioni gravi sono rare.

Infezioni del tratto urinario. Se non sei in grado di svuotare completamente la vescica, c'è il rischio che i batteri rimangano nel sistema urinario, che si diffonderanno attraverso l'urina e causeranno un'infezione del tratto urinario (UTI).

  • urina torbida, sanguinante o maleodorante;
  • dolore nell'addome inferiore;
  • nausea;
  • vomito;
  • tremore e brividi;
  • febbre alta 38 ° C o superiore.

Le IVU possono essere trattate con antibiotici. Un singolo caso di UTI di solito non è pericoloso, ma malattie ripetute possono danneggiare i reni e la vescica. Se hai avuto più IVU in passato, potresti aver bisogno di un intervento chirurgico.

La ritenzione urinaria acuta (AUI) è un'incapacità di urinare che appare inaspettatamente. L'AUR è generalmente considerata un'emergenza medica perché senza intervento chirurgico, l'urina può entrare nei reni e danneggiarli..

  • incapacità inaspettata di urinare;
  • forte dolore nell'addome inferiore;
  • gonfiore della vescica che puoi sentire con le mani.

Se tu o il tuo amico avete sintomi di malformazioni acute, chiamate un'ambulanza al telefono 03 da un telefono fisso, 112 da un cellulare.

AUR viene trattato con un tubo sottile (catetere) attraverso il quale l'urina scorre fuori dalla vescica. Nei casi più gravi, può essere necessario un intervento chirurgico per svuotare la vescica.

Quale medico contattare con l'adenoma prostatico?

Trova un buon urologo per diagnosticare l'adenoma prostatico. Se hai bisogno di un trattamento chirurgico per l'IPB, scegli una clinica urologica affidabile utilizzando il servizio OnPopravl.

Adenoma prostatico da quanto appare

L'adenoma della prostata è un tumore benigno che si sviluppa dallo stroma o dall'epitelio ghiandolare della prostata. Di per sé, l'adenoma non metastatizza, ma nel tempo può degenerare in adenocarcinoma (cancro alla prostata).

Nel 30-40% degli uomini di età superiore ai 50 anni e nel 75-90% degli uomini di età superiore ai 65 anni, ci sono cambiamenti nella forma di proliferazione del tessuto ghiandolare nella regione del collo vescicale.

Cos'è questa malattia, perché si manifesta negli uomini dopo 40 anni, quali sono i primi sintomi e cosa viene prescritto come trattamento, considereremo ulteriormente.

Cos'è l'adenoma prostatico?

L'adenoma della prostata è una neoplasia benigna delle ghiandole parauretrali situate intorno all'uretra nella sua regione prostatica. Il sintomo principale dell'adenoma prostatico è una violazione della minzione dovuta alla graduale compressione dell'uretra da parte di uno o più noduli in crescita.

Con l'adenoma si verifica un aumento dell'organo, che provoca la spremitura della vescica e dell'uretra. Ciò interferisce con il flusso dell'urina e provoca la raccolta dell'urina residua. Inoltre, un uomo può sviluppare un'infezione del tratto genitale, urolitiasi e cancro. L'aumento è indolore, il che è pericoloso per una rapida diagnosi della malattia.

La ghiandola prostatica: che cos'è?

La ghiandola prostatica, nota anche come prostata, è un organo situato appena sotto la vescica. Lo scopo principale della prostata è produrre una secrezione specifica che fa parte dello sperma. Il segreto della ghiandola prostatica, determinando la consistenza dell'eiaculato (in particolare, contribuendo alla sua liquefazione), contiene vitamine, enzimi, immunoglobuline, ioni di zinco, ecc..

La prostata per gli uomini è un "secondo cuore" responsabile della funzione sessuale, dello stato psico-emotivo e della salute generale.

Le principali funzioni della ghiandola prostatica includono:

  • liquefazione dello sperma - grazie a questo, lo sperma acquisisce mobilità attiva e generalmente diventa vitale;
  • produzione di un segreto - nella sua composizione contiene enzimi, proteine, grassi e ormoni, senza i quali il sistema riproduttivo non funzionerà normalmente;
  • espulsione dello sperma - i muscoli lisci della ghiandola prostatica sono in grado di contrarsi, il che garantisce il flusso di sperma nell'uretra, ed è così che si verifica l'eiaculazione.

Cause di occorrenza

L'adenoma prostatico si sviluppa e cresce gradualmente. Sebbene questa malattia si manifesti principalmente tra gli uomini più anziani, i sintomi iniziali possono essere rilevati già a 30-40 anni. È interessante notare che all'inizio i noduli delle cellule si formano in modo massiccio e solo dopo molto tempo iniziano a crescere di dimensioni.

  1. Il primo gruppo include motivi di stile di vita che aumentano la probabilità di un ingrossamento della prostata. Ad esempio, può essere un lavoro sedentario o un lavoro mentale attivo in assenza di lavoro fisico. Questo è il motivo per cui il ruolo dell'esercizio fisico regolare difficilmente può essere sopravvalutato..
  2. Il secondo gruppo include ragioni oggettive che non dipendono dallo stile di vita di una persona. È stato dimostrato che l'adenoma prostatico si verifica a causa di cambiamenti nel background ormonale di un uomo. Dato che questi cambiamenti si verificano inevitabilmente nella vecchiaia, possiamo concludere che solo alcuni uomini hanno la fortuna di evitare problemi con la ghiandola prostatica..

Esistono numerosi fattori concomitanti che possono contribuire allo sviluppo dell'adenoma. Questi includono:

  • Peso in eccesso (l'accumulo di tessuto adiposo contribuisce alla produzione di ormoni femminili);
  • Fattore ereditario;
  • Aterosclerosi;
  • Fumo e abuso di alcol;
  • Processi infiammatori nei reni e nell'uretra;
  • Inattività fisica e malnutrizione;
  • Ipertensione.

Tipi di adenoma prostatico

Per struttura e posizione, ci sono tre tipi di adenoma:

  1. Il tumore entra nella vescica attraverso l'uretra, deformando lo sfintere interno e interrompendone la funzione.
  2. Il tumore aumenta verso il retto, la minzione è leggermente disturbata, ma la perdita di contrattilità dell'uretra prostatica non consente lo svuotamento completo della vescica.
  3. Con una compattazione uniforme della prostata sotto la pressione dell'adenoma senza il suo allargamento, non si osservano né ritenzione urinaria nella vescica né disturbi urinari. Questo è il tipo più favorevole di adenoma..

Sintomi di adenoma prostatico negli uomini

Esistono due gruppi di sintomi di adenoma prostatico: irritativi e ostruttivi.

Il primo gruppo di sintomi per l'adenoma prostatico include:

  • aumento della minzione,
  • voglia persistente (imperativa) di urinare,
  • nicturia,
  • incontinenza urinaria.

Il gruppo di sintomi ostruttivi caratteristici dell'adenoma prostatico include:

  • difficoltà a urinare,
  • insorgenza ritardata e aumento del tempo per urinare,
  • sensazione di svuotamento incompleto,
  • minzione intermittente e flaccida,
  • la necessità di sforzarsi.

I primi segnali a cui prestare attenzione sono:

  • I primi segni di adenoma prostatico sono un flusso lento di urina, un aumento della voglia di urinare, che non sempre finisce con lo svuotamento della vescica.
  • Quando il tumore diventa grave, il paziente non ha più il desiderio di scoprire quali sono le cause dell'adenoma prostatico, è più preoccupato di come sbarazzarsi dei sintomi fastidiosi. La minzione diventa difficile, è necessario sforzarsi per urinare, collegare i muscoli addominali.

Con la complicazione dell'adenoma prostatico e il suo passaggio a uno stadio grave, tutti i sintomi si intensificheranno, il che influenzerà negativamente la vita del paziente. Nei casi più gravi, solo la chirurgia può aiutare, motivo per cui è così importante prestare attenzione ai sintomi. Anche se vengono ripetuti 1-2 volte, è necessario un esame completo.

L'adenoma della ghiandola prostatica negli uomini attraversa diverse fasi, ognuna delle quali è accompagnata da segni e complicazioni crescenti.

Forma compensata

I cambiamenti più caratteristici nella minzione in questa fase:

  • più frequente,
  • meno libero,
  • non così intenso come prima (il flusso di urina non sembra più una caratteristica parabola, ma cade quasi verticalmente).

Man mano che la prostata cresce ulteriormente e l'uretra diventa più compressa, compaiono i seguenti sintomi:

  • aumento della voglia di urinare durante il giorno,
  • diminuzione della produzione di urina,
  • aumento dell'incidenza di una voglia incontrollabile di urinare (chiamata urgenza),
  • partecipazione dei muscoli ausiliari: il paziente per un migliore svuotamento di tanto in tanto affatica lo stomaco all'inizio o alla fine della minzione.

Fase subcompensata

Subcompensato: l'allargamento della prostata ha raggiunto livelli in cui ha iniziato a influenzare fortemente la funzione della vescica per espellere l'urina dal corpo. Si verificano violazioni:

  • la vescica viene svuotata in porzioni,
  • le pareti della bolla aumentano di spessore,
  • parte dell'urina viene trattenuta,
  • il trabocco della vescica può provocare un flusso urinario involontario,
  • l'urina può essere torbida e contenere impurità del sangue.

Stadio 3 adenoma prostatico - scompensato

C'è un calo della contrattilità della vescica ai limiti minimi, l'aumento dell'urina residua può essere di circa due litri. Rilevante è anche un forte allungamento della vescica, in cui i suoi contorni sono visibili sotto forma di un ovale o in una forma sferica, raggiungendo l'ombelico e in alcuni casi salendo molto più in alto.

Nel frattempo, di notte, e poi durante il giorno, l'urina viene espulsa sistematicamente o costantemente, ciò accade involontariamente, a causa di gocce di una vescica traboccante.

Sintomi concomitanti di adenoma:

  • debolezza,
  • nausea e mancanza di appetito,
  • stipsi,
  • sete e secchezza delle fauci.

Conseguenze per un uomo

Complicazioni dell'adenoma prostatico:

  • Ritenzione urinaria acuta. Una complicazione compare in 2 o 3 stadi della malattia a causa della compressione dell'uretra da parte di una ghiandola prostatica ipertrofica.
  • Infiammazione delle vie urinarie. I processi stagnanti nella vescica portano alla moltiplicazione dei batteri. Provocano lo sviluppo di cistite, uretrite, pielonefrite.
  • Malattia da urolitiasi. Lo svuotamento incompleto della vescica porta alla comparsa di microliti, pietre o depositi minerali al suo interno. Possono causare blocco della vescica, ritenzione urinaria.
  • Ematuria. La comparsa di eritrociti nelle urine, che è causata dalle vene varicose del collo vescicale.

Diagnostica

Non sarà un'esagerazione se diciamo che la corretta diagnosi di adenoma prostatico dipende direttamente dal paziente stesso. Nelle prime fasi, è l'indagine che può fornire quegli indicatori con cui lo specialista può sospettare la presenza della malattia.

La diagnostica consiste in:

  1. Il medico esegue un esame digitale della prostata.
  2. Al fine di valutare la gravità dei sintomi dell'adenoma prostatico, al paziente viene offerto di compilare un diario della minzione.
  3. Viene eseguito uno studio sulla secrezione della prostata e degli strisci dall'uretra per escludere complicanze infettive.
  4. Viene eseguita un'ecografia della prostata, durante la quale viene determinato il volume della ghiandola prostatica, vengono identificati i calcoli e le aree con congestione, vengono valutati la quantità di urina residua, lo stato dei reni e delle vie urinarie.

L'analisi del PSA per l'adenoma prostatico è un indicatore importante per determinare il grado della malattia e prescrivere il trattamento. Tale studio è raccomandato per ogni uomo di età superiore ai 40 anni ogni anno, perché diagnostica eventuali anomalie della prostata e aiuta a identificare anche il cancro dell'adenoma prostatico.

Che cosa causa l'adenoma prostatico negli uomini: cause e fattori di rischio

L'adenoma della prostata è un tumore benigno che cresce dalle cellule dell'epitelio ghiandolare o dello stroma. Nella maggior parte dei casi, la patologia colpisce gli uomini dopo i 45-50 anni di età a causa di cambiamenti nei livelli ormonali e numerosi fattori di accompagnamento. Esaminiamo quali sono le principali cause dell'adenoma prostatico e come evitare questa malattia.

Cosa causa l'adenoma prostatico: cause di insorgenza negli uomini

Nonostante i numerosi studi effettuati per chiarire le cause specifiche dell'iperplasia prostatica benigna (IPB), non è stato possibile identificarle.

Prostata sana e adenoma

Tutti i fattori elencati di seguito sono solo indiretti, poiché aumentano il rischio di sviluppare adenoma, ma non lo causano direttamente. Attualmente, è stato possibile dimostrare solo che l'adenoma e il cancro alla prostata non sono in alcun modo collegati..

L'età cambia

Tuttavia, secondo le statistiche urologiche, la patologia è molto "più giovane".

Cioè, se due o tre decenni fa la malattia è stata diagnosticata negli uomini all'età di 50-60 anni, ora, fino a cinquanta, circa la metà dei rappresentanti della metà forte dell'umanità ne soffre. I pazienti di ottant'anni hanno un adenoma nell'80-90% dei casi.

Ciò è dovuto al fatto che con l'età si verificano cambiamenti ormonali, a seguito dei quali la quantità di ormone testosterone libero diminuisce drasticamente e il contenuto di estradiolo, prolattina e alcuni altri, al contrario, aumenta.

Questa condizione porta ad un ingrossamento della ghiandola prostatica, provocando la crescita di cellule tumorali di natura benigna..

Predisposizione ereditaria

È stato dimostrato che se i parenti maschi più anziani soffrivano di adenoma prostatico, il rischio di sviluppare patologie in un uomo aumenta del 15-20%.

Malattie e disturbi del sistema endocrino

Poiché uno dei fattori che portano all'adenoma è lo squilibrio ormonale, varie interruzioni nel sistema endocrino possono davvero diventare un impulso per lo sviluppo dell'iperplasia..

Molti uomini sono interessati alla domanda: come mantenere l'equilibrio degli ormoni nel corpo? Questo richiede:

  • fornire al corpo un riposo notturno completo (almeno 7 ore);
  • evitare situazioni stressanti;
  • consultare un medico in tempo (per eventuali problemi con il corpo);
  • evitare uno sforzo fisico eccessivo;
  • rifiutare le cattive abitudini;
  • combattere l'ipodynamia;
  • mangiare bene, compresi i cibi ricchi di fibre e proteine ​​nel menu.

Prostatite cronica avanzata

La prostatite è un processo infiammatorio nella ghiandola prostatica che può essere acuto o cronico.

Se la patologia non viene trattata per molto tempo, può portare alle seguenti complicazioni: impotenza, infertilità, cancro o adenoma.

E a volte è l'iperplasia degli organi che causa la prostatite, cioè la causa dell'infiammazione è la spremitura dell'organo da parte dei tessuti in crescita.

Sia l'adenoma che la prostatite iniziano con approssimativamente gli stessi sintomi: il loro aspetto dovrebbe essere la ragione per una visita immediata dall'urologo.

  • problemi con la minzione (flusso lento, sensazione di svuotamento incompleto, frequente bisogno di andare in bagno, ecc.);
  • perdita di interesse per il lato sessuale della vita;
  • sensazione di prurito o bruciore nell'uretra;
  • lievi sensazioni dolorose nella zona inguinale.

Questi sintomi possono includere depressione, sensazione di stanchezza, irritabilità, perdita di interesse per la vita e altri problemi psicologici..

Se non vai dal medico nella prima fase dello sviluppo delle malattie della prostata, possono acquisire un carattere cronico, quasi incurabile.

Gara

I risultati di numerosi studi confermano che l'iperplasia colpisce gli uomini in alcune parti del mondo e appartenenti a specifiche nazioni..

I residenti dei paesi asiatici (Cina, Giappone, Corea del Nord e del Sud, ecc.) Soffrono raramente di adenoma.

Gli uomini in Europa, India, Egitto e Nord America sono a rischio..

La ragione di questo fenomeno, secondo gli scienziati, risiede nella dieta: gli abitanti dell'Asia consumano molti fitosteroli con il cibo, che funge da eccellente prevenzione dello sviluppo dell'adenoma.

Fattori esterni a causa dei quali è presente un adenoma prostatico

Chiariamo che le ragioni sotto riportate non provocano l'adenoma, ma contribuiscono solo indirettamente alla sua crescita. Nella maggior parte dei casi, anche in presenza di questi fattori, la crescita del tumore non si verifica..

Quindi, i fattori che promuovono la crescita di un tumore benigno includono:

  1. dieta squilibrata. L'uso frequente di cibi grassi, salati e piccanti interrompe i processi metabolici, promuove l'aumento di peso e dà anche inizio allo sviluppo di molte malattie interne;
  2. cattive abitudini: consumo di alcol, fumo, ecc.;
  3. sovrappeso e obesità. Tali condizioni causano gravi interruzioni ormonali e interrompono il metabolismo, che influisce negativamente sullo stato di tutti gli organi e sistemi, inclusa la ghiandola prostatica;
  4. stress frequente e tensione nervosa costante. Queste condizioni sono solitamente causate da problemi sul lavoro o in famiglia;
  5. attività sessuale anormale. Significa: cambio frequente di partner, rapporti sessuali rari, astinenza prolungata;
  6. stile di vita sedentario. Questo fattore provoca processi stagnanti nella piccola pelvi, che ha un effetto estremamente negativo sulla funzione sessuale e sulle condizioni della ghiandola prostatica;
  7. una tendenza alla stitichezza;
  8. grave sovraccarico fisico;
  9. malattie croniche nel corpo.

Come evitare la comparsa della malattia?

Parliamo delle principali misure preventive:

  1. cercare di evitare lo stress con qualsiasi mezzo;
  2. eliminare o almeno ridurre l'uso di alcol e caffeina;
  3. includere sport e camminare nella vita. Un tale passatempo dovrebbe essere una gioia, cioè non dovresti sforzarti troppo. Una bicicletta dovrebbe essere esclusa (a causa delle specificità della patologia);
  4. non puoi trattenere il desiderio di urinare;
  5. i farmaci che influenzano il funzionamento della vescica, ad esempio i decongestionanti, dovrebbero essere presi rigorosamente come indicato da un medico;
  6. una volta alla settimana è utile visitare uno stabilimento balneare o una sauna;
  7. è importante evitare l'ipotermia della zona pelvica e di tutto il corpo in generale;
  8. è utile eseguire esercizi di Kegel: rafforzano i muscoli del bacino, che funge da eccellente prevenzione di eventuali processi stagnanti;
  9. se un tumore maligno è completamente escluso, non ci sono processi infiammatori acuti nella ghiandola e l'adenoma stesso non viene avviato (o non esiste affatto), quindi il massaggio aiuta perfettamente. Dovrebbe essere fatto come segue: applicare alcune gocce di olio vegetale sulla ghiandola prostatica e sul perineo. Massaggiare la zona indicata con delicati movimenti circolari per almeno dieci minuti. Questa procedura è particolarmente efficace se eseguita la sera, prima di coricarsi..

Video collegati

Informazioni sulle fasi dell'adenoma prostatico e sui loro sintomi caratteristici nel video:

Molti uomini percepiscono l'adenoma come una malattia legata all'età che non può essere evitata. Tuttavia, se conduci uno stile di vita sano e ti sottoponi a esami preventivi con un urologo in tempo, l'iperplasia prostatica potrebbe bypassare una persona..

BPH. Cause, sintomi, segni, prevenzione delle malattie. Trattamento con metodi popolari. Indicazioni, controindicazioni per la chirurgia, tipi di operazioni, preparazione

Domande frequenti

L'adenoma della prostata è una malattia che inizia negli uomini in età adulta ed è caratterizzata da un ingrossamento benigno (iperplasia) delle ghiandole parauretrali.

L'adenoma della prostata può comparire già all'età di 40-50 anni. Secondo l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) si registra un aumento della malattia, a partire dal 12% negli uomini di età compresa tra i 40-49 anni all'82% negli 80 anni. Dopo 80 anni, l'adenoma prostatico si verifica nel 96% dei casi.

Gli studi hanno portato al risultato che l'adenoma prostatico è più comune nella razza negroide e meno spesso negli abitanti del Giappone e della Cina. Ciò è dovuto alle peculiarità della dieta dei paesi asiatici, che contiene una grande quantità di fitosteroli, che hanno proprietà preventive..

Anatomia della prostata

La ghiandola si trova nella piccola pelvi tra il retto e la sinfisi pubica. Ha la forma di una castagna. Il peso della ghiandola in un uomo da 19 a 31 è di circa 16 grammi. La ghiandola ha normalmente una consistenza elastica densa. La ghiandola prostatica è costituita dai lobi destro e sinistro. Le azioni sono collegate da un istmo. L'istmo della prostata è adiacente al fondo della vescica e sporge parzialmente nel lume della vescica.

L'uretra passa attraverso la ghiandola prostatica. Entra nella ghiandola alla base e la lascia anteriormente all'apice. La ghiandola prostatica viene fornita con il sangue dalle arterie cistiche e rettali inferiori. Le vene della ghiandola prostatica formano un plesso attorno ad essa.

Perché si verifica l'adenoma prostatico??

Le ragioni per lo sviluppo dell'iperplasia prostatica non sono completamente comprese. Studi scientifici hanno collegato questa malattia all'età di un uomo (più un uomo è anziano, più spesso sviluppano adenoma prostatico). In giovane età, gli uomini sviluppano molto raramente l'iperplasia prostatica..
Con l'età, ci sono cambiamenti nella regolazione neuroendocrina della ghiandola prostatica (dopo 40 anni negli uomini, la produzione di testosterone diminuisce e la secrezione di estrogeni aumenta).

Ci sono una serie di fattori che aumentano il rischio di sviluppare adenoma prostatico:

  • Predisposizione genetica (qualcuno della famiglia era malato di questa malattia)
  • Sovrappeso (porta a disregolazione metabolica ed endocrina)
  • Dieta squilibrata (mangiare cibi salati, piccanti e grassi in eccesso).
Gli studi non hanno dimostrato l'effetto di: attività sessuale, fumo, consumo di alcol, malattie infettive sullo sviluppo dell'iperplasia prostatica benigna.

Sintomi dell'adenoma prostatico

Il quadro sintomatico della malattia dipende dallo stadio della malattia.
Ci sono tre fasi della malattia
1 ° stadiocaratterizzato dal verificarsi di reclami con svuotamento completo della vescica (fase di compensazione).
Fase 2caratterizzato da una significativa rottura della vescica in cui rimane una quantità significativa di urina dopo la minzione (fase di sottocompensazione).
Fase 3la disfunzione completa della vescica si sviluppa con il fenomeno dell'isciuria paradossa (urina goccia a goccia da una vescica traboccante).

Tutti i sintomi della malattia possono essere suddivisi in ostruttivi (associati a difficoltà nel flusso urinario) e irritativi (sintomi di irritazione).
  • Flusso di urina lento - la velocità con cui l'urina viene escreta - ridotto.
  • Ritenzione urinaria iniziale (primaria): la minzione non si verifica immediatamente dopo il rilassamento dello sfintere, ma dopo un certo ritardo.
  • È necessario sforzare i muscoli addominali: per urinare, il paziente deve sforzare in modo significativo i muscoli addominali.
  • Minzione intermittente - cioè minzione in parti (normalmente, la minzione avviene senza interruzione fino a quando la vescica è completamente vuota).
  • Gocce di urina alla fine della minzione (normalmente ciò non accade)
  • Una sensazione di svuotamento incompleto della vescica (normalmente, dopo aver urinato, gli uomini sentono che la vescica è completamente vuota).
I sintomi irritativi compaiono a causa dell'instabilità della vescica e compaiono durante l'accumulo e il successivo ritrovamento di urina nella vescica.

Pollachiuria diurna: aumento della frequenza della minzione durante il giorno. Normalmente, la quantità di minzione è da 4 a 6 al giorno, se la persona non beve più di 2,5 litri di liquidi al giorno e non viene trattata con diuretici. La pollachiuria può raggiungere fino a 15-20 minzioni al giorno.

La pollachiuria notturna o nicturia è una maggiore frequenza di minzione notturna. Normalmente, una persona può dormire la notte senza svuotare la vescica. La nicturia compare fino a 3 volte o più.

Falso bisogno di urinare - condizioni in cui è presente l'impulso, ma la minzione non si verifica.
Un ruolo importante nell'insorgenza dei sintomi è svolto dalla ridotta funzionalità del detrusore (il muscolo della vescica che espelle l'urina). Normalmente, la contrazione del detrusore si verifica quando il collo della vescica è completamente aperto. Con l'adenoma prostatico, si verifica instabilità del detrusore. Ciò è dovuto ad un aumento dell'attività detrusoriale in relazione alle influenze adrenergiche. Questo fenomeno si verifica, di regola, sullo sfondo di un indebolimento della contrattilità del detrusore.

I nodi iperplasici della prostata causano un'interruzione dell'afflusso di sangue al collo vescicale, che, insieme a una ridotta soglia di eccitabilità del detrusore, porta alla sua disfunzione.

Perché l'adenoma prostatico è pericoloso??

Diagnostica adenoma prostatico

La diagnosi della malattia inizia sempre con l'assunzione di anamnesi. Nel 1997 a Parigi, in una riunione del Comitato internazionale sull'iperplasia prostatica, è stato adottato un algoritmo standard per la diagnosi dei pazienti con adenoma prostatico. Questo algoritmo include una valutazione riassuntiva di tutti i sintomi utilizzando un semplice questionario chiamato (IPSS) e una scala di qualità della vita (QQL). I punti vengono utilizzati per valutare IPSS e QQL. IPSS 0-7 punti, significa sintomi lievi. Con 8-19 punti - moderata gravità dei sintomi e 20-35 - sintomi gravi.

Inoltre, questo algoritmo include la compilazione del diario della minzione (frequenza e volume), la palpazione (esame digitale) della prostata e vari metodi diagnostici strumentali.

Palpazione della prostata (esame rettale digitale della prostata)
La palpazione della prostata consente di determinare le dimensioni, la consistenza, il dolore della prostata (in presenza di prostatite cronica).

Ultrasuoni. Con l'aiuto degli ultrasuoni, viene determinato il grado di ingrandimento della prostata. Viene valutata la direzione della crescita dei nodi, la presenza di calcificazioni. Inoltre, l'ecografia consente di valutare le dimensioni dei reni, la presenza di vari cambiamenti in essi, patologie urologiche associate.

TRUS - esame ecografico transrettale. Questo studio consente di studiare in dettaglio la struttura della prostata, ottenere le sue dimensioni esatte e anche identificare i segni di prostatite cronica o cancro alla prostata. TRUS consente di determinare lo sviluppo dell'adenoma prostatico in una fase molto precoce.

Abbastanza spesso, nei pazienti con grave iperplasia prostatica, vengono determinati focolai di calcificazione. La presenza di calcificazioni nella zona centrale della prostata indica lo stadio finale (5) della malattia..

L'uroflussometria è una tecnica utilizzata per misurare varie caratteristiche del flusso urinario. Questo metodo deve essere eseguito almeno 2 volte in condizioni di riempimento della vescica (150-350 millilitri) e quando si verifica un bisogno naturale di urinare. Per valutare i risultati, viene utilizzata una curva uroflow, sulla quale viene annotata la portata massima di urina. Sono considerate normali portate superiori a 15 millilitri / secondo. Viene anche valutato il tempo totale per urinare. Normalmente, per un volume di urina di 100 millilitri - 10 secondi, per 400 millilitri - 23 secondi.

Gli studi hanno dimostrato che esiste una dipendenza dei tassi di minzione dall'età. Normalmente, si considera che la portata diminuisca di 2 millilitri / secondo ogni 10 anni. Questa diminuzione della velocità è attribuita all'invecchiamento della parete vescicale..

La determinazione dell'urina residua dopo la minzione è di grande importanza per determinare lo stadio della malattia, nonché per determinare le indicazioni per il trattamento chirurgico. L'urina residua viene determinata mediante ultrasuoni immediatamente dopo la minzione. Recentemente, l'uroflussometria è stata combinata con la determinazione dell'urina residua.

La cistomanometria è un metodo che determina la pressione all'interno della vescica. Questo metodo misura la pressione intravescicale nelle diverse fasi del riempimento della vescica, così come durante la minzione..

In una persona sana, la voglia iniziale di urinare si verifica quando ci sono 100-150 millilitri di urina nella vescica, mentre la pressione è di 7-10 centimetri d'acqua. Quando il volume della vescica è riempito a 250-350 millilitri, la voglia di urinare aumenta drasticamente. In questo caso, la normale pressione intravescicale è di 20-35 centimetri d'acqua. Questa reazione della vescica è chiamata normoreflex..
L'aumento della pressione intravescicale (superiore a 30 centimetri di colonna d'acqua) con un volume vescicale di 100-150 millilitri indica iperreflessogenicità (aumento del riflesso detrusore). E viceversa, una bassa pressione (di 10-15 centimetri di colonna d'acqua) quando si riempie la vescica a 600-800 millilitri indica iporeflessia detrusoriale. La riflessogenicità del detrusore consente di valutare la sua funzione di riserva, e il rapporto tra volume e pressione caratterizza le proprietà elastiche del detrusore.

La cistomanometria eseguita durante la minzione, consente di determinare la pervietà vescico-uretrale e la contrattilità del detrusore. Normalmente, la pressione intravescicale massima durante la minzione è di 45-50 centimetri di acqua. L'aumento della pressione indica un ostacolo durante lo svuotamento della vescica..

La cistografia è un metodo per studiare la vescica usando il contrasto. C'è una cistografia discendente e ascendente. La cistografia discendente implica il movimento del contrasto dall'alto verso il basso. Questo metodo consente di determinare il difetto di riempimento nell'area del collo della vescica. Nella foto, questo difetto di riempimento è visibile come un tubercolo. La cistografia ascendente consente di determinare la deformazione dell'uretra nella prostata.

Tomografia computerizzata e risonanza magnetica: questi studi forniscono informazioni più dettagliate (relazione con gli organi vicini) sull'adenoma prostatico.

Trattamento dell'adenoma prostatico

Trattamento farmacologico

Trattamento con fitopreparati

Il trattamento con i fito farmaci è stato utilizzato dalle persone sin dai tempi antichi. Recentemente, questi farmaci sono diventati molto popolari in Europa, Giappone e Stati Uniti..

Il Permixon è un farmaco francese dal frutto della palma nana americana che ha un effetto inibitorio sulla 5 alfa reduttasi. Ha anche un effetto antiproliferativo e antinfiammatorio locale.
I sondaggi hanno dimostrato che l'uso prolungato del farmaco (per 5 anni) porta a una significativa diminuzione del volume della prostata e del volume residuo di urina e allevia anche i sintomi della malattia. Permikson è ben tollerato e non ha effetti collaterali.

Prostamol Uno è un farmaco ottenuto dal frutto della palma Sabal. Il farmaco ha effetto antinfiammatorio, antiessudativo (previene l'accumulo di liquido patologico), effetto antiandrogeno (dovuto all'inibizione della 5 alfa reduttasi). Il farmaco non influenza il livello degli ormoni sessuali, non cambia il livello di pressione sanguigna, non influisce sulla funzione sessuale.

Il trattamento con fito farmaci viene effettuato con iperplasia prostatica di primo e secondo grado.

Trattamento chirurgico dell'adenoma prostatico

Elettrovaporizzazione transuretrale (elettrovaporazione) della prostata: questo metodo di trattamento è simile al metodo endourologico e differisce da esso solo utilizzando un elettrodo a rullo. Quando l'elettrodo tocca il tessuto prostatico, il tessuto viene bruciato con l'essiccazione e la coagulazione. Questo trattamento riduce significativamente il rischio di sanguinamento durante l'intervento chirurgico. Questo trattamento è più efficace per le prostate di piccole e medie dimensioni.

Elettroincisione dell'adenoma prostatico: questo metodo di trattamento differisce dagli altri metodi in quanto in questo caso il tessuto prostatico non viene rimosso, ma viene eseguita solo una dissezione longitudinale del tessuto prostatico e del collo della vescica.
Molto spesso, questo metodo di trattamento viene utilizzato nei seguenti casi:

  • La giovane età del paziente
  • Piccole dimensioni della prostata
  • Crescita intravescicale (nel lume della vescica) dell'adenoma prostatico
Trattamenti chirurgici utilizzando un laser
Esistono due aree principali della terapia laser:
  • Vaporizzazione laser
  • Coagulazione laser
Inoltre, il trattamento con questi metodi può essere effettuato mediante metodo di contatto o senza contatto. Per la coagulazione laser endoscopica senza contatto (remota), vengono utilizzate fibre ottiche con una punta speciale che dirige il raggio laser ad un angolo rispetto all'asse longitudinale della fibra. La tecnica senza contatto differisce dalla tecnica di contatto con una minore densità di energia nei tessuti della prostata.

Il vantaggio dell'evaporazione rispetto alla coagulazione è che la prostata può essere rimossa sotto controllo visivo. La procedura di evaporazione può richiedere da 20 a 110 minuti.

Esiste anche un metodo di coagulazione laser interstiziale della prostata. Questo metodo prevede il posizionamento della punta direttamente nel tessuto prostatico. Durante l'operazione, la posizione della punta viene modificata più volte. Tempo medio di funzionamento 30 minuti.

La termoterapia transuretrale a microonde è un metodo che utilizza l'effetto delle alte temperature sul tessuto prostatico. La soglia di tolleranza alla temperatura (tolleranza) delle cellule della prostata è di 45 gradi Celsius. Questo metodo presuppone l'uso di temperature comprese tra 55 e 80 gradi Celsius. Questa temperatura viene creata utilizzando energia elettromagnetica non focalizzata, che viene condotta alla prostata utilizzando un'antenna transuretrale..

Distruzione termica a radiofrequenza transuretrale: questo metodo prevede l'uso di un'esposizione a temperature elevate (70-82 gradi Celsius). Questo metodo utilizza anche l'energia elettromagnetica.

Il vantaggio principale della distruzione termica è la sua elevata efficienza nel trattamento dell'adenoma prostatico con gravi alterazioni sclerotiche e calcificazione della prostata. Questa procedura richiede in media circa un'ora..

Dilatazione del palloncino: il metodo si basa sull'espansione meccanica dell'uretra prostatica.

Stent uretrali (sistemi di drenaggio interno)
L'impianto di stent uretrale risolve il problema del drenaggio della vescica urinaria. Molto spesso, gli stent vengono utilizzati nel secondo o terzo grado della malattia (quando i sintomi ostruttivi sono gravi).

Prevenzione dell'adenoma prostatico

  • Mobilità quotidiana e sport (ma non sforzi eccessivi). L'attività fisica riduce il rischio di sviluppare la congestione nella piccola pelvi.
  • Una dieta sana che prevede l'eliminazione di cibi affumicati acidi, salati e piccanti dalla dieta. Presenza obbligatoria nella dieta di frutta e verdura, nonché vitamine di tutti i gruppi.
  • Combatte l'obesità (migliora il metabolismo in tutto il corpo).
  • Elimina l'uso di indumenti stretti nella zona del cavallo: mutandine, pantaloni.
  • Elimina il sesso occasionale come mezzo per prevenire le infezioni genitali.

Domande frequenti